Work in progress

WORK IN PROGRESS...
STO CAMBIANDO GRAFICA
SCUSATE PER IL DISAGIO CAUSATO DALLE CONTINUE MODIFICHE

mercoledì 15 novembre 2017

Topolino n. 3232 (crossover con Riky)

Dopo due notti insonni al contrario, nel senso che mi addormento la sera ma poche ore dopo mi sveglio e non riprendo più sonno, provo a buttare giù due righe e chiedo venia in anticipo per gli strafalcioni. Sempre in coppia con Riccardo ma per l'ultima volta... per il momento!
Da questa estate mi lamentavo sempre delle troppe storie a puntate, ai miei tempi una cosa occasionale, oggi la regola. Ultimamente invece hanno diminuito le storie sui topi, una a numero. Hanno perseverato e la cosa non mi è andata giù, così come promesso ho deciso di staccarmi momentaneamente dal settimanale.
Stavolta abbiamo diviso l'articolo in modo diverso, uno speciale dedicato al ritorno di Cuordipietra da Riky, "Zio Paperone e il segreto di Cuordipietra: recensione con un'analisi delle critiche", e il solito botta e risposta da me.
Però lui è più puntale e lo ha pubblicato la stessa settimana dell'uscita del numero, io arrivo solo oggi, dopo essere arrivato
all'ultima pagina a fatica.

1
Riky: il mio voto è più che positivo. Il piano 'macchiavellico' di Famedoro per me è un punto di forza, non il punto debole della storia. Il segreto di Cuordipietra non è altro che il fantomatico fratello buono. Gedeone una parte necessaria del piano criminoso, compreso il suo allontanamento da Paperopoli. L'unico vero dubbio è su Paperino: perché non veste i panni di Paperinik e usa i suoi gadget nel tentativo di liberare i nipotini? Finale smieloso? Affatto, visto che zio Paperone inizia a raccontare la storia della sua famiglia, con quell'effetto umoristico che è alla base della saga dei 'milioni', ma anche elemento tipico delle storie anni '80-'90 (quando Paperone racconta aneddoti del Klondike e macelata insopportazione di Paperino).
Ema: concordo sul votoPaperinik? Ammetto di aver pensato la stessa cosa, forse perché viene descritto troppo abile e poco pasticcione ma la risposta è semplice, essendo continuity free, questo Paperino non ha mai indossato quei panni.
Sbaglio o assomiglia alla tata di DuckTales?
Tante belle one page story questa settimana, dedicate alle fiere (se non sbaglio coi protagonisti de Le Cronache Dei Due Laghi), con titolo La Grande Fiera:
1) Code, divertentissima e mi ha ricordato un episodio dei Simpson analogo.
2) Collezionismo, parodia di situazione reale, quasi una triste realtà.
3) Leccornie, simpaticissima e fantozziana!
4) Letture è una freddura.
5) Travestimenti, questa è a fine volume ed è forse la peggiore.

Articoli del cazzo:
FIGU!? Dopo le "barze" ci sono le "figu"? Ma dovete finire tutti in miseria!
Ma in Italia le Powerpuff Girl non erano Le Superchicche?

2
Riky: una delle più belle storie di Casty, che ruota attorno a un fluido che rimpicciolisce le persone. La trovata della gigantesca action figures del grande Zuzzinga che si 'trasforma' in Topolino è qualcosa di geniale. Citazioni alla vecchia saga disney di 'Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi?'. I Tre-mendi ricordano il dottor Zero di Fantaman (non a caso si chiamano 1,2,3). Storia ricca di trovate, come quella di Topolino e Gancetto che si coprono con gli abiti di due pupazzetti di supereroi. Ritmo incalzante nel finale. Casty riesce sempre a convincere.
Ema: non avendone lette molte di Catsy non saprei ma sicuramente la mia preferita dell'albo!
Nulla da aggiungere a quanto hai detto, sottoscrivo ogni parola.
Un gran piacere rivedere Gancetto che inizialmente lo avevo scambiato per il padre.

