lunedì 16 ottobre 2017

I videogiochi dimenticati: Shadow of Memories

Il primo titolo per PlayStation 2 che ho amato, dopo che da bravo pirla l'avevo presa al day one (grazie papà, 1.200.000 lire che non meritavo affatto!) mi ero ritrovato a giocare solo con la demo inserita nella confezione e a Gran Turismo 2000 (altro prodotto preso al day one, che spendaccione!), dato che non mi interessava nient'altro dei primi titoli usciti, fino a che finalmente a fine marzo, quattro mesi dopo, uscì Shadow of Memories della Konami, di cui avevo letto una bella recensione su PSMania 2.0.
Avventura grafica del 2001, una di quelle non punta e clicca tanto che in quegli anni non l'avrei mai definita tale (ad inizio millennio erano ancora una novità), interamente ambientata tra le mura di una piccola e fittizia città tedesca, che unisce tanti elementi che adoro: mistero, giallo, viaggi nel tempo... tutto legato da una stupenda trama.
La trama non è sempre uguale, cambia a seconda dei ben otto finali diversi, sei di base e altri due raggiungibili solo dopo aver sbloccato quelli di base. Finali che sono riuscito a completare senza troppa difficoltà (il ché è un bene, quindi non lo dico a mo' di critica, viva i giochi facili) e senza buttare troppo tempo. Odio i titoli da 10 ore che diventano da 100 per tutti i finali, questo sarà uno da 3-4 ore (vado a memoria) che arriva ad un massimo di 10 per vedere tutti gli 8 finali. Quindi anche longevità perfetta!
Una storia che coinvolge, piena di intrecci ben piazzati, che fa innamorare (ebbene sì, mi sono innamorato sia di Eike che delle sue situazioni amorose) e sa mettere anche malinconia.
Grafica che per uno appena arrivato da PSX, faceva cadere a terra la mascella.
Una bella trovata riguardo i viaggi nel tempo è stata quella di colorare in modo differente ogni epoca, colori normali per presente e passato recente, seppia per il 1500, bianco e nero per il 1900.
Curiosità su di me: SoM è il primo titolo di due, l'altro è Silent Hill 2, che completo in tutti i modi e di cui sulla vecchia memory card possiedo ancora tutti i salvataggi per rivederli senza essere costretto a rigiocarci daccapo.
Non l'ho più rigiocato dal 2001, nonostante di tanto in tanto mi tornasse la voglia in questi 16  anni. Anche ora, scrivendo l'articolo mi è venuta ma già so che per mancanza di tempo non ci rigiocherò.

25 commenti:

  1. Citando il mitico Exvideogiocatore...non è merda, anzi è un gioco top della tua giovinezza :D.

    Io lo sento qui per la prima volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente questo titolo ricordo che ha avuto molti voti positivi dal 7 in su.

      Elimina
  2. Costava UN MILIONE E DUECENTO MILA LIRE?
    Mortacci sua, per fortuna mi sono fermato alla Ps1.
    E quindi, questo gioco non lo conosco, ma l'dea sembra bella e vedo che ne conservi un bel ricordo^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah costava 800.000 lire mi pare, forse un milione ma ci fu un doppio problema: non c'erano abbastanza unità confronto alla domanda e delle poche che arrivarono nel vecchio continente vennero comprate a mucchi da rivenditori furbetti che fecero lievitare il prezzo.
      Per arrivare a 1,2 milione ci misero un secondo controller e la memory card, senza questi accessori in più non te la vendevano.

      Avessi la macchina del tempo tornerei indietro per prendermi a calci nelle palle, tipo Marshall di HIMYM.

      Comunque sì, un ottimo ricordo, insieme ad un altro titolo che non ebbe seguiti, di cui parlerò prossimamente, sempre dei giochi dimenticati.

      Elimina
    2. Ora con 300 euro ti danno la PS4.. come sono cambiati i tempi! Sto gioco non me lo ricordo comunque

      Elimina
    3. Se te lo ricordassi non starebbe tra i giochi dimenticati 😝
      La PS4 appena uscita stava a 400, prezzo accessibile (sono come 400 mila lire del 2000) ma per la 3 ho dovuto aspettare qualche anno per prenderla a 300 euro, appena uscita era cara quasi quanto la seconda.

