Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

giovedì 17 maggio 2018

La mia Tartaruga Ninja preferita

Questo è il primo post che farà parte della categoria flashpost, ovvero quelli che scrivo in pochi minuti, più brevi dei miei più brevi (scusate il gioco di parole), che si leggono in pochi secondi, quasi dei tweet.

Non è una novità, l'ho ripetuto più volte e avevo anche risposto al
sondaggio sul Moz O'Clock in autunno ma sono sicuro che ancora non lo sanno tutti o se lo sanno non sanno il perché (dubito che la maggior parte di chi mi segue abbia letto la risposta da Miki o quando l'ho riportato qui), quindi:
MICHELANGELO
PERCHÈ
1) l'arancione era il mio colore preferito (poi è diventato il viola)
2) per la sua arma, i nunchaku o, come le chiamavamo io e mio cugino Nicolò, le catene (mio padre ce le faceva tagliando due pezzi di scopa e unendoli con una piccola catena ed eravamo forti ad usarle)
3) perché nella cartone dell'89 era il cazzone del gruppo, quello mai serio pronto sempre a sparare cavolate e a far ridere, decisamente il più simpatico e sorridente (e pensare che da piccolo ero un musone sempre incazzato)
4) adoravo il doppiatore italiano, Davide Garbolino


Per trovare tutti i miei post sulle Tartarughe Ninja, clicca qui.

36 commenti:

  1. Io mio amore si divideva principalmente tra Leonardo e Donatello, quelli un po' più seri e che avevano le armi che mi piacevano di più (armi che, tra l'altro, so usare piuttosto bene)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me da piccolo il bastone sapeva da sfigato ma poi l'ho rivalutato.
      Mi rendo conto solo ora che nonostante il colore, Donatello non è diventato il mio preferito una volta che sono cresciuto 😆 gli mancano tutti gli altri punti.
      Forte che tu sappia usare quelle due armi, io un po' il bastone ma da autodidatta e come ho scritto i nunchaku ma da piccolo, oggi non lo so.

      Elimina
  2. Io non ho mai adorato Garbolino, anzi, ma anche per me il migliore tra le Turtles era Michelangelo, proprio per il motivo numero 3!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Babol e benvenuta (anche se già ti conosco per i messaggi che hai lasciato altrove).
      Garbolino ha una voce particolare, o la ami o non la sopporti.
      Per il terzo punto, viva il cazzeggio!

      Elimina
  3. Cinque altissimo! Siamo allineati anche sulla tartaruga ninja del cuore ;-) L’arma più figa, l’approccio cazzone che mi aggrada, aggiungo solo un dettaglio, la passione per la pizza! Forse la vera ragione per cui Michelangelo è sempre stato il mio preferito, mi ci riconosco molto. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mitico!
      Vero, la pizza! Nonostante sia amata da tutti, è lui quello che ne va ghiotto più di tutti.

      Elimina
  4. Beh Garbolino per chi guardava i cartoni animati tra fine anni '80 e inizio '90 era un must...quanti personaggi ha mai doppiato?

    Il mio preferito invece era Leonardo, in primis per le armi (io ho sempre preferito la spada), poi per il colore (azzurro) e perché era il leader del gruppo!

    Ma alla fine tutte le tartarughe ninja erano mitiche! (forse il meno attraente era Donatello per via del bastone, ma poi lui nel cartone era il genio del gruppo!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ha doppiati tanti ma ne ricordo meno di un decimo.
      Comunque differenziava un po' la voce e non mi piaceva su tutti i personaggi, quando doppiava gli sfigati mi stava un po' antipatico 😝

      Leonardo è stato il mio preferito per un breve periodo prima che diventasse Michelangelo, proprio per la spada (nei film sui ninja degli anni 80 era l'arma più usata).

      Ahahah sì era all'ultimo posto anched della mia classifica!

      Elimina
  5. Arancione, il mio colore preferito.
    Ma Donatello per anni è stata la mia Tartaruga preferita, ovviamente con Mickey a seguire.
    Ora è Mic, come per te. Continua a essere cazzone. Quando l'ho visto cazzeggiare nella Batcaverna... MITO^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me Donatello stava e sta all'ultimo posto, per via del bastone, un'arma sfigata 😝
      Non ho letto quel fumetto perché non amo i crossover ma quella scena merita la mia attenzione!

      Elimina
  6. E' anche la mia preferita, e sai già perché ;)

    RispondiElimina
  7. Da bambino il mio preferito era Leonardo, ma oggi credo di essere caratterialmente più vicino a Raffaello (il rosso assieme al verde è il mio colore preferito).

    P.S. Ma quanto era bello il pezzo iniziale della sigla del cartone?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rosso è stato il mio primo colore preferito ma gli "spadini" non mi piacevano come arma 😁
      Leonardo anche per me inizialmente ma per pochissimo, ho virato subito dopo su Michelangelo.

      Bellissimo l'inizio ma stupenda tutta quanta. Ti consiglio questo mio post 😉

      Elimina
  8. Raffaello perché abbiamo quasi lo stesso nome .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti chiami Renato? Scherzo.
      Purtroppo non c'era un nome simile al mio, quindi ho dovuto scegliere per altri motivi 😁

      Elimina
  9. "Nunchaku, ed eravamo forti ad usarle" XDXDXDXDXDXD immagino l' allenamento con la schiena rossa dalle botte.

    Vero, Miky ha sempre portato simpatia nel gruppo, Leo troppo cazzone capo della banda...quello che preferivo era Donny, con l'arma di merda ma ha sempre avuto un gran cervello. (e poi clonare la sua arma era ancora più facile, visto che bastava solo svitare il manico della scopa dal pezzo sotto XD).

