giovedì 31 ottobre 2019

[GEEK LEAGUE - HALLOWGEEK] DC Infinite Halloween Special #1

È tempo di rimettere il costume da NostalGeek! Quando la Geek League chiama, bisogna rispondere e per il secondo anno consecutivo, torna l'Hallogeek, con la missione di parlare di qualcosa di geek per festeggiare Halloween. Quest'anno abbiamo deciso di optare per un fumetto, a tema Halloween o semplicemente horror.
La mia decisione, come da titolo, è ricaduta verso questo vecchio fumetto DC Comics del 2007, che ho comprato lo stesso anno ma che non sono mai riuscito a leggere, rimandando di anno in anno, dato che non facevo mai in tempo a leggerlo prima del 31 ottobre e dopo, finita la festa, mi passava la voglia.

Storie e disegni: Dan Abnett, Andy Lanning e AA.VV.
Copertina: Gene Ha
Casa: DC Comics
Prezzo: $5.99
Pagine: 70
Data d'uscita: ottobre 2007

È la notte di Halloween e ad Arkham, il Joker e gli altri criminali, stanno per evadere ma devono aspettare il cambio della guardia a mezzanotte. Per ingannare il tempo, iniziano a raccontarsi storie di paura.
Iniziano i 13 racconti di terrore!

Allerta spoiler!

Inizia lo Spaventapasseri.
Kcirt ro Taert, di Dini e Nguyen
Durante la notte di Halloween, alcuni ragazzi decidono di imitare il criminale creando una tossina simile alla sua. Un ragazzino si sente male e viene portato nell'ospedale dove Zatanna sta intrattenendo dei bambini con la magia.
Ironia della sorte, i ragazzi che hanno creato la tossina allucinogena, cadono vittime della stessa, compiendo atroci crimini. Ritenuti tutti colpevoli, per loro non finiscono i guai perché per vendetta Zee continua a tormentarli con la stessa droga.
Agghiacciante questa versione di Zatanna ma dall'autore mi aspettavo di più.

Prosegue Due Facce.
The Wathdogs, di Arquette, Dorfman e Chang
A Gotham City ci sono sei vigilanti licantropi (i Watchdogs) che danno la caccia ad altri loro simili ma criminali. Investiga Robin/Tim ma senza la collaborazione del detective, dato che le vittime hanno ciò che si meritano. Il Ragazzo Meraviglia riesce a beccarli e, anche se non li ferma, salva lo stupratore licantropo. Tim consegna il criminale al detective, che non crede ad una sua parola e gli dice di leggere troppi fumetti. In auto, verso la stazione di polizia, il detective si trasforma nel capo dei vigilanti e uccide l'arrestato.
Sa tutto di già visto ma il finale è perfetto per un racconto di paura. Anche se avrei preferito che ad essere sbranato fosse stato lo scettico poliziotto.

Seguita il Cappellaio Matto.
Red Rain: Blood Lust, di Johnson, Cherniss e Jones
Una famiglia come gli Wayne è al teratro dell'opera di Gotham. Finito lo spettacolo, tornano a casa passando per un vicolo, dove vengono attaccati dal Batman vampiro, che uccide e decapita entrambi i genitori, risparmiando il giovane figlio.
Non ci ho capito molto e per sapere di più bisognerebbe proseguire su Search of Ray Palmer: Red Rain, ambientato su Terra-43. Però non è stato male, molto splatter e con una citazione a Mario Bava:

Continua Phobia.
What Can Scare the Main Man?, di Bernardin, Freeman e Battle
La narratrice è anche protagonista, intenta a derubare i Laboratori S.T.A.R. insieme alla sua truppa, quando irrompe Lobo. La donna cerca un modo di spaventarlo ma non ci riesce, fino a che non trova la soluzione, un gigante e delizioso cucciolo dentro un cestino. L'Uomo grida terrorizzato.
Racconto piuttosto comico ma non poteva essere altrimenti col personaggio coinvolto.

Racconta un tizio incappucciato col capo a teschio.
Children of the Deep, di Bedard e Fiumara
Una storia macabra di tre sorelle che seducono Aquaman (il secondo, non l'originale), come fatto già in passato con altri malcapitati. Il nuovo re di Atlantide però è lì per catturarle, sapendo che sotto la casa in riva al mare, c'è una grotta sottomarina piena di cadaveri di neonati, figli delle sorelle, avuti con gli altri uomini sedotti in passato, gettati come rifiuti. Arthur le prende e le affoga, in mezzo agli infanti cadaveri.

