Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

giovedì 24 giugno 2021

Food Fighters: ricordo e pubblicità Topolino del 1990

Altro "giovedì giocattoli" ispirato a una pubblicità presa dal settimanale più famoso del Bel Paese, con un prodotto della mia infanzia!
Disegno di Real-Warner, preso da Devian Art
I Food Fighters erano una raccolta di action figure messa in commercio dalla Mattel tra il 1988 e il 1989. Si trattava di giocattoli di plastica morbida e cava, con l'aspetto di cibi antropomorfi vestiti come dei militari. Si dividevano in due squadre, ciascuna composta da cinque personaggi: i Kitchen Commandos, i buoni, e i Refrigerator Rejects, i cattivi. La collezione comprendeva alcuni gadget, come i mezzi di trasporto, armi e zaini staccabili. Le tag-line degli imballaggi recitavano: "Combat At Its Kookiest!"

I Food Fighter venivano comunemente venduti in piccole catene di discount. La collezione non ebbe molto successo in quel periodo, ma successivamente riscossero un certo interesse per i collezionisti di giocattoli d'epoca.
Quattro anni fa li avevo ricordati grazie a un collega blogger, riportando il mio commento in questa mia vecchia rubrica
Credevo di essere l'unico a ricordarli e ad averne posseduto almeno uno...
Nel 1990, anno più, anno meno, i miei genitori osarono lasciarmi nell'area bimbi di uno dei primordiali centri commerciali, era piccolo, quindi un mix tra i grandi magazzini e i centri commerciali arrivati qualche anno dopo ma già in voga negli Stati Uniti (come dite? Generazione X/Mall Rats? Esatto!).
Ero disperato perché odiavo (e odio tuttora) gli animatori, essere parcheggiato a degli sconosciuti (ma anche da amici o parenti, mai avuto un/a baby sitter). Al di là dall'asilo o dalla scuola non volevo stare con altri bambini al di fuori dei miei cugini o amici più intimi e soffrivo anche di sindrome dell'abbandono... ero un bambino complicato, lo so!
Sapendo il sacrilegio che avevano compiuto, per farsi perdonare, vennero a riprendermi con un regalo.

lunedì 21 giugno 2021

Estate 2021

Immagine presa in rete, su WallpaperShit
Oggi entra l'estate, direi quasi a fagiolo perché dopo un maggio e un inizio giugno all'insegna delle brutte giornate e da una temperatura bassa, dall'inizio del fine settimana appena concluso, è arrivato il caldo estivo! Infatti sono riuscito a fare un bagno a mare senza stringere i denti e maledire le onde, solo venerdì pomeriggio.
Mentre le mie amate cicale sono riuscito a sentirle per la prima volta solo ieri pomeriggio. Stamattina ancora niente...

Chi mi conosce da almeno un po', sa che l'estate è il periodo che più mi crea nostalgia, più del Natale. Cosa c'era di più bello del periodo natalizio, pieno di giocattoli (che comunque arrivavano il 30 luglio per il mio compleanno), se non quello legato alla chiusura di quella merda che ti ha obbligato ad alzarti presto per quasi 9 mesi? Dopodiché 3 mesi senza sveglia, senza compiti (mai fatto quelli estivi), interamente dedicati al gioco, ai bagni in piscina e alle giornate in mare!

giovedì 10 giugno 2021

Paciocchini: spot TV e pubblicità Topolino del 1990

Torna dopo un bel po' il "giovedì giocattoli", dedicato a materiale di tanti anni fa, ma solo perché giugno mi rende più nostalgico del solito.
da Topolino n. 1787 di febbraio 1990
"Siamo uno, siamo tanti, tu non sai nemmeno quanti!"
Così recitava lo slogan e il jingle.

Piccoli giocattoli di plastica gommosa che si trovavano in confezioni sorpresa, in busta o in barattolo, proprio come i Kombattini, che ai miei tempi si trovavano nei negozi di giocattoli o nelle cartolibrerie, non di certo in edicola! Distribuiti dalla mitica GiG!
Volevano essere una risposta femminile ma ammetto di essermi divertito anche con questi.

Ve li ricordate? No? Allora vi rinfresco la memorai con lo spot!

mercoledì 9 giugno 2021

Diabolik anno LX - n. 6 La Lunga Attesa

Soggetto: Andrea Pasini
Sceneggiatura: Roberto Altariva
Da un idea di: Michele Iudica
Disegni: Elia Bonetti
Copertina: Matteo Buffagni
Casa: Astorina
Prezzo: € 2,80
Data d'uscita: 1 giugno 2021

Giorgio Redford è sempre stato abile a tenere nascosto il Diadema delle Spade, nonostante Diabolik lo stia cercando da anni. Ora è costretto a metterlo in vendita, ma sa che il Re del Terrore non può lasciarsi sfuggire questa occasione.

Un episodio dipanato in molti anni che riprende storie uscite in passato, dal '68 in poi. Nonostante le didascalie che rimandano alle vecchie storie, risulta tutto leggibile e scorrevole anche se non le si ha lette. Ad esempio io ho letto solo L'Ora della Verità (anche questo aveva molti rimandi), che non ricordavo minimamente e non ho avuto alcun problema. Ma questa è una qualità di Diabolik da sempre!

martedì 8 giugno 2021

Sons of Anarchy (quarta stagione)

Cambio!
Da questa stagione la serie non la inserisco tra gli "updated", rimandandovi al vecchio post (che non si è filato nessuno) ma, bensì, blocco i commenti al vecchio, per dare totale visibilità al nuovo!
La mia vecchia opinione:
Finita anche questa! In realtà quando ho commentato la terza l'avevo già finita da un pezzo ma per pigrizia non ero venuto a commentare qua.
Bellissima anche questa, anche se comincio ad essere già un nostalgico delle prime, stanno cambiando troppe cose e mi mancano i rapporti che c'erano all'inizio tra tutti (mi succede con tutte le serie).
Classico colpo di scena finale che ti fa esclamare: cazzo, non c'è mai fine al peggio! Nuovo "nemico" molto interessante per la prossima stagione. Inoltre molti membri SAMCRO dovranno indossare una maschera per andare d'accordo con gli altri.
Mi è dispiaciuto il trattamento che Jax ha riservato a Tig. È pazzo, è troppo un cagnolino fedele di Clay ma resta comunque uno dei miei personaggi preferiti anche se nella prima stagione per un po' l'ho odiato quando ha ucciso quella persona.
Unica vera pecca della stagione sono i capelli corti di Jax. Vi prego, fateglieli ricrescere il prima possibile!
Cameo della vagabonda: al parco quando cercano di prendere Tara.