sabato 17 febbraio 2018

Un Brutto Quarto D'Horror con il...Professor Rantolo nn. 1-10

Stasera per caso mi sono imbattuto in questo fumetto di cui non avevo mai sentito parlare.
Si tratta di brevi racconti horror, realizzati da autori e disegnatori emergenti, sulla scia del mitico zio Tibia, sostituito qui dal professor Rantolo come presentatore, che introduce le storie in rima, rilasciati gratuitamente in formato PDF e poi raccolti in volumi cartacei a pagamento, potete trovare tutto sul sito ufficiale.
La prima pagina di ogni numero, quella in cui rantolo presenta, mi hanno ricordato il vecchio fumetto della EC Comics, Tales from the Crypt, credo inedito in Italia ma che conosciamo per via della serie I Racconti della Cripta, in cui però a presentare l'episodio era il
Guardiano della Tomba, da non confondere con zio Tibia.
Ho letto i primi 10 e li ho trovati tutti molti buoni, macabri più che spaventosi ma solo perché credo sia impossibile spaventare con un fumetto, almeno a me non è mai capitato.
Il terzo mi ha fatto ridere quando ho visto il bimbo ciccione, mentre il quarto sembra quasi una parodia. Del quinto non mi sono piaciuti i disegni, sembra non siano stati rifiniti ma ha un bel finale a sorpresa. Il sesto è davvero raccapricciante.  Il settimo parte bene, con titolo e crediti in stile Dylan Dog ma poi i disegni non lo sono e mancano i balloon... il finale non l'ho capito. L'ottavo invece è molto dylandoghiano, oltre che nel titolo, lo è per i disegni e per il genere di storia, mi ha ricordato anche il film per il fatto che Attenzione Spoiler: i protagonisti sono zombie in putrefazione e completamente senzienti come lo era l'assistente del protagonista. Il decimo ha il lettering in minuscolo, cosa che odio e la storia non mi ha detto nulla.

La migliore: n. 6
La peggiore: n. 10
Non l'ho capita: n. 7
Una serie che mi sento di consigliare agli amanti dell'horror, di Dylan Dog, di Zio Tibia e dal collega guardiano della tomba, pochi minuti da passare con piacere.

Se ti piace Dylan Dog, potrebbe interessarti:
- Dylan Dog n. 317
Dylan Dog I Colori Della Paura nn. 1-2-3

18 commenti:

  1. Aspetta, Tales from the Crypt aveva una fantastica citazione nella serie a cartone dei Ghostbusters! (I "The Real").

    Ho letto le prime storie e devo dire, sono brevissime :D.

    Il n.1 è disegnato bene, ma diciamo più un 'divertissement' che una storia. Il n.2 il giusto inquietante. Il n.3 più che ridere il ciccio mi ha inquietanto: guarda la vignetta in cui dice il suo nome, ahah. La quarta storia è simpatica :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo sapevo ma non mi sorprende! Mi piacerebbe rivederla. La segno come quella natalizia! Non so neanche se siano facili da trovare... non ho mai cercato.

      Brevissime come piacciono a me, sopra le 20 pagine mi stanco (ricordi la mia su quelle di Topolino?).

      Sul primo concordo, poteva essere sviluppato meglio (un più classico fanciulla in difficoltà che però è la complice dell'assassino). Il secondo mi era sembrato un po' Saw all'inizio. Ahahah vero per il terzo, "Ruggero" è inquietante lì! Il quarto avrei preferito avesse lasciato più di pietra 😆

      Elimina
  2. Oh, che figata.
    Certo io amo anche Pelleossa, la versione cartoon del guardiano della Cripta, quindi figurati.
    Ottima segnalazione, thanks: vediamo cosa succede^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, Pelleossa lo avevo del tutto rimosso. Piaceva molto anche a me e ho appena scoperto che sul Tubo sono disponibili gli episodi.
      Ero certo che potesse piacere a molti miei lettori, per questo ho condiviso, anche perché è poco conosciuta e non lo merita (gli episodi che ho letto io sono del 2005).

      Elimina
  3. Bella idea, fatalità sul Rat-Man Gigante di qualche mese fa Ortolani ha recuperato la stessa idea con tre storielle brevi con finale "da sobbalzo"! Comunque ripeto, bella idea, vedremo se a qualche fiera lo recupero anch'io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, molto bella!
      Questa non sono brevi, sono brevissime, dalle 4 alle 7 pagine a storia.
      Non sono ancora convinto di comprare il cartaceo, prima vorrei leggere qualche altro numero. Ma sono più propenso per il sì.

      Elimina
  4. Uhhh non conoscevo queste storie! Corro a leggerle!
    Non mi fa impazzire l'horror o il macabro (pur essendo un appassionato di Dylan Dog), ma non posso lasciarmi scappare dei fumetti aggratis!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In formato PDF te le metti sul tablet e stai a cavallo, tu che ami tanto il digitale 😉
      Poi fammi sapere cosa ne pensi.

      Elimina
    2. Yes, è quello che sto facendo ahah domani inizio a leggerli e, appena mi sono fatto un'idea, ripasso da queste parti :D

      Elimina
    3. Ottimo! Magari ti viene anche voglia di farci un post tuo.

      Elimina
  5. Non sono un'amante dell'horror, ma una possibilità gliela voglio dare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova, tanto sono 4-7 pagine a storia, alla peggio butti 5 minuti della tua vita 😉

      Elimina
  6. Interessante, potrei darci un occhiata. Si difficilmente, anzi forse è impossibile spaventarsi leggendo però provare senso di inquietitudine o angoscia si, a me capitò con IT e con una storia di Dylan Dog Color Fest in cui Dylan era intrappolato dentro una stanza, quando cercava di uscire si ritrovava sempre lì, fantastica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto è gratis! 😉
      Vero, ci sono alternative funzionanti. Essendo troppo corte, queste storie non possono puntare a inquietudine e angoscia ma si rifanno con bei finali a sorpresa a tema macabro e raccapricciante. Alte invece sono horror solo per i soggetti usati.

      Elimina
  7. Proverò anch'io a buttarci un'occhio, grazie per la segnalazione :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saresti il Conte Gracula se non gli dessi una possibilità!

      Elimina
  8. Bella iniziativa. Poi, secondo me, l'orrore nei fumetti non è fatto per spaventare ma per intrattenere (però, c'è stato solo un fumetto che mi ha davvero angosciato, anche se non era un horror: è L'Eternauta)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella e pure vecchia... nel senso che l'ho scoperta ora ma se sono stati messi online nel 2005 (data di realizzazione delle storie che ho letto), sono arrivato con un po' di ritardo.
      Verissimo, intrattenere con quei colpetti di scena finali che ti fanno spalancare gli occhi come il sesto numero o anche il terzo (che però è stato un po' troppo telefonato).
      L'Eternauta è una mia grave lacuna, devo rimediare!
      A me ha angosciato molto anche la DC da Flashpoint in poi 😝

      Elimina