lunedì 27 novembre 2017

I videogiochi dimenticati: Syphon Filter

Addolciamo questo inizio settimana dopo il pareggio della Roma per colpa della solita testa di cazzo di De Rossi (non sono un suo estimatore, si è capito?) col lunedì videogiochi, l'ultimo "normale" dell'anno, dal prossimo tutto a 🎅 tema natalizio 🎄!

Sviluppato da Eidetic e distribuito da 989 Studio solo per PlayStation, rilasciato nel lontano 1999, cavalcava l'onda degli spy games, partita col ritorno di Solid Snake su console di nuova generazione... o almeno è ciò che ricordo, non ho trovato nulla in rete che potesse confermare questo mio ricordo. Sicuramente il sommo la Vecchia Cariatide Red Bavon potrà confermare o smentire nei commenti! Con trama piuttosto comune che vede i soliti terroristi alla ricerca o in
possesso dell'arma pericolosa, per l'appunto il Syphon Filter!

EDIT: ha confermato il mio ricordo con tanti altri dettagli, se interessa è tutto tra i commenti (lo consiglio nonostante la lunghezza!). Un piccolo scorcio:
[...] Di fatto Sony (989 Studio era l'editore del gioco, ma non era altro che Sony) aveva però bisogno di un gioco che potesse cavalcare l'onda dello strepitoso successo di Metal Gear Solid l'anno precedente (in Europa MGS fu pubblicato i primi mesi del 1999).
Syphon Filter però non è ispirato a Metal Gear Solid come meccaniche, anche se l'elemento stealth è presente. Il vero ispiratore è una pietra miliare dei Videogiochi e cioè 007 Goldeneye di Rare Software [...]
Il titolo non so quanto sia dimenticato, almeno inizialmente ha avuto 2 sequel per PSX e uno per PS2 (del 2004) coi quali non ho mai giocato ma certamente se chiedessi a un casual gamer o a un ragazzino di questo titoli mi risponderebbe "chi?".
Finito con le formalità inizio col ricordo e le emozioni che mi ha regalato SF!
Fu uno di quei titoli che ormai prendevo solo copiati dal vu' cumprà di turno (penso quello che girava in spiaggia dato che il titolo uscì in estate), così a scatola chiusa senza aver letto la recensione (ovviamente di PSMania), tanto se faceva schifo la perdita era di sole 10.000 lire.
Non furono affatto buttate! Buttato, nel senso buono, fu l'intera giornata estiva che trascorsi nei panni di Gabe... non mi accadeva dai tempi del Sega Master System, in cui i videogiochi duravano massimo 2 ore effettive (che si tramutavano in giorni per la difficoltà che ti costringeva a ripetere centinaia di volte lo stesso punto o quadro).
In seconda avevo uno dei miei tanti cuginetti, Alex (del '94, quindi piccolissimo all'ora) che aveva dato le redini a me per la difficoltà, nonostante fossimo a casa sua, ma che non chiudeva un attimo la bocca provando a darmi consigli, tanto da farmi perdere la pazienza e io, della generazione spacca-joystick, anche se non c'entrava nulla me la prendevo con lui perché erano suggerimenti assurdi...
Il capitolo che ricordo di più è quello in mezzo alla neve, che cercavo di portare a termine al meglio (in modalità stelth se possibile, la mia preferita da non amante dell'azione)!

Da quel che ricordo storia, musica, effetti sonori, giocabilità e grafica andavano alla grande, almeno per i tempi che percorrevano.

Sinceramente non ricordo se finii mai il gioco, quello stesso giorno (ne dubito) o in seguito (che bello quando potevi portarti il salvataggio appresso) ma resta uno dei più bei titoli a cui abbia giocato negli anni 90, che mi lega ad un ricordo abbastanza nitido, nonostante siano passati quasi vent'anni!

Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche:
- Tomb Raider Underworld
- Tomb Raider Legend
Come perché? Perché si spara spesso in corsa/movimento!
- I videogiochi dimenticati: Exhumed
Perché sono vecchie glorie PSX!

24 commenti:

  1. Questo proprio non me lo ricordo! :D Ma c'erano i marocchini che vendevano i giochi taroccati in spiaggia? neanche questo lo ricordavo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul litorale capitolino sì.
      Odiavo i giochi a più di un disco perché te li vendevano a 10000 lire a disco e non a titolo. Ma questo anche i venditori privati.

