lunedì 13 novembre 2017

Trine e Trine 2 (per PS3)

Per il "lunedì videogiochi" un articolo in bozza dal 26 ottobre 2013...
A dire il vero era ancora da scrivere, c'erano solo il titolo, "Trine", che ho modificato in "Trine 1 e 2" perché nel frattempo ho giocato anche al sequel, e la copertina che però è stata cancellata.
Vediamo se riesco a ricordare ancora qualcosa di questi due titoli.

Sviluppato da Frozenbyte e distribuito da Nobilis, Trine è un puzzle-platform a scorrimento orizzontale (anche picchiaduro a scorrimento quando si usa il guerriero), tipico di molti indie, di ambientazione fantasy-medievale, a cui ogni videogiocatore che si rispetti dovrebbe aver giocato!

Protagonisti tre personaggi distinti: un guerriero, un mago e una ladra da alternare a seconda della situazione o del puzzle da risolvere, altrimenti non si riuscirà ad andare avanti, che hanno in comune solo
l'avere unite le anime attraverso il Trine (funzionalità di questo artefatto magico) e che si ritroveranno a combattere insieme con la più classica delle trame fantasy, per difendere la loro cittadella dalle malefiche creature infernali, narrata a mo' di libro da un narratore esterno.
Giocabilità fluida che non richiede troppa fatica nell'imparare le mosse o la strategia. Invece l'aumento di livello da RPG non lo ricordo affatto ma era molto semplice.

La longevità la ricordo perfetta, ho impiegato qualche giorno, forse una settimana, sia per il primo che per il secondo.

Musiche belle e rilassanti, come detta il genere fantasy.
Grafica bellissima e coloratissima, come si può notare dalle immagini. Immagini di cui c'era l'imbarazzo della scelta per scegliere quali inserire nell'articolo, quindi consiglio di cercare con Google per scoprire la vera qualità degli ambienti e della grafica.

Sul secondo capitolo non ci sono molte differenze da annotare, a partire dai protagonisti, dalle loro vicende e tutto il resto, resta tutto invariato tanto da sembrare un aggiornamento più che un sequel.
Cambia giusto il produttore, Atlus.
Qualche miglioramento sicuramente è stato apportato ma abbiate pazienza, sono passati un po' di anni da quando ci ho giocato.

Entrambi i giochi sono stati doppiati in modo ottimo, sia il guerriero che il mago hanno la voce di Roberto Stocchi, che in quegli anni adoravo per via del protagonista di No Ordinary Family (cliccando finirete ai miei commenti sulla sfortunata serie durata una sola stagione).

Scopro solo adesso che hanno fatto un terzo capitolo, del 2015 ma disponibile per PS4, quindi chissà quando ci potrò giocare...

Se ti è piaciuto questo articolo, ti potrebbe interessare anche:
- Castlevania Lord of Shadows Mirror of Fate HD
- Brothers A Tale of Two Sons
- Castle of Illusion Starring Mickey Mouse

26 commenti:

  1. Trine ce l'ho per PC, raccattato ad un mercatino per 1 euro :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E... lo hai amato quanto me?
      Ho cercato sul tuo blog e mi ha dato solo l'articolo in cui lo hai recuperato (in cui avevo anche commentato ma mi era sfuggito il tuo acquisto).
      Essendo un articolo recente penso che tu ancora lo debba provare.

      Elimina
    2. Ti dirò, non l'ho proprio provato anzi l'avevo messo in disparte, ora mi hai incuriosito!

      Elimina
    3. Ne sono lieto. Non te ne pentirai anche se non so nulla delle differenze con la versione PC.
      Fammi sapere poi 😉

      Elimina
  2. Non sono un'esperta di videogames, purtroppo, quindi sull'argomento del post non mi esprimo!
    Così evito brutte figure! 😉
    Però sono passata volentieri per augurarti una buona settimana!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie infinite!
      Prima di tornare a "casa mia" nel mio blog e leggere il tuo commento, ho commentato nel tuo. Che coincidenza 😃

      Elimina
  3. Mai visto prima :), ma in effetti in quei tempi ero già ormai fuori dal mondo dei videogiocatori :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è molto conosciuto, anche da chi gioca ancora ma non sta dietro a tutto.

