Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

giovedì 13 luglio 2017

Posts in da blogs, ovvero i commenti che rilascio in altri blog - week 27th

Pochi commenti sui blog amici, la scorsa settimana come questa ho quasi sempre giornate piene, tra annaffiare tutte le sere l'orto di mio padre (che se ne è andato in vacanza, giustamente, eh!), lavoro la mattina, pomeriggi al lago e al mare, leggere qualche fumetto e pubblicare la mia sul blog, mi rimane giusto qualche ora per dormire. Riesco a malapena a vedere qualche film e ormai ho compleamente abbandonato la Play, idem per il workout quotidiano (e la panza sta per tornare!).

Blog: Omniverso
Articolo: Superhero Legacy: tutte le incarnazioni di Flash
Commento:
Emanuele in 7 luglio 2017 alle 11:51 pm ha detto:
Jay: lo adoro, avrà sempre un posto nel mio cuore, era l’idolo di Barry durante l’infanzia, quando secondo lui le avventure del Flash con la scodella in testa erano solo un fumetto. Una volta invecchiato e tornato in continuity post-Crisis, l’ho amato ancora di più, soprattutto quando Geoff Johns (quello che scriveva, non ‘sto viziato che prova a fare il dirigente) si è occupato della sua JSA.
Barry: il Flash della mia infanzia, perché quando ero piccolo
era lui il protagonista della serie TV, quella fica col papà di Dawson, non la schifezza attuale. Fino a che ho scoperto che quel personaggio era molto più simile a Wally. Ho amato lo scienziato forense fino alla sua morte durante CoiE, dove è stato un idolo indiscusso per oltre 20 anni, poi un pirla di nome Geoff Johns (che ho nominato poco sopra osannandolo) decise che era tempo di farlo tornare dalla morte… lo odio da quel dì!
Wally: ci ho messo anni ad accettarlo ma quando ha mostrato tutto il suo potenziale (se magna e se ricaca a colazione tutti i Flash esistiti) è diventato il MIO Flash, vicino a lui tutti gli altri son nessuno! Poi il pirla di cui sopra, per un capriccio nerd, me lo ha fatto accantonare fino a farlo sparire col reboot. L’anima de li mortacci tua! Ora è tornato. Best Flash ever!
Bart Allen: come Impulso l’ho amato ma come Flash proprio non mi andava giù, proprio perché aveva sostituito il mio Wally. A posteriori dico che avrei preferito che quelle storie post Crisi Infinita fossero durate di più, proseguendo con la legacy e facendomi innamorare anche di lui come accaduto con Wally.
Viva al Legacy, ‘fanculo i ritorni dalla morte! Mortacci tua Geoff!
Arcangelo in 9 luglio 2017 alle 2:15 pm ha detto:
Perfettamente d’accordo su Wally! Barry però tornava in Crisi Finale di Morrison, non so chi ha più colpa tra lui e Johns per questa decisione. Su Bart non saprei, quella serie l’ho trovata piuttosto bruttina.

Continua sul blog.

Blog: Omniverso
Articolo: Tutti gli attori di Spider-Man
Commento:
Emanuele in 8 luglio 2017 alle 12:11 am ha detto:
Ahahah l’Uomo Ragno anni 70 sembrava un 40enne e quando si arrampicava sui quei palazzi in orizzontale lo schifavo (a differenza della serie anni 60 di Batman, che mi faceva ridere), ancor di più quando lanciava la ragnatela che era una bruttissima rete a corda bianca.
A me Tobey è sempre piaciuto, lo trovo il Peter perfetto ma ancora devo vedere l’attuale (che dai trailer mi sta sul cazzo).
Garfield lo preferivo quando faceva il gatto… ho adorato la “presa per il culo” nella stupenda serie BoJack Horseman (ma anche ne I Griffin non è male) però quel ciuffone non si poteva vedere! Non ho schifato i film, a differenza della critica ma lui proprio no! In compenso aveva Emma Stone (amor de mi vida) affianco, non una con la faccia da pesce lesso come la Dunst.
L’attuale mi sembra uno Zuckemberg nell’universo Marvel… o il Lex Luthor del DCEU (che sono la stessa persona). Spero di ricredermi quando tra 8-10 anni vedrò il film, per ora i cinecomics m’hanno rotto il cazzo.

