mercoledì 21 giugno 2017

Diabolik anno LVI - nn. 3-4

Penultimo appuntamento con un post che presenta due numeri insieme.

Il Vero E Il Falso inizia con il classico colpo al museo ma come sa chi conosce il modus operandi della serie, in 120 tavole accade sempre molto di più. Questa volta la svolta è a favore del Re del Terrore che cercherà di essere il terzo che gode tra i due litiganti.
Se proprio devo fare due appunti negativi:
1. non ho apprezzato che Diabolik rovinasse una scultura originale pur di portare a termine un colpo. Sarà anche da lui ma un po' di rispetto per opere secolari.
2. il finale avrei voluto fosse meno aperto, ad esempio si poteva aiutare Ginko ad acciuffare tutti i criminale prima che rinvenissero. Invece in questo numero ha fatto il comprimario banale e un po' fesso, non l'ispettore che tutti conosciamo.
Di solito apprezzo allo stesso modo tutti i disegnatori che capitano per questi lidi ma questi, Riccardo Nunziati e Jacopo Brandi, li ho

martedì 20 giugno 2017

New Super-Man #12; Superwoman #11; Supergirl Vol 7 #10

Col dodicesimo numero di New Super-Man prosegue la vicenda del primo Superman cinese e vengono svelate le origini di Wonder-Woman in un bell'albo ben disegnato da Billy Tan, anche se non mi sono piaciute tutte le tavole, spesso ho trovato i personaggi in uno stile troppo manga.
Non mi pronuncio sul cambiamento di Super-Man Zero perché ancora non so se possa piacermi o meno.
Nel finale Kenan, in un colpo di scena, scopre la verità sulla madre, di cui i lettori erano venuti a conoscenza alla fine del primo story arc.

Su Superwoman prosegue la caccia a Skyhook e anche per l'amica d'infanzia di Clark è un bel numero, in cui viene

Posts in da blogs, ovvero i commenti che rilascio in altri blog - week 24th

Premessa: questa è l'ultima settimana in cui riporto TUTTI i miei commenti, iniziano ad essere troppi ed il "lavoro" per riportarli necessita di più tempo del dovuto. Infatti ho slittato di un giorno nonostante dovessi solo copiancollare...
Selezionerò solo quelli in cui scrivo qualcosa degna di nota, senza offesa per i proprietari dei blog che ometterò.
Continuerò comunque a commentare su tutti i vostri blog. VIVA I BLOG, LUNGA VITA AI BLOG!

lunedì 19 giugno 2017

Topolino n. 3212

Appuntamento settimanale slittato di un giorno, questa domenica l'ho passata interamente a letto a guardare video sul cellulare e a dormire. Tanto non ho altro da commentare, il prossimo post sarà dedicato a 3 albi di DC Rebirth che ancora devo leggere...

Molto carina la seconda parte di Ducks On The Road, Sultani Dello Swing, sinceramente non me l'aspettavo proprio, per una miniserie a cui non avrei dato due soldi, letta giusto perché presente sul settimanale. Qui il genere on the road viene reso al meglio, con tante situazioni e tanti personaggi che vengono a presentarsi ad ogni nuova tappa.
Giusto un po' troppo lunga, l'avrei fatta durare qualche pagina in meno.

Dell'intervista a Tiziano Ferro chi se ne frega ma le 4 one page stories le ho trovate simpatiche.

La storia su Tutti I Milioni Di Paperone per ora l'ho

venerdì 16 giugno 2017

Legion of Super Heroes - Bugs Bunny Special #1; Martian Manhunter - Marvin the Martian Special #1

Pomeriggio al mare e tempo di letture leggere, così ho deciso di leggere questi due crossover usciti mercoledì scorso negli USA (si pronuncia iuesei e non usa).

