venerdì 13 luglio 2018

Estatissima (2014)

In attesa che esca il numero di quest'anno (la prossima settimana ma ne parlerò insieme a Riky la settimana seguente), ho voluto rileggere questo vecchio numero, preso in vacanza a Gallipoli l'anno dell'uscita, dato che non ne avevo fatto un post.

Topolino e la Vacanza in Cornice
Questa è una storia che è stata ristampata la stessa estate sia qui che su TopoStorie n. 4, quindi oltre a trovarla brutta (poi odio Eta Beta), me la sono subita due volte e per l'incazzatura che dopo 4 anni ancora non mi passa, non l'ho riletta!

Paperino Eroe da Crociera
Gastone regala un biglietto per una crociera allo sfortunato cugino ma si deve spacciare per lui, da lì una serie di equivoci, che iniziano quando sparisce una statuetta dal museo della nave, dato che lo credono tutti il papero più fortunato del mondo.
Molto carina, dove la sfortuna di Paperino diverte e non urta, complice anche un simpatico cane.

Zio Paperone e la Minaccia Turistica
Paperino inizia a fare la guida turistica della città ma nessuno sembra apprezzare il luogo fino a che non giungono al deposito. Visto il successo, zione e nipote la fanno diventare una meta turistica ma il continuo viavai distrae Paperone dagli affari fino a che non trova una degna soluzione.
Senza infamia e senza lode, strappa qualche sorriso ma è dimenticabile.

Paperino e lo Sport Balneare
Il protagonista sta passando una giornata al mare, si unisce a dei tizi che stanno giocando a beach volley ma è una frana e viene cacciato. Arriva Archimede che gli da un braccialetto che lo diventare forte ma non è tutto oro ciò che luccica.
Scontata e con un Paperino disastroso tanto da risultare antipatico, a differenza della seconda storia.

Paperino, Paperoga e l'Imprevedibile Viaggio a Sorpresa
Gastone, di nuovo, regala un viaggio al cugino (e ancora me lo mettete tra i personaggi antipatici?!). Una volta recato all'agenzia, scopre che è dell'altro cugino, quello strambo che si è inventato una vacanza tutta particolare, in cui la destinazione viene scelta del tutto a caso. Per una serie di imprevisti, il lancio dei dati dovrà essere ripetuto più volte.
Ci sono storie con Paperoga che odio per quanto mi urta e storie che adoro perché la sua stramberia è ben usata, questa fa parte di quelle belle e, credo per la prima volta, mi ha fatto anche pena per tutti i suoi risparmi che deve spendere (per una volta non è il solito Paperino l'unico a sganciare la grana). Comunque le risate non mancano.

Zio Paperone e la Vacanza Senza Speranza
Lo zione è arrivato al limite per il troppo lavoro, così viene costretto ad andare in vacanza, destinazione la fattoria di Nonna Papera, l'unico posto gratis ma anche lì non riuscirà a stare fermo, cercando di incrementare i guadagni. Nel frattempo a Paperopoli i nipoti cercando di sostituire il vacanziero ma con pessimi risultati.
Racconto che sa di già visto, quindi molto prevedibile.

Paperino Paperotto e la Tranquilla Estate dal Signor Queen
È estate e a Quack Town i bambini cercano di passare al meglio le giornate, inventandosi giochi, facendo qualche lavoretto e vedersela con qualche criminale. Tra una cosa e l'altra non mancherà la ricerca di un leggendario tesoro.
Chi mi segue da un po' sa quanto mi stia antipatica la versione infante di Paperino e tutti i suoi amici ma stavolta mi sono dovuto ricredere dato che mi sono ritrovato immerso in una storia degna dei più bei film che da piccolo guardavo con Cinema Ragazzi, per me la migliore dell'albo, ricca di avventura, di pirati (anche se di fiume) e di tesori nascosti, degna alternativa a I Goonies, pellicola a cui strizza l'occhio più volte, come con la piovra gigante (nel film fu tagliata una scena con un octopus).

Agente Speciale Ciccio e il Mistero del Gelato Sciolto
I gelati escono dalla fabbrica congelati ma arrivano al supermercato sciolti, sarà questo il giallo che dovranno risolvere gli agenti G.N.A.M.
Ciccio per me è uno dei personaggi più odiosi della banda Disney ma qui è sopportabile. Purtroppo è la trama ad essere piuttosto banale.

Zio Paperone e l'Agenzia di Lunga Vita
Esiste una città in cui tutti vivono fino a 150 anni, inutile dire che il riccastro ci vede una fonte di guadagno e cerca di scoprire il segreto per commercializzarlo.
Uscita per la prima volta nel 1983, come la maggior parte di quell classiche, questa storia sta una spanna sopra a qualsiasi recente, l'avventura la fa da padrona la soluzione finale è molto soddisfacente.
Piccola nota: non c'era ancora Battista e l'autista lo fa un anonimo tizio vestito di giallo.

Manetta e la Vacanza in Giallo
L'ispettero e Basettoni vanno in vacanza a Springtown dove lo sceriffo è un vecchio amico del primo, col quale ha frequentato l'accademia di polizia. Dato che lo sceriffo si è infortunato ad una gamba e il suo vice è in vacanza, i due aiuteranno volentieri il collega facendogli da vice, fino al giorno in cui dovranno scortare un vagone pieno di lingotti d'oro.
Adoro Manetta, soprattutto quando è coinvolto in un giallo, inoltre qui fuma ancora il sigaro! Purtroppo stavolta la trama non è delle migliori, non vengono dati indizi e la soluzione è deludente perché il colpevole non ha mai mostrato nulla che potesse far pensare a lui. Inoltre quando vengono mostrate le sue mani, indossano dei guanti e Attenzione Spoiler: sono braccia da cane, mentre il colpevole è un pennuto (paperi e compagnia bella non usano i guanti), tanto che avevo pensato allo sceriffo o al suo vice in vacanza, che però non viene mai mostrato.

