Work in progress

WORK IN PROGRESS...
STO CAMBIANDO GRAFICA
SCUSATE PER IL DISAGIO CAUSATO DALLE CONTINUE MODIFICHE

lunedì 11 dicembre 2017

Videogiochi sotto l'albero: il Super Nintendo

La scorsa settimana me la sono presa comoda, non tanto per gli impegni ma proprio perché non avevo voglia di fare un cazzo!
Questa però si spinge sull'acceleratore, aspettatevi un articolo natalizio al giorno!
Correva l'ormai lontanissimo anno 1992, un pomeriggio qualsiasi di dicembre, mia zia (quella coi soldi veri) portò me e mia sorella al cinema a vedere Aladdin, insieme al marito e ai miei cugini.
Dopo il film ci accompagnarono a casa per restare a cena ma il bello
venne alla fine, quando ci diede in anticipo il regalo di Natale, il Super Nintendo (solitamente partivano per le vacanze, quindi il suo regalo arrivava sempre in anticipo)! Un regalo per due che ci portò a tantissime liti ma chi se ne frega, meglio che non averla proprio. Dentro c'era Super Mario All Star, quando ancora regalavano i giochi insieme alle console e non mi riferisco ai pack di oggi che costano molto di più della versione standard.
Non comprai tanti giochi per questa console, a parte Super Street Fighter II che consumai e credo nient'altro... me li facevo prestare da mio cugino Nicolò che ne aveva a iosa.
Tra i titoli di cui ho un ricordo particolare, oltre che ai due citati, ci sono stati:
- Super Mario Kart, forse il mio preferito tra quelli in cui si poteva giocare in due, con mio cugino Eugenio (il figlio della succitata zia) ci passammo quasi tutta una notte nel mega casale a Soriano del Cimino (VT).
- Biker Mice From Mars, ovviamente trattava corse motociclistiche e ricordava un po' Super Mario Kart per la varietà di personaggi, però non aveva la telecamera posteriore ma in alto e statica, con la pista messa a rombo. Con questa inquadratura destra e sinistra restavano identiche per il personaggio, così quando scendevi verso il basso dello schermo, per girare a sinistra dovevi pigiare il tasto sinistro del d-pad, mentre la moto andava a destra dello schermo. Dopo una confusione iniziale, ci si prendeva la mano e ci gioco ancora oggi grazie agli emulatori!
Donkey Kong Country, per il quale ogni definizione sarebbe superflua. Anche con questo ci gioco oggi e lo ricordavo un po' più facile. Solitamente è il contrario col retrogaming.
- FIFA  94 o 95 o qualche speciale per i mondiali, non ricordo. Anche questo di Nicolò, come quello sopra, ci passai una intera giornata di capodanno.

Per ora solo questi ma se me ne vengono in mente altri, edito l'articolo e li aggiungo!
Tornando al Natale, a differenza degli anni successivi in cui si giocava anche il 25, come scritto la scorsa settimana, in questi precedenti c'era Santo Stefano per videogiocare indisturbati dai genitori.
Il 26 solitamente si passava dai miei, per giocare e ristare insieme, dato che in quegli anni non se ne aveva abbastanza  (oggi una volta l'anno è anche troppa), in cui mentre i grandi si davano alle carte, noi piccoli facevamo ribollire console e televisore. La tradizione durò due o tre anni, non ricordo di preciso ma ricordo quei momenti con piacere.
Il titolo che ricordo di aver giocato con più piacere in quella giornata è Super Mario World (sempre di Nicolò), il primo (se non sbaglio) a farti cavalcare il dinosauro Yoshi, col quale te magnavi tutti i nemici e le tartarughe le risputavi pure a mo' di proiettile!


BONUS
Cercando immagini per l'articolo ho scoperto un titolo di cui non avevo mai sentito parlare: Daze Before Christmas,  un platform in cui si impersona Babbo Natale.
Sto già recuperando la rom da far partire sull'emulatore della PS3, quindi aspettatevi una recensione o anche solo un cenno in uno dei prossimi lunedì!

16 commenti:

  1. Caspita che regalo!!! A me capitavano puzzle o libri (e non di fumetti, proprio libri!) Ma alla fine il Super Nintendo Mini l'hai preso che non ricordo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non a caso ho specificato che era la "zia coi soldi veri" 😁
      Per il Super Nintendo Mini e tutte queste riedizioni per spremere poveri nerd come noi, no, mi sono rifiutato. Ho sia le console originali che ottimi emulatori. I miei soldi non li avranno mai!

      Elimina
  2. mia zia (quella coi soldi veri): ahahah, anche mia zia paterna, piena di dindi, mi faceva il regalone grande (da bambino; poi dal pandoro in su è stato quasi sempre un pianto XD).

    Ciò detto, questo è un regalo bomba: soprattutto per la presenza di Fifa (94-95), penso fosse lo storico Fifa International Soccer. Vado in brodo di giuggiole!

    ps biker mice from Mars lo ricordi vero? era un cartone animato carino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei ha continuato a fare bellissimi regali di Natale fino alle medie, poi dopo stendiamo un velo.
      Si rifaceva però al compleanno (piena estate) in cui mi ha dato mance soddisfacenti fino al periodo dell'università!

