Work in progress

WORK IN PROGRESS...
STO CAMBIANDO GRAFICA
SCUSATE PER IL DISAGIO CAUSATO DALLE CONTINUE MODIFICHE

lunedì 26 febbraio 2018

Ultimate Ghosts 'n Goblins

Torna dopo tanto il lunedì videogiochi, ormai appuntamento aperiodico ma sempre nel primo giorno della settimana!
Questa volta tocca ad una delle tante versioni del mio gioco preferito di sempre, Ghouls 'n Ghosts per Sega Master System (l'unica che abbia mai amato).

Prodotto e sviluppato dalla Capcom, uscito in esclusiva per PSP nel settembre del 2006, Ultimate Ghosts 'n Goblins riprende il nome che ha dato origine alla leggenda nel 1985.

L'ho recuperato solo lo scorso sabato principalmente per 2 motivi:
1) non ricordavo dove avevo messo la console portatile, non mia ma dopo un tot di anni se il proprietario non la reclama, diventa dell'attuale possessore, non so quale legge o etica imponga questa cosa, finita nella confusione di una stanza che uso come sgabuzzino (mi spiace Federico o Tancredi, non ricordo di chi di voi due fosse).
2) non sapevo nulla dell'esistenza di questo titolo o forse ho deciso di rimuoverlo per la mia avversione verso le versioni diverse da quella del SMS (ho odiato Super Ghouls 'n Ghost).

Sostanzialmente mi ha deluso, come ogni altra versione che non sia
quella per SMS ma procediamo con ordine nel dettaglio.
Giocabilità peggiore della versione per SMS e già lì faceva abbastanza schifo (i porcodd-- che abbiamo tirato giù io e mi cugino solo Dio lo sa, sbattendo anche il joypad a terra con violenza ma quelli si che erano controller, indistruttibili). Ma almeno lì una volta che capivi la strategia, ad esempio che per superare i vuoti ostici, bastava scegliere gli stivali che allungavano la distanza del salto, invece qui anche se è stata ampliato il lato GDR, resta sempre tutto complicato. Il doppio salto lo potevano tranquillamente evitare (o lo scudo che ti fa volare per qualche secondo), avrei preferito di nuovo gli stivali.
Sempre a differenza della mia amata versione, c'è la magia, molto utile per sconfiggere i mostri di fine livello ma qui del tutto inutile (mai usata per tutta la durata del gioco).
Altro elemento importante erano le armature che aumentavano di potenza mano a mano che avanzavi di livello, qui invece ad ogni partita si riparte sempre da quella base d'argento per poi proseguire.
Invece per le armi resta tutto invariato, ovvero ti devi portare dietro l'ultima che prendi, anche se è brutta, scomoda o inefficace e anche se la prendi per sbaglio (quanti minuti persi aspettando che sparisse o vite perse per evitare di prenderla, saltando di qua e di là). Quindi l'unico aspetto dove potevano inserire migliorie, è stato ignorato.
Strettamente legata alla giocabilità c'è la difficoltà, dove per la prima volta ho scelto "modalità novellino", la più facile e non me ne vergogno affatto perché resta comunque un gioco difficile, con troppi nemici che ti attaccano di continuo e per ucciderli/non essere ucciso, non ti godi i bellissimi scenari.
In compenso, tanti nemici portano tangi oggetti (armi, ampolle per la magia e armature), che nelle vecchie versioni potevi trovare solo nella cassa magica (se non ti capitava il mago cattivo, che qui appare a caso), mentre qui le trovi nelle classiche anfore trasportate in volo dai nemici, che nelle vecchie versioni avevano solo i punti.
La grafica è uno dei pochi pregi, anche se troppo colorata/a neon, forse esagerata per questo videogioco ma che avevo apprezzato molto in prodotti indie come Trine.
Invece se parliamo in termini di pixel, l'ho trovata molto buona per quanto possa offrire la PSP.
Le differenze con la mia versione preferita sono tante, anzi, sono totali! Se il primo livello è molto simile, sia per scenario che per musica, già dal secondo cambia tutto. Manca il mio preferito, quello con le teste rimbalzanti/testuggini e la musica alla quale io, Nicolò e Andrea (cugino di papà) avevamo aggiunto un testo del tutto insensato "pisa tu pisa la cacca di Marisa".
I mostri? Quelli di fine livello sono completamente diversi. I maiali che io associavo a Bebop delle Tartarughe Ninja? Una brevissima comparsa. Le statue con la lingua lunga? Sostituite da fantasmi che vomitano nebbia. I demoni che lanciano tre teschi sono gli unici rimasti.
La longevità è tra le cose rimaste invariate, anzi, in questa versione recente sembra durare di più ma solo per la difficoltà che rallenta tutto, facendoti ripetere troppe volte ogni livello.
In conclusione lo consiglio solo ai veri appassionati ma senza avere troppe aspettative.

