Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

giovedì 4 novembre 2021

Diabolik anno LX - n. 11 Vincitori e Vinti

Soggetto: Mario Gomboli e Andrea Pasini
Sceneggiatura: Roberto Altariva
Disegni: Antonio Muscatiello
Copertina: Matteo Buffagni
Casa: Astorina
Prezzo: € 2,80
Data d'uscita: 1 novembre 2021

Alla fine il banco vince sempre, come ben sanno i frequentatori – e i gestori – dei casinò. Ma Diabolik si chiede: cosa succederebbe se, per una volta, a vincere fossero i giocatori... tutti i giocatori?

Dalla sinossi sembra tutto chiaro ma non è così! È fuorviante come la maggior parte delle copertine della DC Comics durante la Silver Age! Leggendola ho pensato che i gestori del casinò fossero loschi figuri che manomettono le carte o le macchine ma non è così, anzi, sono perfino onesti, soprattutto il direttore, nonché socio di maggioranza. E qui la chiudo per non fare spoiler.

Quello di novembre è ancora un altro numero che conferma e mette in risalto i pregi di questa serie, ovvero il saper intrattenere, tenendo incollati fino alla fine, una fine che arriva in un battere di ciglia!
Lineare e senza eclatanti colpi di scena, si conclude con piacere, nonostante ci si ritrovi tra le mani qualcosa di diverso da quello che qualcuno avrebbe potuto pensare all'inizio.

Nonostante la lettura sia soddisfacente, è impossibile evitare di restare allibiti da tanta semplicità riguardo il colpo del Re del Terrore e di Eva, che fanno la figura di rapinatori sempliciotti come quelli di Ocean. Non è solito vederli alla caccia di comune contante, anche perché non ne hanno bisogno, poi se capita in una situazione da rapina di caramelle a un bambino nel passeggino, é inevitabile storcere il naso!
Alle matite torna il bravissimo Muscatiello, col suo inconfondibile stile fotorealista che, oltre ad essere facilmente riconoscibile, cosa non da poco in una serie che cerca sempre di standardizzare il tratto, che personalmente apprezzo sempre!

Un giudizio spezzato a metà, da una parte una narrazione scorrevole e avvincente, dall'altra piccoli puntini sulle i che ti portano a meravigliarti se leggi abitualmente Diabolik da qualche anno. Da una parte do il massimo dei voti, dall'altra l'insufficienza... per bilanciare resto sul buono ma si poteva fare di più!

Prima di chiudere, torno con la rubrica che tutti amano (?) ma che nessuno si incula, ovvero: i Gadget di Diabolik!
In questo numero il ladro è costretto a fare inversione di marcia con la sua Jaguar ma non ha spazio di manovra, così ricorre a un tasto che fa sembrare l'automobile una macchina fotografica su tre piedi e riesce a rigirarsi di 180°!

5 commenti:

  1. Il trucco sulla Jaguar molto molto old style: l'ho adorato.
    Vero sulle sinossi: infatti io non credo mai a ciò che vogliono sembrar lasciare intendere, e mi chiedo sempre cosa ci sarà davvero in quell'albo^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, è proprio vecchio stile e per questo mi ha fatto anche un po' ridere 😝
      Solitamente non do peso alla sinossi, dice sempre troppo poco ma stavolta mi ha proprio fregato!

      Elimina
  2. Verissimo sulle sinossi, proprio molto fuorvianti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già ma non è sempre così, solitamente sono solo molto vaghe e per quello puoi finire su tutt'altra direzione, non perché ti ci mandano di proposito.

      Elimina
  3. This is a good time to make long term plans and it's timely.
    Have fun. I have read this post, and if you will excuse me, I would like to advise you on interesting topics or tips.
    You can write the following articles on this topic.
    I want to read more topics on this topic!
    english stories english short stories with moral value What is the factorial of 100

    RispondiElimina