      Elimina
  2. Ciao Ema!
    Il videogioco, come al solito, non lo conosco!
    La "performance" di DeRossi me l'ero persa. L'ho vista stasera a Striscia e, beh... TERRIBILE!
    Un abbraccio e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Benedetta!
      Sono lieto di inserire sempre qualcosa per far commentare anche chi sull'argomento trattato non ha nulla da dire.
      Come vedi non sono di quelli che difendono sempre a spada tratta i giocatori della squadra che tifa! Ha fatto una cazzata danneggiando la squadra. Spero che la società gli abbia fatto una multa! In campo sarei il primo a dare uno schiaffone ad un avversario che se lo merita ma nella mia situazione non girano soldi.

      Elimina
  3. Evvai per il tema natalizio :D

    Guarda, io Syphon Filter lo ricordo bene, e solo perché non l'ho mai giocato nella sua versione normale ma sempre e solo... contro un secondo giocatore (mio fratello), e sempre e solo (o quasi) nello stage del paesino italico XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi aspettavo di trovare tanti amanti del Natale qui tra i blogger.
      Pensa che nel mio quartiere sono l'uomo del Natale come Matthew Broderick in Conciati Per Le Feste!

      Nonostante abbia un ricordo nitido della giornata passata a giocare, non ricordo tutti i livelli, quello italico lo avevo rimosso!

      Elimina
    2. W il Natale! Sui blog ci scateneremo :)

      Cooomunque, per me il livello peggiore era il parco giochi, troppo tetro XD

      Moz-

      Elimina
    3. Oh yeah!

      I parchi giochi della PSX erano tutti simili a quello di Silent Hill, sempre macabri! 😁

      Elimina
  4. Ne ho sempre sentito bene di questo gioco ma non l'ho mai provato.
    Accipicchia, evviva il natale quindi evviva i post sul natale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacerebbe riprovarlo a distanza di tutti questi anni!
      Un altro amante del Natale. Ottimo!
      Addobbiamo a dovere tutti i nostri spazi con articoli a tema!

      Elimina
    2. Finntastico!

      p.s. ti ho inviato una email 😉

      Elimina
  5. Io De Rossi non l'ho mai digerito, 'capetto' molto sopravvalutato.

    Comunque mai visto anche questo videogioco, ma mi ha ricordato il breve periodo in cui sono stato giocatore di Virtua Cop :D.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me era da cedere all'arrivo degli americani o da non rinnovargli il contratto la prima volta. Non merita manco un terzo di quello che prende.
      L'ultimo campionato buono lo ha fatto una decina di anni fa.

      Bellissimo Virtua Cop ma ci ho giocato pochissimo, non è il mio genere preferito ma in sala giochi ci sta.

      Elimina
    2. E funzionava la pistola sul monitor del PC?
      Non ho mai visto questo genere su PC dato che un monitor grande è essenziale (all'ora grande era anche un 32 pollici, oggi invece è una caccola!).

