domenica 26 febbraio 2012

Tomb Raider Underworld

Reduce da Uncharted 3, 'sto gioco mi appare come 'na cagata per quanto riguarda grafica (cavolo, siamo ai livelli della PS2 o poco meglio) e giocabilità (molte arrampicate sono finite male per colpa di comandi fatti male, accompagnati da una telecamera a cazzo di cane), però se mi do una botta in testa e dimentico il capolavoro Naugthy Dog, riesco ad apprezzarlo e addirttura farmelo piacere.
Bel videogame d'avventura, con
longevità giusta (perfetta per un triology pack ma forse un po' corta per un gioco singolo - ricordo che io odio i giochi troppo longevi, 7-10 ore vanno bene, 11 iniziano ad essere troppe) che offre piacevoli sfide, sia per i grattacapi che per la ricerca della strada giusta che porta alla fine del livello.

Ah, odiosi i livelli negli abissi, soprattutto l'ultimo, troppo lungo con spazi troppo ampli da percorrere ad una lentezza quasi massacrante.
Fatta bene invece la ricerca dei tesori, non sono infiniti e troppo difficili da trovare come quelli di Nathan Drake.


E ora si inizia A'sCII, motivo che mi ha anche spinto a sbrigarmi con Lara.

Nessun commento:

Posta un commento