venerdì 16 dicembre 2016

Ho appena commentato sul forum di Comics Views (Aquaman Vol 8 #12; The Flash Vol 5 #12)

Post nel topic DC Universe Rebirth

Continua a sorprendermi in positivo la serie di Aquaman, da bella ad ottima, ogni numero è un crescendo di qualità.
Col #12 inizia The Deluge, ormai la guerra tra Stati Uniti (che stanno per essere appoggiati dal resto dei paesi del continente emerso) e Atlantide è iniziata e pare che qualsiasi cosa provi Arthur per fermarla, non funziona. Ultima tavola che come consuetudine, anticipa il prossimo numero dove ne vedremo delle belle.

Su Flash #12 finalmente una storia che non ti fa tirar giù le madonne. Nessun personaggio è odioso, si esprimono meglio tra di loro e si chiariscono, si riescono ad aiutare usando i poteri al meglio, nessun cliché e infine Kid Flash per la prima volta ne esce simpatico (come quando prova ad indovinare il nome del suo mentore e ne spara uno a casaccio alla fine di ogni frase).
Ottimo il finale, finalmente Barry Attenzione Spoiler: chiede ad Iris un appuntamento. Leggendo il New 52 ho saputo che hanno provato qualche volta ad uscire ma che poi sono rimasti amici. Qui pare che il problema fosse del velocista il quale non voleva mettere in pericolo la donna ma allora con Mena e le altre del passato (per ora conosco solo la collega Patty, non so se ce ne siano state altre in seguito)? Comunque troppo ha aspettato calcolando che Wally (l'originale) gli ha fatto vedere il pre-FP in cui la giornalista era la donna della sua vita ben 13 numeri fa (gli 11 passati più DCU Rebirth e Flash Rebirth).

mercoledì 14 dicembre 2016

Nonna Papera E L'Abito Su Misura

da Almanacco di Topolino n. 72 del 1962
Ogni tanto mi imbatto in download di vecchissimi fumetti e se sono a tema (contemporaneo), li scarico ancora con più piacere. La cosa è avvenuta per questo vecchio almanacco. Purtroppo, a differenza della copertina, questa è l'unica storia legata al Natale, il resto sono genericamente invernali o del tutto fuori tema (come il compleanno di Paperina, che non è in periodo nevoso).
La storia è breve, poche pagine (6) e la sinossi ancora più semplice: Archimede vuole fare un regalo di Natale a Edi che qui, nel 1962, non ha ancora un nome e viene chiamato come nella versione originale, ovvero "Aiutante" (Helper). Senza dire altro per non anticipare nulla al cortissimo fumetto, riporto la simpatica storia qui di seguito e ne approfitto per augurare ancora un buon Natale a tutti:

domenica 11 dicembre 2016

Ho appena commentato sul forum di Comics Views (Detective Comics #945; Batman Annual Vol 3 #1)

Post nel topic DC Universe Rebirth

Terza parte dedicata al Sindacato delle Vittime e non ho molto da dire, solamente 3 cose:
1. altro bel numero e la serie si conferma come la migliore del DCU Rebirth.
2. Spoiler/Stephanie ha rotto il cazzo, tutti perdono delle persone care ma la sua reazione nei confronti di Batman è veramente esagerata, tanto da renderla veramente odiosa. Questa è anche una pecca dell'albo perché la persona in lutto che incolpa un'altra persona altrettanto in lutto, non sa di già visto, di più!
3. interessante l'ultima tavola! Sarà vero? Sarà la vione di una pazza (molto più probabile)? Vedremo...

Batman Annual #1, che avrebbero dovuto chiamarlo Batman Christmas Special (e sottolineo la parola Christmas alla faccia degli stronzi atei, agnostici, laici o di qualsiasi altra religione che negli ultimi anni avevano costretto la DC ad usare al suo posto la parola Holiday), mi è piaciuto tantissimo. Cinque (sei in realtà ma una da pagina singola non l'ho capita) storie a tema natalizio, una più carina dell'altra.
Mi sono goduto questa storia a tema, nel periodo più bello dell'anno. Di meglio non avrei potuto chiedere. Il bello di non stare in ritardo di 2-3 mesi, come accadeva anni fa!
Buon Bat-Natale!

sabato 10 dicembre 2016

Action Comics #968, Superman Annual Vol 4 #1

Seconda parte di Men Of Steel  con molta azione e che dice poco di nuovo. In compenso la scazzottata è finita subito con le ultime tavole dell'albo.
Tyler Kirkham alle matite mi è piaciuto meno del solito.