      Elimina
  6. "Tu m'a provocato..." su Syphon Filter e non si fa, non si fa...la mia gioventu'. A tale proposito, il titolo di 'sommo' sa di vecchio bacucco ormai vicino all'Alto dei Cieli ahahah;) Vecchia cariatide (cit. Alan Ford) dei videogiochi è un titolo che mi piace.
    Ritorniamo a terra e riavvolgiamo il tempo.
    Hai ragione a scrivere che Syphon Filter oggi è poco noto, per non dire ormai dimenticato.
    Eppure Syphon Filter fu un inaspettato grande successo per la Playstation, tanto che gli sviluppatori finirono per essere acquisiti l'anno dopo come studio interno (first party) di Sony. Un bell'exploit considerando che l'unico gioco prodotto da Eidetic era stato Bubsy 3D. Bubsy era stato un gioco platform per 16-bit di ottimo successo, nel tentativo di creare l'ennesima "mascotte-franchise" come era successo per Sonic sulle orme di Mario. Ricordo sulle pagine delle riviste che veniva descritto come uno dei personaggi nuovi meglio riusciti. Ma non tutti sono Sonic (e pure Sonic ultimamente non ne azzecca una)
    Bubsy 3D sviluppato da Eidetic fu un totale disastro sia di critica sia di vendite.
    Syphon Filter si dimostrò un assoluto best-seller, nonostante questa esperienza di Bubsy 3D e oggettive difficoltà di programmazione da parte di Eidetic che costrinsero a svariati rimandi e possibili cancellazioni.
    Di fatto Sony (989 Studio era l'editore del gioco, ma non era altro che Sony) aveva però bisogno di un gioco che potesse cavalcare l'onda dello strepitoso successo di Metal Gear Solid l'anno precedente (in Europa MGS fu pubblicato i primi mesi del 1999).
    Syphon Filter però non è ispirato a Metal Gear Solid come meccaniche, anche se l'elemento stealth è presente. Il vero ispiratore è una pietra miliare dei Videogiochi e cioè 007 Goldeneye di Rare Software, esclusiva per Nintendo 64, uno sparatutto in prima persona che dimostrò che si poteva creare un FPS completo anche di multiplayer anche su console, poiché fino ad allora l'FPS era sinonimo di PC e faceva rima con Doom.
    Come Goldeneye, Syphon Filter presenta un approccio ad ambienti e contesti più realistici, una campagna single player interessante e d'atmosfera, elementi stealth e tanti gadget oltre al solito arsenale di armi permesse solo a un agente segreto (e a un privato cittadino in USA, anche se con qualche turba mentale).
    Elementi stealth e sottolineo "elementi" perché in Syphon Filter puoi anche andare avanti a pistola spianata e sparare a qualsiasi cosa si muova, senza avere effetti sulla giocabilità.
    Lo definirei un "action spy-game" che sfrutta l'onda di fama degli stealth-game e lo capitalizza offrendo una giocabilità più flessibile. Il videogiocatore però è una brutta-persona e tra "stealth" e "massacro" sceglie la seconda nel 90% dei casi.
    Se ancora non risulto pedante (altro che "sommo") in questa mini-storia anche dei miei ricordi (perciò mi appassiona) chiudo con l'elenco dei Syphon Filer con due spin-off pubblicati per PSP (il secondo anche convertito per PS2 ma distribuito solo negli USA)
    Sul PSN ho scaricato i primi due episodi, che sono i migliori: fa un po' impressione vedere quelle immagini su uno schermo da 47 pollici.
    Si lascia ancora giocare che è una meraviglia.
    Ricordo infine che in epoca Playstation 2, sulla concorrente XBox fu pubblicato in esclusiva (anche per PC, in realtà) un certo Splinter Cell.
    Splinter Cell raccoglie l'eredità di Syphon Filter e come serie, dopo molti anni e molti capitoli, è arrivata alla stessa conclusione di Syphon Filter nel 1999: da stealth game ad action spy-game.
    Tua Vecchia Cariatide

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Procedo con ordine!
      Non pensavo di beccare un titolo così tanto apprezzato da te... tieniti forte per il prossimo anche se la rubrica tornerà a gennaio (ciuff ciuff e non dico altro!).
      Per le prossime volte userò il titolo che preferisci.
      Di Bubsy 3D ho letto informandomi per questo articolo ma non lo conosco.
      I due spin off per PSP mi sono sfuggiti mentre mi documentavo (scrivo con birra, stuzzichini e televisione accesa che mi distrae, prefissandomi una scadenza serale, come viene viene, non ci metto l'accuratezza tua che apprezzo troppo sia nei tuoi articoli che nei commenti da me... d'altronde ognuno ha il proprio metodo).
      Lasciamo perdere sul generalizzare i generi (gioco di parole appropriato)... se leggi in rete sono quasi tutti action, banalizzando tanti titoli che non lo meritano!
      Riguardo Splinter Cell (di cui non parlerò perché ancora troppo conosciuto) ci avevo pensato ieri e non penso di scrivere una cazzata se dico che è un ibrido nato da una relazione di una notte tra MGS e SP.

      Ora provo a integrare una piccola parte del tuo commento editando l'articolo, senza allungarlo troppo.
      Vorrei collaborare con te per un futuro pezzo ma rischiamo di superare i 4 metri di scroll 😆

      Elimina
  7. Questo me lo ricordo bene uscito proprio sulla scia di Metal Gear Solid ma non credo di averlo mai giocato, forse provato ma mai posseduto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provarlo oggi per la prima volta non so quanto potrebbe piacere ma appena uscito era un gran gioco!

      Elimina
  8. Era ed è un signor gioco! Un misto tra 007, Tomb Raider e Tommy Clancy (amico mio intimo ahah). Le madonne che sono partite per finirlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, fatto elementari insieme con Tommy.
      Non mi ricordavo lo avessi giocato pure tu. Uno dei pochi che non abbiamo comprato/giocato in contemporanea.

      Elimina
  9. Ricordo che all'epoca lo masterizzai ad un mio amico, ma non l'ho mai giocato. Non ho mai avuto l'occasione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un vero peccato! Speriamo che almeno il tuo amico se lo sia goduto!

      Elimina