CONCLUDENDO
Raccolta trascurabile dato che ci sono solo 3-4 storie degne di nota. Nonostante ciò non mi pento dell'acquisto dato che sono un lettore occasionale e a parte la prima che mi sono ritrovato due volte, le altre non le avevo mai lette. E poi, cosa molto importante, sono tutte a tema estivo, esclusa quella dell'83 e qualcun'altra che però non accenna al periodo.

15 commenti:

  1. Quindi giusto Paperino Paperotto varrebbe la pena, ma comunque figurati, è già di 4 anni fa tale raccolta.
    Anche a me Eta Beta sta sul kaiser, infatti evito ogni storia dove appare XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quella è la migliore ma valgono anche la seconda in crociere, quella in viaggio con Paperoga e quella vecchia.
      Eta Beta soprattutto per come parla, pma pavaffanculo! Alla fine a me la fantascienza piace.

      Elimina
  2. Ah, questa raccolta la conosco anch'io!!
    Ora posso ergermi ad esperto di Topolino!
    No, ok, sto scherzando... ma conosco davvero "Estatissima" XD per qualche anno l'ho presa quando andavo al mare da piccolo :D avrò 3 o 4 numeri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah avevo letto già da qualche parte che in passato hai preso qualche Estatissima 😁
      Ovviamente scommetto che le storie non le ricordi!

      Elimina
    2. Eh no, è passato troooooppo tempo XD se trovo qualche numero magari me le rileggo!

      Elimina
    3. Eh, immaginavo!
      Se trovi il tempo, sono curioso di sapere la tua che sei un lettore molto occasionale della banda Disney! Così ci fai un post, basta parlare di Dragon Ball e shonen simili! 😝

      Elimina
  3. Vado a prenderlo nella mia libreria, ce l'ho anche io :D. Purtroppo mi ricordo bene la terribile storia della vacanza in cornice. Poi ti dico le mie impressini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo capito anche senza correzione 😝
      Me lo avevi detto che lo avevi. Comunque ti aspetto!

      Elimina
    2. Sai che ti dico? Per me invece è un buon 'Estatissima'.

      Topolino e la Vacanza in Cornice: pessima, a parte la faccia da serial killer di Topolino nell'ultima pagina.

      Paperino Eroe da Crociera: sottoscrivo pienamente il tuo commento. Molto azzeccati i siparietti con il cagnnolone.

      Zio Paperone e la Minaccia Turistica: non è originalissima, ma si legge bene.

      Paperino e lo Sport Balneare: non è il meglio della produzione del maestro Panaro, ma ci sono gli splendidi disegni di Guerrini.

      Paperino, Paperoga e l'Imprevedibile Viaggio a Sorpresa: eh, Gentina è l'autore! E' uno dei migliori autori Disney.

      Zio Paperone e la Vacanza Senza Speranza: è una buona storia, mi piace soprattutto come i parenti si dividono il lavoro al deposito.

      Paperino Paperotto e la Tranquilla Estate dal Signor Queen: a me piace molto Paperino Paperotto, è molto più profondo rispetto all'apparenza di una storia di bambini piccoli. Questa è una buona storia, ma non tra le migliori della saga.

      Agente Speciale Ciccio e il Mistero del Gelato Sciolto: io amo Ciccio, sono di parte.

      Zio Paperone e l'Agenzia di Lunga Vita: non sono d'accordo sul fatto che stia una spanna sopra a qualsiasi storia recente :P.

      Manetta e la Vacanza in Giallo: a me è piaciuta! Non è uno di quei gialli che tiene alta la tensione, ma è una storia godibile, nello stile di Panaro e di diversi 'gialli' topolineschi degli anni '90. E' scritta bene e ha buoni comprimari, Panaro è sempre attento in questi dettagli. Credo che i guanti li abbia fatti indossare, ai paperi, per sviare un po' i sospetti!

      Elimina
    3. Ahah non la vado a riguardare giusto perché l'ho messo già via ma me lo immagino.

      Concordiamo.

      Sì, sul fatto che si legga bene concordo.

      I disegni li noto solo quando sono brutti e differenziano dal classico.

      Ah, non lo sapevo e sinceramente manco lo conosco.

      La parte dei parenti per me è un po' smielata.

      Di Paperotto non sopporto maggiormente gli amici, lui non mi sta antipatico, è solo che come per Paparinik e Double Duck, mi sembra di vedere un altro personaggio.

      A me urta perché si mangia sempre tutto e non fa mai un cazzo in fattoria!

      Qui sono di parte io, per me le classiche vincono sempre a mani basse, a partire da disegni e colori semplicissimi. E mi piace la semplicità.

      Qui sono di parte io e ho aspettative forse un po' troppo alte, anche se non ho mai letto dei grandissimi gialli con Manetta. Va bene sviare ma per me ha esagerato, nei gialli qualche indizio devi darlo, in modo che il lettore abbia dei sospetti insieme o anche prima dei protagonisti, senza esagerare perché se è scontata allora hai fallito.

      Elimina
    4. Ci sono alcune storie di Ciccio, mi sembra di Salvagnini, che sono meravigliose. Dove si ritrova a fare di tutto e di più, ma lui non si accorge di niente :D

      Elimina
    5. Quelle potrei anche apprezzarle e credo di averne letta qualcuna in passato.

      Elimina
  4. Pentirsi mai, dopotutto queste storie non annoiano mai ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è più che vero! Anche se quelle che superano le 30 pagina non mi annoiano ma un po' mi stancano, escluse quelle vecchie che filavano via anche se erano lunghe.

      Elimina