giovedì 21 dicembre 2017

Topolino n. 3239

Dopo qualche settimana senza leggere questo settimanale, non potevo saltare quello natalizio, nonostante esca troppo a ridosso del Natale.
Nonostante ciò, oggi ho recuperato e divorato questo numero uscito ieri, mentre tornavo a casa dal lavoro!
Abbiamo 5 storie, due per i paperi, due per i topi e una... chi se ne frega! Alla Panini devono essersi messi una mano sulla coscienza.
Altra cosa che ho apprezzato è stato il catalogare ogni storia (regalo) ad un genere, quello tradizionale, quello a
gioco, extra, misterioso ed eccentrico.
Ho notato per la prima volta una cosa particolare sul Calisota, lo stato fittizio che comprende la California e il Minnesota... ma come è possibile che nevichi sempre in quel posto?
A conti fatti un numero promosso con la piena sufficienza ma procediamo in ordine!
1) questa ennesima rivisitazione del capolavoro di Dickens l'ho trovata molto riuscita, almeno per quanto riguarda la modifica in chiave moderna. Cosa non mi fa gridare al capolavoro sono i singoli momenti dei vari Natali presentati dai "fantasmi", dei flashback carini ma un po' sciapi che aggiungono poco alla storia.
Certo che Zio Paperone usa parecchi termini poco comuni!
Silvia Ziche molto brava!

2) una storia a bivi che a differenza di quella letta la scorsa estate, davvero pessima, come avevo scritto, stavolta è riuscita! Però ho fatto solo una prova, leggendo forse il finale più deludente. Nei prossimi giorni rileggerò la storia.
Comunque adoro sempre quando i topi interagiscono coi paperi, cosa rara, anche se stavolta si tratta solo di Paperone.

Poi purtroppo non mancano mai i servizi coi Toporeporter che manderei volentieri in Taiwan a produrre scarpe Nike!

3) saltata a pie' pari, neanche credevo fosse una delle 5 storie ufficiali... mi sembrava più una pubblicità! Roba di Frozen, che mi sta sul cazzo a priori!

4) una storia natalizia torna ancora una volta protagonista Manetta, come visto già su Natalissimo di quest'anno. A parte i travestimenti natalizi e il centro commerciale, c'è poco a tema e poco giallo ma un racconto comunque carino!
Certo che la parola "omicidi" su Topolino è davvero forte!

5) questa mi è piaciuta per la stramberia ma il nataliziometro non era tanto alto.
Si chiamano fuochi d'artificio ma va be'.... errori come burro DI cacao -.-'
Si conclude con due one page story davvero carine, con protagonisti Paperino e Paeroga:
1. Natale A Paperopoli - Il Dolce (stramba)
2. Natale A Paperopoli - Spirito Natalizio (con ospite Dinamite Bla)

22 commenti:

  1. La storia a bivi è la migliore. Quale finale hai letto? Io ho preso la strada giusta sbagliando solo l'ultimo bivio! Poi ho letto tutto. Il bello è rappresentato dai tanti finali super beffa per Topolino. Segue a ruota la prima storia. Piena sufficienza per le altre due, però dal bravo Venerus mi aspettavo qualcosa di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scritto la più brutta perché è quella che finisce con Topolino solo a casa ammalato. Ho deciso di investigare, poi sono andato nel quartiere e non in citta e ho dato retta ad Orazio perché tra lui e quello svitato di Pippo, mi sembrava la cosa più logica.
      Oggi provo a rileggerlo.
      Venerus non so neanche chi sia 😝
      Scusa se non ti ho avvertito per la recensione di coppia ma questi giorni non ho il tempo per fare nulla. Ho dovuto leggere di corsa questo numero tra mattina e pomeriggio per poter fare l'articolo entro sera (oggi e domani non avrei potuto), nonostante di solito mi goda il settimanale in 3-4 giorni.

      Elimina
    2. Non ci credo! Hai fatto tutto come me. Anche io ho scelto Orazio perché non volevo fidarmi di Pippo! Sono stato punito! Topolino malato :D.

      Per la recensione don't worry: mi son divertito a leggerla comunque

      Elimina
    3. Prima ho letto il finale bello, dando retta a Pippo.
      Mi è rimasto il primo bivio di andare a ricomprare il regalo.

      Elimina
  2. Vedo che non sono l’unico che scrive le recensioni a tarda sera 😆

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dire il vero ho iniziato alle 18:30, poi sono dovuto andare a lavare i piatti, capare e infornare le patate (la signora questi giorni lavora fino alle 20, quindi mi tocca) per poi tornare a concludere, tempo di editare le immagini e si è fatto tardi...

      Elimina
  3. Non mi dispiacerebbe leggere la storia a bivi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero una bella storia, organizzata benissimo!

      Elimina
  4. Frocen saltato a priori, ma che è?
    La prima storia molto bella, anche se per un refuso Paperone visita il futuro due volte (sia col pranzo di Natale PRESENTE, sia con la Paperopoli del 2117).
    La storia a bivi interessante, specie per chi, nerdacci come noi, ama il Canto di Natale di Topolino: bellissima citazione nello scambio di battute tra Topolino e Paperone, sui fatti di Londra XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh? Era da quando uscì Porcahontas che non vedevo un fumetto di un film Disney sul Topo!
      Hai ragione, non ci avevo fatto caso, anche se di poche ore, è sempre un Natale futuro 😝
      Sono appena riuscito a leggere tutte le possibilità, unico difetto è che le varie parti non si intrecciano mai, sono bivi a "radice", ci si allontana solo dal punto di partenza con varie possibilità. In quelli che leggevo da piccolo ricordo che si tornava spesso indietro incrociando delle parti che avevi già letto facendo altre scelte in precedenza. Un punto in meno per questo!
      Fantastica la citazione a Canto di Natale, con Topolino che non capisce 😁

      Elimina
    2. Ahaha sì, Topolino prende Paperone per pazzo.
      Fighissime queste cose^^

      Moz-

      Elimina
  5. Dopo svariati anni che con compro un Topolino, potrei proprio pensare di fare un salto in edicola e prendere questo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ami il Natale e vuoi tornare bambino per un giorno, compralo, non te ne pentirai.
      Anche se dovessi scegliere solo una cosa dopo tanti anni, opterei per il Natalissimo.

      Elimina
    2. E di che! 😉
      Hai preso qualcosa alla fine?

      Elimina
  6. Ciao Ema!
    Io sto ancora leggendo il numero precedente! Comunque ho comprato anche questo...
    Con le storie a bivi, solitamente, ho un rapporto di amore/odio... o le adoro o le amo follemente!
    Quella di Paperino della scorsa estate, con le scelte fatte da me, non mi era piaciuto per niente... leggendola nell'ordine giusto l'avevo trovata un po' più divertente, ma nulla di che!
    E poi avevo odiato Paperina in quella storia... come in tutte le storie in cui corre da Gastone!
    Finalmente due storie dei topi... anche a me mancavano!
    Non vedo l'ora di leggerlo!
    Buongiorno a giornata! 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Benedetta, stavo rispondendo a questo messaggio ma poi sono dovuto scappare a cena fuori, poi sono sparito.
      Hai poi letto questo numero?
      Per la vecchia storia a bivi stendiamo un velo...
      Un passo in avanti per i topi ma sono vorrei tornasse ad essere la norma.

      Elimina
  7. Anche a me piacerebbero più crossover tra ratti e paperi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pensare che una volta era la norma... ho letto una storia del '55 in cui sembrava stessero tutti nella stessa città.

      Elimina