      Elimina
    4. Già hai ragione :D comunque restano sempre troppi euri per me per quello che ci farei

      Elimina
    5. Anche per me, sto rimandando di continuo l'acquisto perché a) ho anfora una trentina di titoli PS3 da recuperare e b) della 4 mi interessano meno di 10 giochi.
      Forse la prendo quando esce la 5, a due soldi e 10 euro a gioco, roba che con 300 euro sto apposto per 3 anni, aspettanso che la 5 cali 😁

      Elimina
  3. Shadow of the Memories...se penso oggi a Konami, non riesco a credere che siano riusciti a immaginare di produrre e distribuire un gioco così. la "classica" visione giapponese della Vecchia Europa con personaggi fuori dai canoni occidentali. Insomma un punto di vista che ormai è andato perso.
    PS:
    tu sei uno dei pazzi scriteriati che pagarono 1 milione e 200 mila lire la PS2! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, ora che me lo fai notare il paesaggio ha molto dei GDR fantasy medievali 😀

      Sono sempre stato viziato, nonostante a scuola dessi il minimo se non ancora meno e non vengo da una famiglia agiata, anzi!

      Elimina
    2. Io all'epoca avevo una Dreamcast - credo sia la console che ho amato di più e ancora resiste - e una PSX, nonché giocavo parecchio al PC (erano i tempi di Age of Empires, Baldur's Gate e Half Life).
      Aspettoavo anche io la PS2 ma non come fosse il messiah (citazione di un gioco di David Perry...).
      Mi stupii davvero nell'assistere all'isterismo collettivo quando si scoprì che le console al primo lancio erano poche...per forza, il marketing Sony aveva creato ad arte un hype pazzesca, che ha copiato la strategia di sempre di Nintendo (Sony è quello che è oggi grazie a un errore di valutazione di Nintendo)
      La line-up della PS2 al lancio era qualcosa di veramente penoso (altro che Switch o WiiU), c'era addirittura un simulatore di fuochi d'artificio (Fantavision), cioè un gioco di nicchia per il Giappone, in Occidente improponibile se nons eei davvero disperato.Anche Ridge Racer, ormai tradizione del lancio delle console Sony,fu il più scialbo di sempre.
      La Dremcast costava poco, aveva dei giochi stupendi e venne spazzata via da questa isteria collettiva (oltre a qualche problema interno tra Sega of America e Sega of Japan...due seghe, appunto).
      Mi hai dato lo spunto e la voglia di parlare di quel periodo e del Dreamcast...Prima o poi finisce nell'infame rubrichetta "console di videogiochi".

      Elimina
    3. Stupenda console la Dreamcast, ho avuto modo di viverla un po' nonostante non l'abbia mai posseduta. Da fissato con lo spazio, non ho mai preso altre console oltre quelle Sony (precedute da SMS e SNES),non mi definisco sonaro ma uno costretto a scegliere UNA console a generazione, così sono rimasto con la mia preferita. XBOX mi sta sul cazzo (odio il controller asimmetrico) e Nintendo punta su giochi che non fanno per me (salvo eccezioni).
      Aspetto con impazienza l'articolo dedicato ad essa!

      Elimina
    4. Io sono onnivoro a tavola di videogioco.Almeno da quando ho iniziato a lavorare e avere dei soldi da sottrarre allo stomaco e dilapidare in balocchi (trucchi e belletti non ne ho ancora bisogno)
      Avevo qualche pregiudizio sulla prima Xbox ma ho fatto pubblica ammenda in una rece di Halo, che è tuttora uno dei due-tre titoli che prendo al day-one.
      Abbi pazienza per l'articolo sul Dreamcast, poiché devo fnire il polpettone di racconto in salsa guacamole y grog. E ho anche qualche arretrato in canna, tipo la rece di Blade Runner, la vecchia avventura punta&clicca di Westwood Studios ;)

      Elimina
    5. Io sono stato onnivoro fino alla Play 2, poi il tempo tiranno mi ha costretto a diventare selettivo ma faccio molte eccezioni.
      No problem per pazientare, mi godrò gli altri articoli nel frattempo!

