venerdì 2 novembre 2012

Dead Space 2

Ero stato un po' bloccato a iniziare questo secondo capitolo, per via delle voci che lo davano più incentrato sull'azione che all'horror/survival horror... cosa che non ho trovato affatto veritiera! Terrore quanto il primo capitolo, se non di più. Nonostante, bene o male, si sapesse benissimo cosa aspettarsi.

Altro pregio che per me è uno dei più importanti, è la linearità massima del videogioco, ancora più del primo, in cui volendo potevi andare dove volevi ma grazie al navigatore, alla fine seguivi il percorso prefissato. Si va dal punto A al punto B, senza deviazioni o obblighi a tornare dietro qualora ti fossi dimenticato qualcosa, salvo un paio di rare eccezioni in cui sono dovuto tornare nella stanza precedente per prendere un generatore che dava elettricità alla porta. Questa cosa, però, ha portato all'eliminazione della mappa, che in fin dei conti non sarebbe servita a nulla qualora ci fosse stata, anche se ammetto che all'inizio mi ha fatto uno strano effetto, dandomi un senso di smarrimento.

Nulla da dire sulla storia, che prosegue di pari passo quella del capitolo precedente, chiudendo alcuni cerchi legati a Isaac e ai suoi sensi di colpa nei confronti della fidanzata.
Buona anche la coprotagonista, che alla fine del gioco ha un ruolo importante in perfetto stile film hollywoodiano.

Dead Space 2 è uno di quei rari casi in cui un sequel supera il prequel. Da non perdere!

Nessun commento:

Posta un commento