      Elimina
  4. Il terzo capitolo è deludente.
    Si passa da un gioco in un falso 2D alle tre dimensioni (e poco male) ma la storia oltre ad essere veloce è inconcludente perché dovrebbe spingere i fan ad utilizzare l'editor di gioco per creare le proprie avventure (almeno nella versione PC)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo del 3D (per me un punto di demerito) e peccato non sia all'altezza dei precedenti ma da una parte meglio così, non rosico di non avere ancora una console di ultima generazione.
      Grazie per il chiarimento!

      Elimina
    2. Ti dirò in realtà il 3D è inteso come platform in cui puoi muoverti in tutte le direzione. A me non dispiaceva ma è un gusto personale.
      Avevano migliorato sensibilmente l'utilità anche del guerriero (nel primo con la ladra praticamente potevi risolvere ogni enigma) ma la trama è stata fin troppo breve e come dicevo inconcludente. Della serie che avrei rivoluto indietro i miei soldi perché non era finita proprio la storia.

      Elimina
    3. Certamente è una questione di gusti, io preferisco le due dimensioni a scorrimento laterale perché mi riportano agli anni 80/primi 90 e cerco di recuperare sempre questo genere che va tanto tra gli indie.
      Recentemente ho messo da parte Mass Effect (che adoro) per concentrarmi su questi titoli. Lunedì se faccio in tempo ho intenzione di parlare di un altro gioco dello stesso genere.
      Sul terzo capitolo credo di aver capito perfettamente!

      Elimina
  5. Ho giocato al primo un po' di tempo fa, ma non mi convinse tanto, anche perché i platform di questi tempi non m'intriga più...comunque per quel poco ricordo che mi divertii parecchio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pietro e benvenuto. Ho notato che mi segui da un po' ma se non erro è la prima volta che commenti.
      Se il genere non piace c'è poco da fare. Almeno ti ha divertito e non ci hai giocato controvoglia.

      Elimina
  6. Have a nice week, Dear!
    I`m following your blog with a great pleasure in Google+ and GFC
    Follow back? Sunny Eri: beauty experience

    RispondiElimina
  7. Non conosco nemmeno questi! Stai tirando fuori dei titoli davvero oscuri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace parlare (e giocare) a titoli di nicchia piuttosto che i soliti titoloni pubblicizzati che col tempo diventano commerciali (vedi A'sC o GTA).

      Elimina
    2. Assassin's Creed l'ho snobbato per anni proprio perché commerciale, un titolo all'anno eccheppalle, poi mi ha preso nel suo momento di calma, giustamente dopo anni si son presi la loro calma per tirar fuori il nuovo titolo.

      Elimina
    3. Rimasto delusissimo dal primo, non me ne interessai più per anni, poi però preso da una recensione entusiasta di un amico, recuperai la trilogia di Ezio, che fece innamorare anche me di questa serie.
      Finito il III, che chiudeva tutti i cerchi, non sentii più il bisogno di proseguire. Anche perché il quarto, Black Flag, si incentrava sulle battaglie navali, elemento che avevo odiato nel terzo capitolo.
      Persi totalmente interesse in questa serie.

      Elimina
    4. Io ho iniziato proprio con il quarto, regalatomi da un amico, e niente, amore puro! Il gioco è stupendo e le battaglie navali sono proprio un altra cosa rispetto al terzo. Della trama del presente, di Desmond, la mela, ecc... non me ne frega niente XD

      Elimina
    5. Pensa che la trama di Desmond era l'unico motivo per cui avrei voluto proseguire dopo il deludente primo capitolo. E il motivo per cui ho smesso col terzo dato che tutti i cerchi erano stati chiusi e non vedevo il motivo per cui proseguire la serie se non per puro aspetto commerciale!
      Dalla Ubi Soft mi aspetto sempre cose innovative.
      Delle vecchie serie mi manca Prince of Persia ma evidentemente non tira più... non mi dispiacerebbe averne uno ogni 4-5 anni, non di più.

      Elimina
  8. I giochi non li conoscevo. Sembrano carini, forse un pochino old school (da prima Playstation).
    In ogni caso, mi rincuora sapere che questo post è del 2013. Non sono l'unico che ha post in cantiere da secoli XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto old school, ha solo più pixel.

      Tra le bozze ne ho alcuni più vecchi ma che ormai non ho più intenzione di pubblicare, forse li riciclerò in futuro, riadattandoli.
      Ne ho uno su Zborra che credo sia di fine anni 2000... 2008 o 2009 😆

      Elimina