      Elimina
  4. Non lo conoscevo questo gioco. Io la ps2 ricordo che la comprai assieme ad un amico, non mi pare l'abbiamo pagata molto (era già fuori da un bel po'), la tenevamo una settimana io e una lui anche se spesso ci trovavamo a casa mia per giocarci. Alla fine l'ho tenuta io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 😁
      L'unica cosa che ho preso a mezzi è stata il multitap, insieme ad un cugino, per giocare a Red Faction 1 e 2 con schermo diviso in 4.

      Elimina
  5. Come rimpiango di aver dato via la Ps2 a quei fetenti di gamesflop per la ps3! Accidenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La play 3 ha molti bei giochi, ma non conviene mai disfarsi delle vecchie macchine, se hai lo spazio per tenerle in casa ;)

      Elimina
    2. Da loro ci ho sempre solo comprato, neanche i giochi ho venduto perché avendo la PS3 modificata, quando compro vado sul sicuro e prendo solo ciò che voglio tenermi.
      E a proposito di Play modificata, la mia ci manca poco che faccia pure il caffè, gliela venderei ipoteticamente (non me ne disfarò mai!) per 1000 euro, privatamente anche a 3000 😈

      La 2, non modificata, l'ho tenuta perché la 3 slim non era retrocompatibile, altrimenti con la lente difettosa, l'avrei data via volentieri.

      Sega Master System e Super Nintendo me li tengo fino alla morte!

      Elimina
  6. E io me lo ricordo, altroché! Ci ho giocato poco, ma l'ho adorato. Era un gioco assai coerente: facendo certe scelte ottenevi un finale stupendo (quello dell'alchimista e del patto) e con le scelte opposte, uno davvero schifoso (quello con l'auto).
    Comunque, molto bello, suggestivo e divertente.
    La durata era circa quattro ore la prima volta, poi la potevi dimezzare saltando le sequenze già viste.
    Qualche anno fa l'ho trovato usato a cinque euro, un giorno o l'altro me lo spupazzo di nuovo ;)

    PS: ho capito come commentare su blogger, bastava un account gmail. Aspettati ulteriori sortite qui da parte mia ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Conte e benvenuto nel Regno, come direbbe Ezekiel (anche se lui usa la parola kingdom e non reign)! Finalmente hai trovato il modo di commentare su blogspot/blogger 😀 te lo avevo detto che era semplice, strano che non sia riuscito ad usare anche l'account WP, lo dà tra le opzioni a tendina. Sarà un gran piacere averti come commentatore fisso!

      Vero, il finale dell'alchimista era anche il mio preferito!
      Dunque ricordavo bene la durata della prima portata a termine, ho fatto una stima dato che non ho mai conteggiato le ore di gioco e non tutti quelli del passato te lo dicevano alla fine o nel salvataggio.

      Oggi te li tirano in faccia gran parte dei giochi PS2, sono quelli PSX che costano, da anni cerco il primo Silent Hill (ce l'ho masterizzato, diamine, fottuta modifica e giochi a 10.000 lire!) ma sparano cifre assurde.

      Elimina
    2. Qui a Cagliari non si trova più granché nemmeno da Gamestop, per la due - sarà più di un anno che vedo sempre la solita roba. Ma ci ho dato dentro gli anni scorsi con l'usato, perciò ho quasi tutti i giochi.che volevo, per play 2 :P

      Elimina
    3. Per la 2 i migliori acquisti postumi (dopo che era uscita la 3) li ho fatti su eBay e sono di Roma...
      Oggi sono passato dai miei, ho visto la bacheca con tutti i giochi PS2... avrei voluto prenderli TUTTI! Schiaffo sulle mani e dritto a casa!

      Elimina
  7. Penso che in questa rubrica non mi farai scoprire giochi dimenticati... Ma proprio giochi inediti (per me)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va bene lo stesso, lo scopo oltre che ricordare è anche far conoscere 😉

      Elimina