Tocca a Zsasz.
...In Stitches, di Tomasi e Snejbjerg
Due pagine con protagonista Young Frankenstein (non quello di Brooks) che viene fatto letteralmente a pezzi da Black Adam e che deve recuperare i sui "pezzi" in giro per la Grecia.
A parte le amputazioni e gli omicidi che compie il protagonista, della storia non ti rimane nulla. Un Tomasi irriconoscibile.

L'Enigmista presenta:
World's Shoddiest: The Light Kday Returns!, di Kal-El e Jon Bogdanove
Tre pagine stavolta, con un risultato senza senso che coinvolge Batzarro e Bizarro. Ha poco di Halloween, solo Lois che lo cita al telefono con Clark. Lei era lì dopo essere stata catturata da uno degli uomini di Nigma ma ne ha approfittato per liberarsi appena ha fatto irruzione il bizzarro Bruce. Comunque continuo ad odiare la parlata al contrario dei Bizarri.
Sì, lo scrittore si chiama proprio Kal-El e credo sia il figlio di Jon, storico disegnatore dell'Azzurrone degli anni 90.

Poison Ivy parla di Superman e di zombie.
Strange Cargo, di Niles e Ormston
Jimmy e Lois si ritrovano di fronte a degli zombie ma arriva in loro soccorso l'Uomo d'Acciaio che però non sa come muoversi dato che non uccide. L'amico però gli fa notare che sono già morti, così li rinchiude nei container da dove erano usciti e li porta sulla Luna, dove continuano a vagare.
Adoro i morti viventi ma a parte il finale con loro sul nostro satellite naturale, c'è poco da apprezzare. Superman pare scemo ma va bene così, è un racconto inventato.

Non riconosco manco questo personaggio che narra.
Small Evil, di Seagle e Leon
Al Lupo Al Lupo viene riadattato a Smallville, nella notte di Halloween, con i giovani Clark, Lana e Pete che escono con un nuovo amico burlone ma, stanchi dei suoi scherzi, lo abbandonano e quando questo chiede aiuto, è troppo tardi, non gli credono, anche se è veramente stato attaccato dal mostro che si era inventato.
Sicuramente tra le più carine dell'albo.

Tizia che somiglia a cacciatrice racconta di Flash.
The Speed of Life, di Waid e Sook
Wally torna a casa e trova i figli a giocare con Ira, suo nonno, morto anni prima.
La soluzione è fantascientifica ma con un pizzico di paranormale.
Non male e con un momento finale toccante, dato che Wally si incolpava della morte del nonno ma questo gli dice che l'incidente è stato causato da lui.

Il giro sta per finire con Shockwave.
The Pumpkin Sinister, di DiDio e Churchill
Due uomini di mezza età, con un rito sacrigicale, evocano un mostro che è una pianta di zucca, solo per punire Daniel Cassidy, AKA Blue Devil, perché quando erano ragazzi, ha rubato la ragazza a uno dei due.
Storia comica ma anche l'unica ad avere dei bambini che vanno a fare "dolcetto o scherzetto?". Finalmente sembra veramente di stare ad Halloween.
La cosa più spaventosa è che mi sia piaciuto qualcosa a firma di DiDio!


Conclude Killer Croc.
Sometimes They Come Back, di Abnett, Lenning e Hairsine
L'uomo-coccodrillo si mangia un cacciatore di taglie che però si scopre essere Resurrection Man. L'uomo torna dal "vomito" dell'assassino, che lo sconfigge e lo fa catturare.
Ci mancava la storia disgustosa per concludere questo speciale!

Finiti i racconti, viene rivelato che il Joker era stato posseduto da Deadman e che il raccontarsi le storie era una scusa per prendere tempo e far arrivare la squadra anti-sommossa.


Non mi torna come facciano, i criminali che raccontano, a conoscere alcune delle doppie identità ma va bene così, nonostante la grafica non sia delle migliori, forse era proprio questo a bloccarmi, ho letto quasi tutto l'albo con molto piacere, pentendomi un po' di aver rimandato per 12 anni.


