Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

domenica 16 aprile 2017

Action Comics #977

Numero che fa da spiegone per la continuity ma resta ancora tanto da capire, soprattutto cosa sanno gli altri. Da contrario alle vicende di Reborn, nonostante sia un appassionato di continuity, lo avrei volentieri evitato, rileggere per l'ennesima volta le origini dell'Azzurrone inizia ad essere nauseante se non racconti nulla di nuovo! Interessante solo la faccenda dell'uomo misterioso che sta reclutando villain (Squadra Anti-Superman?).
Di nuovo bellissimi disegni di Ian Churcill.

P. 2: Perry sa che i Kent vivono ad Hamilton County ma stanno per tornare a Metropolis. Il motivo non viene detto. Neanche se il cambio di cognome (Smith) sia avvenuto.
P. 3 e 7: Clark è confuso, ha la sensazione che qualcosa sia cambiato ma non nello specifico. Secondo i suoi ricordi il passato è tutto regolare come lo ricorda ma sente che c'è qualcosa di sbagliato.
P. 8, 9 e 10: questa Krypton è quasi del tutto identica a quella di Johns, con i costumi molto vari, da quelli Silver Age fino a quelli di Byrne, come era avvenuto ai tempi di New Krypton. Jor-El non ha i capelli bianchi ma gli è rimasta la barba. Il classico razzo a caffettiera lo avevamo già visto nel numero scorso.
P. 17: Martha e Jonathan Kent restano piuttosto uguali a quelli di Secret Origin, lei occhialuta ma biondo cenere anziché castana, lui sempre biondo, entrambi magri.
P. 18: altri riferimenti a SO come il braccio rotto di Pete, il salvataggio di Lana dal tornado in cui scopre di volare, Lex adolescente a Smallville.
Superman conferma che è tutto come ricorda.
P. 19: torna Ron Troupe (ultima apparizione pre-Reboot aprile '10, mentre quella New 52 è del settembre 2015, con alle spalle una manciata di apparizioni) mentre Steve Lombard resta quello baffuto (mi manca la versione anni 70 con caschetto voluminoso e pantaloni a campana).

Nessun commento:

Posta un commento