Work in progress

WORK IN PROGRESS...
STO CAMBIANDO GRAFICA
SCUSATE PER IL DISAGIO CAUSATO DALLE CONTINUE MODIFICHE

domenica 23 ottobre 2011

Prince of Persia

Preso dall'entusiasmo de Le Sabbie Dimenticate, ho subito comprato anche questo (9,90 € da Gamestop).

Non è il massimo, paragonato alle controparti classiche, e la giocabilità è inferiore al capitolo sopra citato. Inoltre Elika, la compagna che vi seguirà per tutta l'avventura, più che un aiuto, spesso e volentieri risulta un bastone tra le ruote. Per intenderci era meno ingombrante la ragazza scassapalle del bellissimo Enslaved.
Altro difetto sono i vari livelli troppo simili tra loro che rendono il gioco piuttosto ripetitivo.

Stranamente ho trovato divertente la ricerca di tutte le luci, spesso si è rivelata una sfida interessante cercare le più nascoste e raggiungere le più irraggiungibili. E a proposito di queste, non concludete il gioco se prima non le avete trovate tutte, perché una volta concluso non potrete tornare a cercarle, dovrete per forza iniziare una nuova partita, partendo da zero!

Sono riuscito a finirlo in poco tempo giusto perché amo i salti e le arrampicate.

domenica 16 ottobre 2011

Prince of Persia: Le Sabbie Dimenticate

Preso da Game Stop a 13,50 € e pienamente soddisfatto dal'acquisto, davvero un gran bel gioco!
Era dal primo capitolo che non mi divertivo così tanto, è fatto troppo bene, per 3 giorni mi sono incastrato davanti la PS3, cosa che mi succede raramente.

Ha tutto ciò che mi piace, arrampicate folli con percorsi da scoprire, è lineare e non ha troppi combattimenti.

Peccato l'elemento GDR riguardo il potenziamento del personaggio, che non sopporto mai ma che però è davvero lieve e semplice da utilizzare.

lunedì 3 ottobre 2011

Vasco vattene in pensione, vecchio rincoglionito!

Il mio odio per questo personaggio è risaputo ma ogni volta ne combina una nuova, direttamente o indirettamente, per farsi odiare ancora di più.
Questo misero rincoglionito ubriacone, incapace di scrivere un testo sensato... ma non perché sotto l'effetto di sostanze stupefacenti come i poeti maledetti (rispetto per quei veri artisti), bensì perché è proprio un musicista handicappato (con tutto il rispetto per gli handicappati) che per qualche strano fato (ha venduto l'anima al diavolo?) è riuscito ad avere successo di fronte ad un grandissimo numero di pecore.
Ecco l'ultima cosa che ha combinato:
Nonciclopedia chiude: "Colpa di Vasco Rossi"
"Nonciclopedia - si legge sull'homepage - chiude i battenti a tempo indeterminato per colpa di quelle persone che si prendono troppo sul serio. Un sentito ringraziamento a Vasco Rossi e ai suoi avvolt... avvocati".

I responsabili del sito hanno deciso di chiudere i battenti dopo che Vasco Rossi, tramite i suoi avvocati, ha querelato il sito satirico per diffamazione. Il primo avvertimento era arrivato agli amministratori del sito nell'aprile del 2010: gli avvocati di Vasco chiedevano la rimozione della pagina dedicata al rocker italiano.

I responsabili di Nonciclopedia dichiarano di aver contattato più volte i legali del cantante per accordarsi sull'eliminazione delle parti diffamatorie riguardarti il loro assistito, non ricevendo però alcuna risposta.
Continua qui.

Non ho parole, solo parolacce... hanno già detto tutto i mitici di Nonciclopedia, quindi mi congedo mandando a cagare tutti quelli che hanno contribuito a far diventare qualcuno 'sto cerebroleso.