Augurandovi un buon Halloween, vi rimando ai post degli altri membri che hanno risposto alla chiamata:

22 commenti:

  1. Una bella antologia orrorifica della DC, sarei molto curioso di leggerla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In italiano è inedita (tranne la storia con Lobo, almeno stando a ciò che ho trovato in rete) ma se ti accontenti, in inglese si trova facilmente, per vie "alternative" 😜

      Elimina
  2. Intrigante questo schema delle storielle, devo provare a recuperare quest'albo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo schema è stato la prima cosa che ho apprezzato 😁
      Non è una lettura imprescindibile ma resta un buon intrattenimento 😉

      Elimina
  3. Storia più, storia meno, sembrano tutte carine XD
    La storia di Lobo l'avrei conclusa con lui che scappa da un pezzo di sapone :P
    Comunque, il colpo di scena su te e DiDio è strepitoso XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo!
      Per Lobo ci sarebbe stata bene la saponetta, dato che fanno, lui compreso, continui riferimenti al suo cattivo odore 😆
      Con DiDio è stato un caso perché per quasi tutte ho letto prima l'autore. Mortacci sua! Si mettesse a fare le storie brevi (mi era piaciucchiato anche altrove) invece che il boss malavitoso della DC!

      Elimina
    2. In missione per conto DiDio XD

      Elimina
  4. Non sono un grande fan dei fumetti americani, troppi multiuniversi, ma d'altro canto adoro le storie antologiche, quasi, quasi, se mi capitasse tra le mani, potrei dargli un'occasione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come scritto a Fabrizio, è inedito in Italia ma se non hai problemi con l'inglese, lo trovi facilmente in originale 😉
      Questo speciale è tranquillamente leggibile a sé, a parte la storia del Batman vampiro che è inconcludente.

      Elimina
  5. Ma molto molto molto macabra questa raccolta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui ci può anche stare. Il problema è che quegli anni la DC lo era anche nelle serie regolari/standard 😒

      Elimina
    2. Sì... è stato un decennio all'insegna del grim & gritty, ancora oggi non ne siamo usciti del tutto anche se la situazione è decisamente migliorata.
      C'era Black Adam, nemico di Capitan Marvel, che strappava arti o ficcava il pugno nel petto di qualcuno, ogni 3x2! Qui si intravede nella storia su Young Frankenstein, dopo aver fatto proprio una cosa del genere 😆

      Elimina
  6. L'idea dei pazzi di Arkham che si raccontano storie mi piace tanto! Mi ricorda l'episodio della TAS "l'ho quasi ucciso"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea è stata ciò che mi ha fatto optare per questo speciale.
      L'episodio che citi non me lo ricordo ma ho seguito la serie solo nei primi anni.

      Elimina
  7. Potrebbe non piacermi.
    Ah ma quindi il capitolo finale di Batman & Dracula è qui? Pensa tu.
    Unica cosa positiva: Skeletor in copertina (ahah) e l'omaggio a Bava.
    Sì: come cazzo fanno i criminali a conoscere le identità? Non mi piace.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti ci sono racconti un po' troppo supereroistici per i tuoi gusti.
      Riguardo Red Rain, mi cogli del tutto impreparato. Per deduzione, suppongo che l'Elseworlds di cui hai parlato, sia stato inserito nel multiverso del post-Infinite Crisis, sia in questo racconto che nella mini su Ray Palmer.
      Ci somiglia proprio a Skeletor 😄
      Finalmente qualcuno che come me ha apprezzato la citazione a Bava!
      Per le identità, facendosi una mega pippa mentale, la leggiamo solo noi lettori, mentre i personaggi interni, mentre raccontano le storie, non le pronunciano... è brutto comunque!

      Elimina
  8. Comunque è un esperimento interessante, io mi chiedo dove li peschi queste storie, in fumetteria?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Negli anni 2000 ero un lettore DC compulsivo e prendevo di tutto! Ho anche gli speciali di Natale, mai letti del tutto, come questo, o letti solo in parte.

      Elimina
  9. Capisco acquistare un sacco di roba ma rimandare di 12 anni la lettura di un fumetto è un po’ troppo! XD
    Sembra divertente ma non penso che lo recupererò mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah nella libreria a casa dei miei ce ne sono anche di più vecchi che non ho mai letto!
      È solo per i fan più sfegatati della DC, di Halloween e dell'horror.

      Elimina