3
Riky: altra storia che mi ha convinto tantissimo. Molto originale, anche se ammetto di essermi perso di fronte ai conteggi di Eulero de Paperis! I disegni di Mazzarello mi son sempre piaciuti, a parte le pose laterali dei paperi, che hanno sempre la stessa espressione (difetto che emerge soprattutto quando ci sono tutti e tre i nipotini in fila). Qui è molto bravo nel riprodurre i paesaggi di una cittadina del 1700.
Ema: anche a me la storia è piaciuta ma l'enigma dei ponti è stato presentato abbastanza male... ho fatto più fatica a capire i passaggi che la soluzione! Sembrava una cosa semplice da come la mostravano nella storia ma forse l'enigma è più chiaro nella pagina extra fumetto che nella storia:
4
Riky: anteprima del nuovo ciclo de "La storia e gloria della dinastia dei Paperi'. I disegni di Sciarrone sono sempre una garanzia: esilarante la vignetta in cui Zio Paperone devasta il giardino di Paperino con il bulldozer e la palla demolitrice con il numero '5' (la data intorno alla quale ruota questo antefatto). Curioso il look moderno dei nipotini.
Ema: ecco, io proprio al look dei nipotini, col quel ciuffo, ho chiuso il fumetto e non sono riuscito a leggere la storia.

13 commenti:

  1. Siamo proprio sincronizzati stasera 😆 ecco voi ne scrivete sicuramente meglio.. ma gancetto non si chiama Bruto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! 😁
      Dovrei stare a letto da un paio d'ore ma sto facendo una prova per non svegliarmi alle 4!
      Nella storia viene chiamato in entrambi i modi, credo che Bruto sia il nome e Gancetto il soprannome. Io so davvero poco del personaggio, lo ammetto!

      Elimina
    2. Che poi Gangio e Gancetto (o Bruto) mi sono sempre stati simpatici, non so perché..

      Elimina
    3. Anche a me. Sarà che fanno parte di quei personaggi che quando ero piccolo apparivano frequentemente ma che oggi sono spariti... è sempre un piacere rivederli.

      Elimina
  2. Ti sei staccato al momento giusto. Numero di Topolino in edicola: Copertina dedicata al compleanno di Topolino. Storie dei topi: 0. C'è anche il Paperino danese. Inoltre ci sono due parti della saga della dinastia dei paperi disegnata da Sciarrone, per cui...(a me piace, da lui accetto volentieri cambiamenti nell'iconografia disney, per me è come Picasso :)).

    Su Casty dovresti recuperare il volume grigio in cui sono raccolte alcune delle sue storie più belle (ma non la marea dei secoli, il capolavoro definitivo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sciarrone non lo conoscevo bene come autore, sono rimasto un pò spiazzato..

      Elimina
    2. Stendiamo un velo pietoso su chi sceglie le storie...
      Io i cambiamenti non li accetto mai, sono troppo conservatore.

      Neanche io lo conoscevo Sciarrone.

      Elimina
    3. Forse proprio perché non conoscete il primo Sciarrone, siete finiti spiazzati.

      E' un disegnatore che sa disegnare benissimo i paperi rispettando i canoni, ma poi ne ha spesso offerto una versione 'particolare'.

      io lo amo *__*

      Elimina
    4. Ma forse lo conosco ma fino all'estate scorsa non guardavo mai gli autori.

      Elimina
  3. Ciao Ema!
    Purtroppo i Topolino di oggi non hanno niente a che vedere con quelli degli anni 80/90... almeno secondo me!
    Io ho continuato sempre a comprarlo ma anche io, ogni tanto, mi prendo delle pause!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Benedetta!
      Purtroppo sì, è una lamentela di tutti noi vecchia scuola ma se oggi li fanno così si vede che ai giovani piace. Almeno voglio sperare sia così!

      Prenderò sicuramente Natalissimo e il numero natalizio. Per ora solo questi.

      Elimina
    2. Benedettaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa non dire così

      Chiaro che come dice Ema, il nuovo Topolino tiene 'purtroppo' conto dei giovani lettori.

      Ma storie come quelle di Casty anche il Topo degli anni '80 se le scorda.

      Ema pensa che io ho già messo in lista per Natale: Natalissimo ,i Grandi Classici e l'Almanacco perché VOGLIO le storie Natalizie :D

      Natalissimo in genere le ho tutte, tranne magari una, ma lo voglio ugualmente, perché nel periodo Natalizio ho comunque un fumetto con 6-7 storie a tema, me lo leggo e me lo gusto.

      ps nel mega almanacco di dicembre c'è quella che su Inducks è definita la peggior storia della storia di Topolino: "Topolino e l'invasione dei pinguini volanti".

      Sono già tutto un fremito XD

      Elimina
    3. Io amo tutte le storie a tema lette nel periodo giusto! Una estiva a febbraio non ce la farai, come una natalizia ad agosto o una pasquale a novembre (a proposito, ho notato che Pasqualissimo non lo fanno più, nel numero primaverile hanno cambiato nome se non sbaglio). Poi Natale è il mio periodo preferito dell'anno!

      Se su Almanacco e su i Grandi Classici mettono storie natalizie, prendo anche quelli, purché non ci sia la fregatura tipo 2 storie su 7.

      Elimina