giovedì 17 settembre 2020

Horror Comics #3

A sorpresa, almeno per me che non seguo news, dopo un anno dall'uscita del primo, arriva il terzo (e forse ultimo, non ho capito se si conclude lo story arc o la serie) numero di Horror Comics.

Cold Blooded Conclusion
Storia: Bradley Golden e John Crowther
Disegni: Alessio Nocerino
Copertina: Helmut Racho
Casa: Antarctic Press
Prezzo: $ 3,99/0,99
Data d'uscita: 19 agosto 2020 - 2 settembre 2020
Acquistabile nelle fumetterie americane o in rete (su ComiXology a 0,99).

Nell'ultima parte di questa agghiacciante triplice porzione di terrore, l'omicida venditore di gelati Thomas Wright trova il figliastro Brian alla scuola elementare locale con l'intento di ucciderlo. Gli investigatori Sarah McKinney e Benjamin Dunne gli sono alle calcagna ma riusciranno a raggiungerlo in tempo per salvare Brian da un gelido fato?

Ci sono due giudizi per la storia presentata in questi 3 numeri.

Giudizio 1, letto di fila:
Scelta consigliata. In 15 minuti massimo lo si conclude e ti trovi quello che in un buon cortometraggio verrebbe trasposto in 5-10 minuti. Non è affatto male, perché se il tema del gelataio serial killer non è tra i più originali e viene inserito sì in un contesto abusato, ovvero ciò che scatena la pazzia nella mente di un omicida seriale, però stavolta c'è una legacy, un'eredità involontaria (ma non troppo) che viene tramandata di padre in figlio.
Ma non va dimentico il luogo comune secondo il quale tutti gli assassini seriali cominciano con gli animali. Qui non manca ma c'è un un nuovo punto di vista.

Giudizio 2, letto in più di un anno (come ho fatto io):
Ti ritrovi 3 albetti da poche pagine che rappresentano poche scene in una qualsiasi sceneggiatura. Aspettare mesi o addirittura un anno per leggere il nuovo numero, è un'assurdità. Ma chi te lo fa fare?
Per questo, tutti i pochi pregi passano in secondo piano, vengono dimenticati a meno che tu non faccia un ripasso (come ho fatto io).

2,97 $ per meno di 100 pagine digitali non sono tante (manco poche) ma date una possibilità a questo fumetto solo in questo caso, altrimenti aspettante di recuperarlo nel mercato dell'usato o per vie alternative, come me.

4 commenti:

  1. Comunque secondo me il tratto dei disegnatori americani non si adatta alle storie dell'horror.
    Penso ai disegni di Dylan Dog e li paragono con questi..non c'è confronto.
    Sì la copertina è bella eh, per carità...
    Ma il resto...
    Gli americani sono perfetti per disegnare fumetti di eroi e cose del genere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere che questa sensazione sia dettata dal b/n? Perché Nocerino è italianissimo. Anche se in effetti i suoi modelli di ispirazione sono tutti del comicdom...
      Per me l'horror riesce poco in qualsiasi fumetto, al massimo puoi arrangiarti con lo splatter e il macabro e su questo gli europei ci sanno fare di più. Ma anche gli asiatici.

      Elimina
  2. Ma escono in Italia questi volumi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che io sappia, non è mai arrivato nulla di questa casa editrice in Italia.
      Comunque sono albetti da poco più di 20 pagine. Le 100 pagine digitali di cui parlo alla fine sono una somma di tutti e 3 i numeri.

      Elimina