      Penso di sì, che fosse International Soccer ma non mi ricordavo il campo obliquo (ho appena rivisto un video su YouTube).

      Il cartone dei Biker Mice è l'unica cosa che ricordo e mi piaciucchiava. Quando è iniziata la moda ero già grande, quindi mai avuto i giocattoli ma il cartone lo seguivo volentieri sulla RAI.

      Elimina
  3. Mamma mia, questi sì che sono i NATALI fighi... cioè, cinema, cena e poi superregalo. Si vede che aveva i soldi, quelli veri.

    Che poi la magia era nell'avere sì la console, ma in un'epoca dove valevano ancora anche altri tipi di giochi...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, bei tempi. Poi con questa famiglia ho sempre respirato tantissima atmosfera natalizia e non per i giocattoli ma per addobbi fuori e dentro la casa con un albero di 4 metri circa.

      Si giocava ma non ci rincoglioniva, si alternavano ad altri giochi.

      Elimina
  4. Caspita che regalo! Il Super Nintendo con Super Street Fighter II Turbo incluso lo comprai con la seconda tornata di paga della leva militare. I primi mesi furono devoluti interamente per il regalo alla mia morosa (uno stereo JVC compatto che all'epoca era una novità) e poi venne il turno di "farmi un regalo".
    Comuqnue quei Natale così sono indimenticabili. Concordo con Moz anche per altri giochi: la pista Polistil, il gioco da tavolo La Domenica Sportiva, il Subbuteo...Poi un Natale che ormai era già emigrato per lavoro a Roma, tutta la mia famiglia mi fece trovare sotto l'albero la console cui sono più affezionato: Sega Dreamcast con Soul Calibur. The Legend will never die!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei stato breve... stai male? 😝
      A parte gli scherzi, da grandi i regali che ti fai da solo sono i migliori!
      Concordiamo sull'alternare videogiochi a giochi di altro genere.

      Elimina
  5. Che regalo potente!
    Io il Super Nintendo lo ebbi alla comunione... Lo sciolsi per il troppo giocare XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, un super regalo!
      Io ho ricevuto la PlayStation alla cresima!

      Elimina
  6. Ci ho giochicchiato con il Super Nintendo, grazie a te e mio fratello (Nicolò, quello pieno di giochi), ero ancora troppo piccolo, quindi ho per lo più ricordi visivi di te e lui che ci giocavate.
    Forse era mentre giocavate al Super Nintendo che mi sono ritrovato dentro il camino XD (credo più PS1).

    E' stato un grande regalo comunque, naturalmente da quando poi sono nato io i regali sono incominciati ad essere altri (oggetti lontani tra divertimento e bambini), però è vero, Babbo Natale passava sempre qualche giorno prima da Zia e Zio, forse perchè andavano a scuola insieme Lui e Zio Eugenio XD.

    Tiro fuori una chicca:
    Io ed Emanuele al Cinema (Adriano naturalmente).
    Ci recavamo sempre molto prima al cinema per poter fare qualche partita nella salagiochi al piano superiore e per non perderci i trailer dei film che sarebbero usciti.
    Mentre stavamo camminando per entrare in sala e ammirare non ricordo che film, ma sicuramente un filmone, vediamo i nostri Zii (quelli con il cash)...che ve lo dico a fare...ci hanno regalato due pacchi di pop gigante e due Coca-Cola da 100miliardi di Litri.
    Ancora oggi, quando ci ripenso, chiudo gli occhi ed esclamo un ''Grazie''.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah la mossa di judo credo fosse durante un film o era mente Nicolò giocava e io guardavo?
      Al Super Nintendo ci giocavamo molto da tuo padre e tu là venivi poco.

      Pensa che a tuo fratello regalò una specie di bazooka Nintendo perché la console già la aveva da parecchio!

      Ahahah no, credo che lui sia stato l'insegnante delle elementari di Babbo Natale!

      Ahahah quell'incontro al cinema rimarrà per sempre nei nostri ricordi. Che botta di culo!
      Credo che il film fosse Jeeper Creepers (che begli occhi che hai!).
      Ci sono stato la scorsa settimana all'Adriano, ultima sala in cima e credo l'abbiano tolta quella saletta, non ho visto bene perché andavo di corsa, il film era già iniziato, Cristo Santo!

      Elimina
    2. ahahahahaha devo rimangiarmi il "superfilmone" allora XD
      Vabbe quel periodo stava più in fissa del solito, una volta a settimana andavamo al cinema a vedere qualunque cosa passasse sul grande schermo.
      Gran bei tempi

      Elimina
    3. Non era male, finale a parte. Horror figlio di quegli anni 😁
      Quando il cinema aveva prezzi onesti...

      Elimina
    4. Super Nintendo una, pero joypad tipo 20 ne ho cambiati (tutti rotti quando perdevo e rosicavo). Io infatti quello che farei è: abolire le carte e rigiocare alle vecchie console vigilia, 25 e 26, coca cola da 2 lt ognuno e a fare le 7 di mattina, ti risvegli senza mal di testa, col sorriso sulle labbra e cosi per tre giorni. Bei tempi.

      Elimina
    5. Ti chiamavano lo spacca joystick 😁
      Ma pure con una boccia di rum non sarebbe male, quello buono non ti fa stare male 😝

      Elimina