venerdì 21 ottobre 2016

Justice League Vol 3 #3; #4 e #5

Con Justice League #3; #4 e #5 si conclude il primo story arc della serie, un finale frettoloso per un racconto che non lascia nulla.
Inoltre non viene rivelato nulla riguardo questa minaccia, anzi, alla fine si ha solo confusione.
Attenzione Spoiler: Ci sono 3 nemici: le sfere al centro della Terra che causano i terremoti in tutto il mondo e che finito il processo dovrebbero distruggere il pianeta, gli alieni meccanici che attaccano le città chiamati The Purge e 4 giganti magici fatti di persone i quali incarnano vecchie forze mistiche dell'universo chiamati The Kindred. I 3 dovrebbero essere legati ma non viene specificato. Inoltre mentre i primi due stanno per causare la fine del mondo, i terzi vorrebbero concludere la loro canzone per salvarlo, almeno così dicono ma alla fine non si ha né smentita e né conferma.
Aquaman trova dei cristalli zodiacali, ai quali dà retta senza porsi delle domande prima, che cantano anch'essi, grazie ai quali rallenta la detonazione delle sfere al centro della Terra, dando del tempo utile a Superman. Che cosa sono e da dove arrivano?
Chi ha costruito e messo le sfere, più vecchie della razza umana?
Che fine fa l'esercito Cyborg-zombie visto alla fine del quarto numero? Non viene mostrato e le Lanterne ritornano dicendo che hanno concluso la missione. Perché fare questo finale-shock se poi non viene ripreso nel numero successivo?
Perché Cyborg all'improvviso riesce a prendere il controllo di The Purge
?
E sicuramente me ne sfuggono tante altre...
Probabilmente alcune risposte verranno date nei prossimi numeri ma che pessimo modo di gestire un arco narrativo... poteva essere scritto tutto in un paio di albi ed usare i restanti per dare tutte le risposte.

Tony S. Daniel (nn. 3 e 5) davvero sotto tono.
Decisamente meglio invece Jesus Merino (n. 4).

Nessun commento:

Posta un commento