mercoledì 21 aprile 2021

21 aprile, auguri Roma! [FILM] Il Primo Re (2019)

Oggi si festeggia il natale di Roma e da buon romano sento questo giorno più di altri, nonostante sia di origini abruzzesi. Ho deciso di omaggiare questo compleanno con questa pellicola, vista non appena disponibile nel catalogo ondemand di SkyGo, 2 anni fa, e ne sono rimasto piacevolmente colpito.
Non trattando in particolar modo i film, mi sveglio solo oggi per trattare un argomento affine a questo natale, con la scusa di celebrare questo giorno, deciso dalla leggenda.

Il film è interpretato da due dei protagonisti della serie TV Suburra (qui la prima stagione). A (mia) sorpresa il talento Claudio Borghi interpreta Remo, mentre Alessio Lapice, con la faccia pulita da bravo ragazzo, interpreta Romolo. Ammetto che non vado molto a informarmi sui ruoli, sulla trama e non guardo le clip, dato che ormai sono diventate uno spoiler enorme, più di quello che vorrebbe farvi il cugino testa di cazzo, solo per dispetto. Quindi per me è stata tutta una sorpresa, dato che la leggenda, ad ogni racconto che ho ascoltato in tenera età, tra lezioni a scuola e barzellette, era proprio il contrario, ovvero che il farabutto fosse Remo e che, giustamente, alla fine finisse Romolo sul "trono".
Qui cambia tutto, Romolo non solo è il più debole e il più rincoglionito ma risulta anche un'emerita testa di cazzo, una merda umana!
Per un attimo ho pensato che fossi influenzato dagli attori ma non è così, Romolo è proprio una pippa, per tutti i minuti che appare nel film, il gemello piccolo e indifeso. Poi c'è Remo, quello forte che da solo porta avanti la baracca... nonché protagonista, stando anche alle locandine.
Usare il linguaggio dell'epoca, il proto-latino (tirato fuori grazie a non ricordo quale università), Ã¨ risultata una scelta tutt'altro che ostica, dato che i dialoghi sono brevi e i sottotitoli si leggono tranquillamente, come per pellicole come La Passione di Cristo. Sempre più sensato così di chi segue solo in originale e non conosce manco una parola della lingua originale ma lo fa solo perché "così è meglio"... ma sotterratevi vivi dentro una bara!

Durante i titoli di coda, vuoi per Borghi, vuoi per questa interpretazione di trama, in me è nato un solo pensiero: Remo è stato e sarà per sempre il primo vero re di Roma... e vaffanculo a quella mezza tacca di Romolo!

6 commenti:

  1. Questo non l'ho mai visto ma mi ha sempre incuriosito...ecco anch'io non capisco quelli della lingua originale ad ogni costo, mi sembra solo una maniera per rompere le balle, anche perché abbiamo i migliori doppiatori al mondo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono concentrato a parlare delle caratterizzazioni dei protagonisti e della lingua usata, e poi mi sono dimenticato di trarre un giudizio 😆 Era meglio la vecchia dicitura "non-recensione" che "recensione flash"...
      Comunque merita tantissimo! Se ti capita... 😉
      Sui fissati per la lingua originale hai detto bene, rompono solo le palle. Salvo solo quelli che conoscono la lingua... ma di tutti quelli che guardano anime in giapponese, penso che conosceranno la lingua solo l'1%, probabilmente quelli che fanno i sottotitoli 🤣

      Elimina
  2. Visto ed apprezzato. Borghi si sta dimostrando un attore sempre più gigantesco.
    Riguardo alla leggenda sulla nascita di Roma, alla scommessa tra i due gemelli su quanti avvoltoi (o aquile) vedesse l'uno o l'altro per potersi arrogare il diritto di fondare e battezzare col proprio nome la nuova città, proprio l'altro giorno ascoltavo un programma su Rai Storia nel quale si diceva che -non mi ricordo più secondo quale storico o cronista- molto probabilmente Romolo avesse barato sul numero dei suoi avvistamenti.
    Ora, naturalmente sappiamo tutti che una cosa è la Leggenda ed altra è la Storia, però il particolare è comunque divertente. E' quasi rinfrancante sapre che esistessero complottisti anche nell'antichità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da Non Essere Cattivo, sono fan sfegatato di Marinelli e Borghi. Il primo lo preferisco leggermente di più come doti ma ha il difetto di scegliere quasi tutti film di merda, mentre il secondo azzecca di più le sceneggiature.
      Ah, ecco, quindi Rovere non è stato il primo a mostrare un Romolo stronzo 😝
      La faccenda degli uccelli non la ricordavo, conosco bene solo quella sul non sconfinare (da lì anche la barzelletta che accennavo anche se non la ricordo bene), che qui viene anche ripresa nel finale.
      "Fake news!" direbbe Trump 😅
      A giudicare dagli uomini che nel film hanno deciso di seguire Romolo, non mi sorprenderebbe però 😁

      Elimina
  3. Ma povero Romolo :D
    Comunque come sai mi è piaciuto molto anche a me, merito degli attori ma non solo, un film in un certo senso istruttivo, di cui ho apprezzato anche i sottotitoli ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povero giusto l'attore, perché in questo film se lo merita tutto il disprezzo 😝
      Tutto molto valido in questo film, difficile trovare difetti.

      Elimina