giovedì 9 maggio 2024

[VIDEOGIOCHI] Submerged (PS4), praticamente Waterworld ma meno sommerso - la NON recensione

Sviluppato e pubblicato dalla Uppercut Games, rilasciato il 4 agosto 2015 per PC e PS4 (il 5 in Europa), il 7 agosto per Xbox One, il 7 settembre 2016 per iOS e il 7 giungo 2019 per Nintendo Switch, Suberged è un'avventura di esplorazione in terza persona, sand box e con arrampicate su grattacieli in un mondo post-apocalittico.

Submerged è un gioco di esplorazione in terza persona: esplora una misteriosa città sommersa dall'acqua e scopri la bellezza della desolazione negli ampi scenari esterni. Vestirai i panni di Miku, una ragazza che ha raggiunto la città su una piccola barca da pesca in compagnia di un fratello ferito. Naviga attraverso la città, scala gli edifici che emergono dalle acque e usa il cannocchiale per scoprire dove si nascondono le scorte che potrebbero salvare tuo fratello dalla morte. Esplorando la città incontrerai le forme di vita che popolano questo habitat pieno di colori, e scoprire oggetti nascosti che ti aiuteranno a svelare la storia di una famiglia spezzata in un mondo che è andato in pezzi.
[Descrizione presa sul PlayStation Store]

Comprato in mega sconto il 18 dicembre 2021, a € 17,99 1,79 (-90%, -80% senza Plus), sono riuscito finalmente a inizialo la mattina del 26 aprile e finirlo la mattina seguente, prendendo tutti i trofei (non è presente quello di platino).


Il genere è definito come "ecogames", che si occupa degli effetti del cambiamento climatico... ma in fin dei conti, nella realtà ci sono svariate situazioni simili, di cittadine o quartieri inondati a causa di mala gestione di manutenzione di letti dei fiumi o trascuratezza di spurgo (la mia Prima Porta ne è stata protagonista nel 2014 - e non solo!).

Un volta iniziato, non sono riuscito più a staccarmene. Era tanto che un'avventura non mi prendeva così. Trattasi di un genere che è diventato raro ai tempi della PS3 ma che, ancora oggi, non ha ancora ripreso piede, che mi gasa ogni volta che mi ricapita!
Qualcuno ha detto che è ripetitivo ma io mi sto divertendo a scalare ogni edificio e cercare i segreti. Giusto un po' pallosa la ricerca delle eliche delle barche, la classica missione secondaria allunga brodo.
Muoversi nella mappa limitata non è per niente stressante, sia con la barca che a piedi. L'esplorazione è sempre un piacere e la ricerca di percorsi secondari (per trovare tutti i segreti) risulta gradevole e soddisfacente.
A primo impatto le creature marine possono intimorire ma quando si capisce che non possono nuocere, perché l'azione è ridotta allo zero, se non ancora meno, tutto passa. Stessa cosa per gli ominidi o infetti (non si capisce bene, neanche alla fine, probabilmente sono un'evoluzione dell'homo sapiens.).


La grafica non è delle migliori, siamo ai livelli di PS3 ma se non si hanno alte pretese, il risultato è più che soddisfacente, con paesaggi mozzafiato!
Dopo che l'ho comprato, ho letto che la maggiore critica era la durata ma io amo i corti e per quanto l'ho pagato, ci sta! Conta circa 2 ore per la storia principale, arrivando fino a 5 per completarlo al 100% e ottenere tutti i trofei.
Ad accompagnare l'esperienza c'è l'assenza di dialoghi, con dei versi che bastano a immergersi nell'avventura, grazie anche agli effetti sonori e alle musiche.


Non è per tutti, deve piacere il genere che raggruppa esplorazione, arrampicate e zero azione/combattimenti. Personalmente l'ho adorando!
★★★★/5

2 commenti:

  1. Ce l'ho, ma alla prima occhiata non mi convinceva, ma ora che so com'è potrei dargli una chance, forse..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provalo. È sicuramente più veloce di alcune avventure grafiche che hai giocato e che ti sono piaciute 😅
      Il genere avventura non va mai scartato dato che è materiale raro!

      Elimina