Molto carino il primo Annual dell'era Rebirth, interamente dedicato all'incontro tra Superman e Swamp Thing.
Inoltre si lascia sfuggire qualcosa di interessante, come il motivo per cui l'Azzurrone ha lasciato l'impronta quando ha toccato il terreno sulla tomba dell'altro Superman e la motivazione mi è sembrata un po' scema: il pianeta lo rifiuta perché lui non ha ancora accettato questo mondo, perché è ancora legato al suo, quindi basta che inizi a lasciarsi il passato alle spalle e a sentir suo il pianeta. Grazie a Swampy ci riesce e tutto è bene ciò che finisce bene.
Non ha nulla a che vedere con ciò che gli ha detto Mr. Oz, ovvero che lui non è chi crede di essere.
Vabbè, scopriremo tutto nel corso del nuovo anno.
Jorge Jimenez proprio non mi piace, non mi fa schifo ma ha uno stile che proprio non mi va giù.

venerdì 9 dicembre 2016

Ho appena commentato sul forum di Comics Views (Aquaman Vol. 7 #1-6)

Post nel topic Aquman (The New 52/I Nuovi 52)

Come mi era stato anticipato da .Arcangelo. (qui), questa serie di Aquaman merita molto, sia perché come quella dopo si gioca molto su quanto venga sottovalutato e sfottuto il personaggio e sia perché tira fuori nuove e interessanti idee, come questi mostri provenienti dalla fossa, di cui almeno per ora non viene spiegato nulla.
L'arco si conclude nel quarto numero anche se qualcosa viene ripresa nel quinto. Il sesto invece è completamente un filler dedicato a Mera, carino ma che spezza la trama che tiene incollato il lettore.

Reis non fa che accrescere la qualità degli albi anche se in passato ha fatto di meglio. In molte tavole mi ricordava più Eddy Barrows, altro disegnatore che adoro ma l'ex di Action Comics e Green Lantern sta ad un livello superiore.

Una cosa che non capisco leggendo da poco Aquaman è perché gli atlantidei abbiano smesso di essere telepati o almeno quando si trovano sott'acqua parlano col balloon normale.
Negli anni 90, sulle pagine di Superman, quando Lori Lemaris (la sirena che Clark ha conosciuto e con la quale ha avuto una storia ai tempi del college) è sott'acqua usa la telepatia ed è in grado di leggere la mente degli altri, anche lei viene da Atlantide. Come cazzo fanno a parlare con la bocca sott'acqua? I suoi escono ma mica sono scanditi...

domenica 4 dicembre 2016

Ho appena commentato sul forum di Comics Views (The Flash Vol 5 #11; Titans Vol 3 #5)

Commento nel topic DC Universe Rebirth

La seconda parte di The Speed of Darkness (mica l'ho capito 'sto titolo-- l'oscurità ha una velocità?), su Flash #11, sembra uscita direttamente dalle pagine di Dylan Dog e forse questo me l'ha fatta apprezzare un po' di più, anche se come ci ha abituati Williamson, resta una serie al di sotto della sufficienza.
Ora che ho pensato ad alta voce questa cosa di Dyd (odio 'sto diminutivo) noto che Barry assomiglia al nostro indagatore dell'incubo, col naso leggermente aquilino e la camicia rossa, inoltre da una ricerca veloce sul disegnatore italiano, Davide Gianfelice, scopro che è della squadra Bonelli.
Troppe coincidenze, la cosa non è affatto casuale.

Ma passiamo a quella che per me è la vera serie velocista, Titans #5 che questo mese tocca l'apice con una storia bellissima ed emozionante, che lascia col fiato sospeso fino alla fine, interamente incentrata su Wally (come il precedente), dove lo vediamo superare sé stesso, raggiungendo una velocità che forse non è mai stata raggiunta da nessun altro velocista. Cosa che lo porta ad una triste conclusione, proprio come da piani di Kadabra.

sabato 3 dicembre 2016

New Super-Man #5; Trinity Vol 2 #3

Numero interessante quello del Superman cinese, dove viene raccontato il passato di Kenan e dei suoi genitori, così da capire il rapporto difficile tra padre e figlio.
Ho apprezzato i cambi di prospettiva dell'autore, Gene Luen Yang, che ti fa cambiare idea velocemente e più volte su chi siano i buoni e chi i cattivi.
Bellissima la variant che richiama una vecchia cover di Action Comics:

Ottimo anche il terzo numero di Trinity, un po' meno dei precedenti ma non mi lamento.
Alle matite Manapul è stato sostituito da Clay Mann che non lo ha fatto assolutamente rimpiangere, anzi, anche se si vede l'impronta del primo, i layout sono chiaramente suoi.
Ho apprezzato il riferimento a Detective Comics dove è da poco morta una persona cara a Bruce.