Il primo non sarà il fumetto del mese e non è neanche originale ma l'ho trovata una lettura molto piacevole.
Coi Looney Tunes non poteva che essere una storia con situazioni assurde che però vengono adattate benissimo con la Legione classica della Silver Age, quella vera!
Le didascalie dell'editor, che piano piano spariscono perché si rompe di spiegare tutto e forse perché non ricorda tutto, senza contare che sono anche inutili. Le citazioni sono per gli appassionati dei giovani supereroi del futuro e se non sei tra questi, non fa nulla, l'albo fila liscio lo stesso.
Disegna Tom Grummett, uno dei miei disegnatori preferiti degli anni 90 che ho trovato sempre in gran forma.
La seconda parte rinarra le vicende della prima, con uno stile

giovedì 15 giugno 2017

Suicide Squad Vol 5 #16-19; Action Comics #981

Visto il legame con la Squadra Anti-Superman che si sta portando avanti su AC, ho deciso di recuperare alcuni numeri della Squadra Suicida, come avevo fatto per il primo story arc, sfogliandoli mentre leggevo i riassunti di DC Database (dc.wikia) e tranne il numero 16 con Lex, avrei preferito non averlo mai fatto. Trama, dialoghi (ne ho letti a sufficienza per farmi un'idea) e disegni (Daniel fuori forma e Edwards orribile) sono della più totale mediocrità.
In compenso ho saputo cosa è accaduto quando l'Eradicatore ed il Cyborg Superman sono entrati a Belle Reve e qualche dettaglio in più sulla Black Vault e di come sia stata disattivata, di cui si poteva fare tranquillamente a meno.
Non mi sono ben chiari i poteri rigenerativi di Zod, à la Lobo, qualità che non hanno i kryptoniani. Inoltre, Boomerang come ha riottenuto il braccio? Non credo mia sia sfuggito, credo proprio sia stato omesso.

In contemporanea, col #981 di Action Comics (poco prima e poco dopo) si susseguono gli eventi riguardanti l'Azzurrone, in un albo che ho apprezzato davvero molto, come non accadeva da prima di Reborn, con un finale da brivido che ha una trovata che a memoria non ricordo (sto pensando alle storie della Silver Age).
Sullo sfondo, pian piano si sta formando la "Squadra Pro-Superman" o come diavolo la chiamerà Jurgens.
Per la serie "puntini sulle i": il Generale ha una stazza enorme nei primi numeri di SS, poi viene rappresentato di nuovo normale sempre nella serie dei cattivi suicidi, mentre qui torna ad essere un bestione.
Il vero punto forte sono i disegni stupendi di Herbert, qualcosa che non si era mai vista su questa serie dal Rebirth. Mi hanno ricordato Jerry Ordway degli anni 80, quando usava uno stile meno classico con corpi più "lunghi".

mercoledì 14 giugno 2017

Diabolik anno LVI - nn. 1-2

Ancora un post doppio per recuperare. Ancora altri due prima di rimettermi in pari.

Colpo Di Fortuna è inizialmente il classico racconto col colpo nel caveau di una banca in cui ci si arriva tramite passaggi sotterranei, un genere che adoro. Però col Re del Terrore ci si annoierebbe se non ci fossero gli imprevisti, i quali fanno crescere di pagina in pagina la storia, come lo sfigato di turno, del quale Diabolik ha appena rubato l'identità, che ha un improvviso colpo di fortuna che creerà non pochi problemi. Tale Sergio Ress, per il quale ci si ritroverà a fare il tifo, nonostante si tratti di un comprimario da poco.
Anche il cast, più ricco di come si è abituati su queste pagine, aumenta la qualità, soprattutto verso la fine quando tutti i nodi vengono al pettine.
Un numero che rileggerei volentieri una seconda volta, con la consapevolezza di tutti i ruoli che ha giocato il nostro ladro.

Una Morte Scomoda, divorato oggi pomeriggio in spiaggia, ha una trama completamente originale, almeno per me: Diabolik nei panni di Ginko costretto a risolvere un triplice omicidio.
Quel che ne viene fuori è un'ottima storia investigativa e che risponde in modo più che soddisfacente alla domanda "come si comporterebbe uno nei panni dell'altro?".

A mercoledì prossimo!

martedì 13 giugno 2017

Superman Vol. 3 #1-6 Che Prezzo Ha Il Domani?

Non credevo fosse possibile ma tutto sommato questo primo story arc mi è piaciuto. Certo, l'ho finito a fatica perché Pérez è verboso fa far paura (ma è un vizio dei disegnatori che vanno a fare gli scrittori, vedi tutte le mie critiche verso Jimenez su Superwoman?) ma quando sono arrivato alla conclusione ho apprezzato.

Piccoli episodi autoconclusivi con una minaccia diversa a numero ma