22 commenti:

  1. Quello sul Master System era imbattibile verissimo. Però le altre versioni non mi sono dispiaciute, quella del Super Nintendo a me piaceva. Questa mai vista ne provata, quando ci vediamo me la fai vedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li chiamano limiti tecnici ma per me sono pregi quelli del SMS!
      Quando torni ricordamelo 😋 sempre se non mi riperdo la PSP 😝

      Elimina
  2. Quindi questo è un reboot? (Kiral). Comunque è un gioco che ha 12 anni, pazzesco come vola il tempo.

    Avrei voluto assistere a una partita con commento sonoro, tra imprecazioni e canzoncine :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naa, per un reboot ci deve essere un saga di due o più capitoli, questo ha mostrato sempre la stessa identica avventura, cambiando solo grafica, nemici e abilità. Sono tutti remake del titolo dell'85.

      Ti saresti divertito più che a giocare, infatti chi non aveva il joypad in mano, si divertiva lo stesso 😁

      Elimina
    2. Ma io sempre mi divertivo più a vedere il gioco e l'amico che giocava, piuttosto che giocarci direttamente :P

      Elimina
    3. Ahah io molte volte ero costretto perché mio cugino (questo qua sopra) non mi cedeva mai il joypad.

      Elimina
  3. Io ricordo le imprecazioni sul cabinato del primissimo in sala giochi..quanto difficile era? :D La legge che una cosa diventa automaticamente tua si chiama usucapione, mi ricordo anche una storia di Paperone basata su di essa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino, anche se ci ho giocato poco al cabinato, dato che oltre il danno c'era la beffa dei soldi spesi!
      Ah ecco, sapevo dell'esistenza ma non che avesse anche un nome. Figurati se Paperone non la conosceva 😁

      Elimina
    2. Ho trovato anche la storia in oggetto https://it.wikipedia.org/wiki/Il_matrimonio_di_Zio_Paperone

      Elimina
    3. Grande, efficiente come Riky!
      Comunque non credo di averla mai letta, ovviamente nelle ristampe, dato che nell'84 non leggevo ancora 😄

      Elimina
  4. Già sai quanto sia affezionato a questo gioco di Capcom. La versione per PSP non l'ho provata anche perché se devo giocarmela portatile l'originale MAME tutta la vita su un tablet Android va alla grande.
    Tante le modifiche apportate (anche nella palette grafica) che quasi era meglio dargli un altro nome e non "Ultimate".

    PS: sul "ratto" della PSP io potrei chiedere l'applicazione del massimo della pena ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande, stavo per avvisarti di questo post ma poi mi è arrivata la notifica del tuo commento, il tuo videogame radar ha fatto prima di me 😝 però non ha funzionato per due post fa, dove ho ripescato vecchi articoli, tra cui uno su I Am Alive... o semplicemente lo hai visto ma non avevi nulla da dire (ne dubito, chiacchierone come sei 😆).
      Comunque sì, lo so bene quanto ci sia affezionato, ne abbiamo parlato più di una volta.
      Tablet senza un controller... non so se mi piacerebbe, io a quelli vecchi ci rigioco su PS3 solitamente.
      Comunque come hai potuto leggere dall'articolo, non ti sei perso nulla, nonostante Videogame.it ne parlò bene. È talmente diverso che devi sforzarti per capire in quale livello del vecchio ti trovi, nonostante lo si conosca a memoria.

