sabato 3 ottobre 2015

Remember Me

Finito da "enne" mesi, mi decido a scrivere la mia su questo bellissimo e ingiustamente poco conosciuto videogioco, un po' come Mirror's Edge.

Con una trama cyberpunk davvero avvincente e con dei bei colpi di scena, Remember Me strizza l'occhio a molte opere del genere, ad esempio a me ha ricordato Johnny Mnemonic, quindi non originalissimo ma chi se ne frega!
Il doppiaggio italiano è ottimo, accompagnato da una bella colonna sonora.

Il gioco è lineare, molto lineare, pure troppo! Direbbe Thomas Prostata.
Amo i giochi lineari ma questo addirittura ha dei segnali che suggeriscono la strada o l'arrampicata da intraprendere quando non è che ci sia vastissima scelta. E non si possono neanche disattivare. Così spesso ho avuto la sensazione di percorrere un corridoio dritto con le frecce per terra che mi indicavano dove andare.
Per fortuna ci pensano le ambientazioni a far dimenticare la troppa linearità, che sono qualcosa di fantastico, pane per i denti di un videogiocatore/esploratore per natura come me, tanto che ho passato la maggior parte del tempo a guardarmi intorno, sia il panorama in lontananza che le piccole cose come le vetrine dei negozi.
Giocabilità ben fatta per quanto riguarda le arrampicate ma anche per i combattimenti, che sono della difficoltà giusta, combo facili e non troppe.
Il "lato GDR" non è difficile, senza le solite ramificazioni che fanno solo perdere tempo.

Da menzionare assolutamente il Remix dei ricordi, ovvero in alcune parti del gioco dobbiamo alterare la memoria di un personaggio in modo da cambiare le sue azioni a nostro favore. Trovata originale ma che purtroppo è stata utilizzata solo 4 volte.

In breve: c'ha le arrampicate quindi è fico! A me basta questo per farmi comprare un gioco di corsa!

Nessun commento:

Posta un commento