domenica 2 luglio 2017

Topolino n. 3214

Si comincia subito con la storia dedicata alla versione paperizzata di Gianni Morandi, Gionni Moranduck: Zio Paperone E Il Re Degli Abbracci, molto carina, ben organizzata e nessuno risulta fuori personaggio.
Ci sono però due cose che ho davvero apprezzato:
1. il messaggio che si vuole dare ai ragazzini di oggi, rincoglioniti da smartphone e tablet, già drogati di social network fin dalla tenera età (colpa al 90% dei genitori).
2. Gionni non usa quel termine odioso che mi fa venire l'orticaria ogni volta che lo sento o lo leggo e torna alla versione italiana usata fino a pochi anni fa (sono questi i momenti in cui mi manca il nazionalismo), autoscatto!

Segue un'intervista al cantante. Solitamente le salto ma questa l'ho voluta leggere e l'ho trovata ben fatta.

Questa settimana inizia un nuovo racconto a puntate, che
personalmente avrei rimandato aspettando prima la fine dell'altro, evitando di occupare due slot ad ogni numero.
Ad ogni modo molto divertente questo Cronache Del Regno Dei Due Laghi - Un Sortilegio In Sorte - Capitolo Uno, le gag in questo sfondo medievale tra il consigliere Manetta e il principe Topolino mi hanno strappato più di una risata.
Bravo Tito Faraci, sono curioso di leggere il seguito di questa che a me sembra una rivisitazione de Il Principe E Il Povero.
L'Emergenza, con protagonisti Paperino e Paperoga, il primo che ha un problema con la lavatrice e chiama l'assistenza, dove lavora il secondo, mi ha provocato rabbia quando l'intento era far ridere...

Topolino E La Chiave Dell'Infinito vede per me un gradito ritorno che non beccavo da una vita, quella del professor Zapotec e il professor Marlin, che ho amato fin dalla prima volta che li lessi (fin dalla più tenera età sono stato appassionato di viaggi nel tempo, colpa di Rirtorno Al Futuro? - c'è anche una vecchia poesia su un foglio che prima è intatta, poi si sporca e cancella e infine torna intatta... ricorda nulla?).
Purtroppo vuoi per Leopardi, vuoi per la poesia, entrambi non di mio interesse, seppur carina non mi ha detto nulla di che.
Giunto alla quarta puntata, dopo quella tutta on the road (la seconda) e quella misteriosa (la terza), arriva quella avventurosa. Alla ricerca dell'autore di un messaggio i protagonisti dovranno risalire un fiume, scalare il Grand Canyon, percorrere lunghe scarpinate...
Duck On The Road - Messaggio In Bottiglia è una bella storia ma ha accusato lo stesso difetto della seconda puntata, è troppo lungo.

Si conclude con Super Pippo con una pagina per Vita Da Supereroe - Arrivi Inattesi, che stavolta mi ha fatto ridere!

Nessun commento:

Posta un commento