giovedì 30 giugno 2016

Ho appena commentato sul forum di Comics View (The Flash Rebirth #1; Wonder Woman Rebirth #1; Aquaman Rebirth #1)

Commento:
Altri 3 albi Rebirth per me. Ora mi è rimasto solo Batman tra quelli che mi interessano.

The Flash Rebirth #1, a saperlo che anche questo faceva cenni a Wally, lo avrei letto prima, anche perché cronologicamente va letto prima di Titans Rebirth #1.
Avevo rimandato la lettura perché Barry proprio non lo digerisco da quando è tornato.
1) odio i ritorni dalla morte.
2) ha fatto mettere da parte Wally quando ormai era divenuto il Flash del presente, prima in un angolo e senza una propria serie e poi facendolo dimenticare da tutto l'universo.
3) ha causato il Flashpoint dal quale è nata 'sta merda di reboot coi Nuovi 52.
Invece questo albo, e suppongo anche la serie regolare, sono un tassello importante per la rinascita dell'Universo DC. C'è qualche scena in più tra i due velocisti, emozionante come quella breve letta su DC Universe Rebirth #1, in cui Barry vorrebbe andare subito Attenzione Spoiler:
a ricordare a tutti del nipote ritrovato (ricordato?), prima su tutti alla sua amica Iris, anche se l'ex Flash Kid glielo impedisce, dato che ancora non sono pronti. Ora che si è ricordato, di certo non tutto ma una buona parte, del suo passato con quella che era la donna della sua vita, sono curioso di leggere cosa farà! Subito dopo iniziano le indagini in coppia con Batman, alla ricerca dell'essere che li sta controllando, che ha causato la perdita della memoria e il ringiovanimento dei personaggi.
Sono molto curioso su come procederà l'indagine, anche se sappiamo già tutti di chi si tratta.
I disegni di Carmine Di Giandomenico non mi hanno preso molto, fatta eccezione per i personaggi mascherati. Sono troppo a "sketch".

Wonder Woman Rebirth #1, in cui anche lei, senza l'aiuto di Wally o di Superman, capisce che Attenzione Spoiler: qualcuno ha combinato qualcosa, facendole vivere due vite differenti, quella originale e quella dei Nuovi 52, la fa partire incazzata alla ricerca dell'artefice. Purtroppo senza interazione tra i leaguers o altri supereroi. Comunque finalmente si toglie il costume di merda visto negli ultimi anni e mette quello da battaglia classico.
Rucka non è fluido e forse non lo è mai stato, non me lo ricordo bene in inglese. Ma probabile che sia colpa del personaggio per cui ha dovuto usare molti termini poco comuni.
I disegni, sia di Clark che di Parsons, sono molto belli.

Aquaman Rebirth #1, il primo fumetto che leggo del re di Atlantide, se ricordo bene e non è stato proprio un piacere. Dan Abnet ci propone un albo Verboso, con termini ostici tanto che spesso stavo col dizionario e una trama poco avvincente.
Unica nota positiva è il narratore che gioca sulle continue prese per il culo al personaggio (come non ricordare quelle di The Big Bang Theory?). In pratica non solo viene preso in giro tra i nerd che leggono le sue avventure ma anche all'interno della storia, l'uomo che sussurra ai pesci, che non è un vero supereroe, che non sa né di carne e né di pesce...
L'ho letto a fatica ma almeno mi ha strappato un sorriso.
Almeno i disegni di Scot Eaton e Oscar Jiménez sono da salvare.

Nessun commento:

Posta un commento