Blog: Cornerhouse's Pub
Articolo: La Città Incantata
Commento:
Emanuele | 8 luglio 2017 alle 11:20
Il film che mi ha fatto innamorare di Miyazaki, prima conoscevo solo Mononoke Hime, che non avevo (ho) mai visto, per lo stesso problema di Arcangelo, era stato osannato troppo prima dell’uscita (nel piccolo circolo di nerd, non come La Città Incantata), forse qualche romano ricorderà la trasmissione Maniaks, presentata da Sonia di Super 3 e condotta dai ragazzi dello Star Shop di Roma (sul tubo si trovano un paio di video). Uno di questi veniva chiamato Ricciotto e l’aveva talmente smielata da farmi salire il diabete.
L’ho recuperata da un paio d’anni, col doppiaggio vecchio ma ancora devo vederla.

Tornando alla Città, nei primi anni 2000, predicando il verbo del “Walt Disney giapponese”, andavo regalando una copia del DVD ai bambini di mia conoscenza tra i 3 e i 5 anni. In quegli anni andava tanto l’odioso Nemo, così predicavo ai loro genitori di mostrare questo capolavoro a cui NESSUN film Disney si sarebbe mai avvicinato (e sono un fan della casa americana fino ad Aladdin mi pare, dopo ha iniziato a rompermi le palle, mentre non ho mai digerito la Pixar, reputata sempre da me per un pubblico di massimo 4 anni).
Spero di aver fatto del bene e che oggi quei bimbi siano bravi ragazzi e non bimbiminkia di YouTube.

Comunque ne devo vedere ancora parecchi del maestro, tempo tiranno! 😠
Blog: Cent'anni di nerditudine
Articolo: Rat-Man 121: L'ira di Valker! - di Leo Ortolani
Commento:
Emanuele Di Giuseppe 10 luglio 2017 18:45
Nooo avevo appena commentato di là ma poi ho letto qua del BorgoBrick.
Va be', mi spiace più per i problemi personali, spero nulla di grave!
Di Rat-Man ho recuperato una vecchia storia ambientata al mare, spero di leggerla presto. Sarà io mio secondo approccio, il primo, una decina di anni fa, non mi aveva convinto.
fperale 10 luglio 2017 21:20
No dai solo avverse condizioni meteo.. quella del mare e' divertente ma non e' proprio nella continuity.. prova a recuperare anche le varie parodie: Star Rats, il signore dei ratti, 299+1, the walking rat, ecc.
Emanuele Di Giuseppe 13 luglio 2017 15:50
Proverò, magari proprio con l'ultima da amante di TWD!
Comunque l'ho letta, mi è piaciuta molto, appena ho tempo butto giù due righe.

Inoltre:
- Moz O'Clock: [ESTATE] Moz O'Clock Digest - n.1, luglio 2017
- Cornerhouse's Pub: Battlestar Galactica Unboxing
- Cent'anni di nerditudine: Le nerd-interviste: 34) Daniel Cuello


4 commenti:

  1. Ma fai bene ad andare al mare! La Pixar ha fatto film molto belli ma è strasopravvalutata, sembra che ogni film sia un capolavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti ne ho approfittato anche ieri pomeriggio! 😎 Un po' troppo vento caldo appiccicoso ma ho letto fumetti e mi sono rilassato.
      Ho sempre preferito al Dreamworks alla Pixar sui film i CG, li ho trovato sempre davvero per tutti, ad esempio con Sherek il piccolo rideva per le scoreggie nel fango, il grande per il risvolto realistico e crudo della favole (Geppetto che vende Pinocchio è geniale).

      Elimina
  2. Ma, ti dirò anche la dreamworks ha fatto le sue belle bambinate, ancora devo togliermi dalla mente Madagascar 3... fin quando si parla di Shrek o Megamind ok.
    Ormai anche la Disney stessa da anni produce solo classici in CG, purtroppo aggiungerei, però mi sento di consogliarti Zootropolis.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Madagascar ho visto solo i primi due ma se il terzo è come gli speciali natalizi, che non sono da buttare ma nulla in confronto ai film principali, ti credo sulla parola ma tanto non avevo intenzione di recuperarlo.

      Zootropolis non sei il primo che me lo consiglia, provvederò anche se ormai sono anni che mi ha stancato questo genere (fatta eccezione per quelli Lego che alla fine non mi fanno neanche impazzire), sarà che non ho più molti bambini attorno come 10 anni fa.
      Mi piacerebbe recuperare anche Cattivissimo Me e l'altro sui mignottini gialli, della Universal.

      Elimina