      Non ho capito se sei a favore mio o dell'ex proprietario della PSP... 😁

      Elimina
    2. Ho visto il tuo post su I Am Alive ma è stato un caso tipico di "tempo-tiranno". Sul tablet senza controller sono d'accordo con te, ma io ho un tablet JXD S7800b che ha leve analogiche e croce direzionale integrate nella scocca. Lo schermo touch da 7 pollici e basato su Android, praticamente vi gira qualsiasi emulatore. il processore è abbastanza potente per fare girare anche l'emulazione della prima PlayStation. Non è esattamente intuitivo come gestione sopratutto per il MAME, ma funziona bene.

      PS:
      sono a favore dell'ex-proprietario. Ti ricordi il mio decalogo delle tavole fuorilegge della convivenza videoludica? Ecco, sei andato contro la Tavola fuorilegge n.ro 8 ;)

      Elimina
    3. Maledetto tempo! Mi vorrei iniziare a leggere il tuo Batmancito ma non trovo mai il tempo, dove caspita si sarà cacciato... comunque basta che so che l'hai visto 😉
      Lo voglio anche io quel tablet, ho appena visto le immagini! Potrei usare anche la PSP ma ha lo schermo troppo piccolo. Se poi trovi l'emulatore giusto che ti fa cambiare i comandi, è ottimo. Sulla PS3 non te li fanno cambiare e sono sempre invertiti salto e azione 😩

      Ahahah hai ragione ma in mia discolpa dico che non la usavano mai e quando l'ho presa io gliel'ho anche modificata, ridandogliela per un breve periodo, poi me la sono ripresa. Abitavamo anche a due piani di distanza, non è che sono sparito.
      Comunque il proprietario, qui sotto, ormai me l'ha ceduta quasi volentieri 😝

      Elimina
  5. Hahahahahah era la miaaaaa!
    Però, una delle pagine del "Fra-Codice" riporta:
    "Se un oggetto o una donna è stata lasciata più di 72h con un fratello, il fratello ha il permesso di tenersela."

    Quindi ormai il suo legittimo proprietario sei TU.
    2 anni fa ho comprato anche la PS Vita, giocato poco e riportata indietro...ormai mi è rimasta solo la gloriosa PSone e PS2 XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah ah ecco, comunque quando vuoi, magari per un viaggio, te la presto 😉
      Mitico, non ricordavo quella pagina del Fra-Codice 😂

      La PS Vita non la potevi prestare a me invece di riportarla indietro? Ora è modificabile anche quella 😄

      Elimina
  6. In effetti la grafica è figa, e a me piace proprio perché così colorata all'acido.
    Non è facile trovare colori così nei videogames.
    Un titolo intramontabile, han fatto bene a riproporlo almeno il titolo gira ancora.
    Certo, pur con tutti i difetti che citi^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per qualsiasi altro gioco, piace molto anche a me (vedi Trine, che cito), per questo titolo non mi fa impazzire ma neanche la metto tra gli aspetti negativi.
      Hanno fatto bene anche perché mi ha dato mi unire vintage a moderno per un post adattissimo ai tempi che tratto, anche se sono arrivato con quasi 12 anni di ritardo 😝
      Dai, almeno ci hanno provato e poi c'è chi lo ha apprezzato.

      Elimina
  7. Ricordo che a me è piaciuto, ma non è all'altezza dei primi capitoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non sono l'unico ad averlo giocato.
      A me anche se ha deluso mi ha comunque spinto a finirlo, quindi sostanzialmente non è da bocciare.

      Elimina
  8. Ghost'n Goblins era un gioco eccezionale, ma mi sono fermato all'originale :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'importante è che tu ci abbia giocato! C'è gente che non lo conosce!!! 😲

      Elimina