    Concordo in pieno per il mitico doppiatore di Miky, uno dei migliori e la sua voce ha accompagnato un sacco di personaggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche in piena faccia se non stavi attento! 😆

      Vero, Donatello compensava l'arma di merda con l'ingegno 😁

      A me Garbolino non piaceva proprio su tutti i personaggi, mi pare doppiasse anche il nerd di Primi Baci, poi c'era Johnny/Kiosuke che da piccolo lo amavo ma oggi mi dà ai nervi, meglio il nuovo doppiaggio. Però con Michelangelo cambiava leggermente tono e lo adoravo.

      Elimina
  10. A memoria direi anch'io Michelangelo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che è il più amato, per i miei stessi motivi o per altri.

      Elimina
  11. Michelangelo, il nostro preferito si. Mi ero scordato completamente delle catene caserecce ahah mamma mia le quando ci scappavamo e ce le davamo in faccia, che dolore. I giocattoli erano il top, avevo il dirigibile ricordi? O era tuo? Boh, ricordo che per fare i scemi lo abbiamo bucato lo stesso giorno o il giorno dopo (che rosicata) e i nostri si sono arrabbiati perché riuscivamo a rompere sempre tutto ahahah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah l'ho appena scritto in risposta a Tancredi delle botte in faccia. Tu avevi anche quelle di plastica proprio di Michelangelo, erano arancioni con la catena grigia.
      Comunque era tuo il dirigibile, io ho avuto poca roba delle Tartarughe, giocavamo sempre con le tue 😉

      Elimina
  12. Sono combattuto... C'è Leonardo che è un leade cazzutissimo, Michelangelo che è un cazzone, Donatello che è intelligentissimo... Ma Raffaello è lui il mio preferito! Sarà il fascino del "vendicatore oscuro" che si porta dietro. Scelgo lui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'ardua scelta per te!
      A me Raffaello stavo antipatico per il suo spirito ribelle (e io sono un ribelle, le stranezze della vita).

      Elimina
  13. Sarà il fascino del sai, ma ho sempre preferito Raffaello. Il ribelle della squadra. Quello che si buttava nella rissa e picchiava duro.
    E la serie a fumetti della IDW ha confermata la mia preferenza.
    In ogni caso spesso e volentieri al leader di un gruppo ho sempre preferito il "secondo" perché più sfaccettato e complesso (il caso massimo rimarrà sempre Digimon).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sempre adorato i personaggi ribelli ma con Raffaello non è mai scattata la scintilla... strano!
      La serie IDW ce l'ho in attesa da un bel po' ma vorrei finire prima tutta quella originale... chissà quando ci riuscirò?! Ho solo i primi due volumi comprati e letti ai tempi dell'uscita.
      Purtroppo con Digimon non ti seguo 😝

      Elimina
    2. Nella prima serie di Digimon (ma anche in quasi tutte le successive che ho visto) il "protagonista" indiscusso (che ha come digimon un dinosauro) è così perfetto che risulta essere di un piatto senza fine. Nessun problema familiare. Pochi dubbi su quello che deve fare, ha sempre ragione (oddio quasi sempre).
      Mentre il "secondo" del gruppo ha sempre una dinamica familiare un po' ballerina e traballante, ha dei dubbi che gli fanno sempre chiedere cosa sia meglio fare, un background che lo rende decisamente più interessante. E vuoi mettere che ho come digimon un cane/lupo? Vuoi mettere quanto sia dannatamente più figo ed epico un lupo rispetto ad un dinosauro insignificante?

      Elimina
    3. Aaah ok, ora è tutto più chiaro e da ciò che ho capito, concordo pienamente!

      Elimina
  14. A me piaceva Leonardo, per il carisma da capo e le armi e Donatello, per l'intelligenza! :D
    Ma i Biker Mice da Marte li guardavi? Lì ecco, davvero non sapevo scegliere. Andavo a periodi, a volte mi piaceva più Sterzo, a volte più Turbo... Pistone lo sentivo troppo grande, ma aveva anche lui dei lati che lo facevano emergere come personaggio preferito del momento... :)

    P.S. Solo ora, nello scrivere, mi sono resa conto di quanto fossero ridicoli i nomi dei Biker Mice. :S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di tutto benvenuta in questa umilissima dimora!
      Ho dato un'occhiata veloce al tuo blog ma ripasserò con più calma il prima possibile (questi giorni sono incasinatissimo, già è tanto se riesco a fare post nuovi) 😉
      Leonardo è stato anche il mio preferito per un breve periodo, prima che virassi su Michelangelo, per le sue katane (andavano di moda tra gli anni 80 e primi 90).
      I topi da Marte li ho seguicchiati ma poco perché sono arrivati che stavo alla fine delle medie, mi pare, quindi iniziavo a seguire altro, però adoravo il videogioco per Super Nintendo!
      Il mio preferito era il bianco (soprattutto per la moto - non amo molto le Harley, quindi la sua da corsa era la migliore) ma i nomi non li ricordavo... in effetti erano proprio strambi come nomi 😆

      Elimina
    2. Grazie del benvenuto e della visita sul mio blog! Ricambio con piacere l'accoglienza!

      Allora sei un po' più grande di me: quando arrivarono i topi io facevo le elementari; li davano all'interno di Solletico e, sebbene fosse più un cartone da maschi, non mi perdevo una puntata dei Biker Mice! Quello bianco si chiamava Turbo e sì, ora che mi ci hai fatto pensare, era l'unico che non guidasse una Harley... :P

      Elimina
    3. Non mi sono dimenticato di te, eh. Anzi, ti rispondo qui e corro subito da te (ho la pagina aperta su Chrome da quando ti ho risposto). Scusa ma questi giorni è davvero un casino.

      Eh sì, ci portiamo qualche anno di differenza, dovresti avere su per giù l'età di mio cugino Tancredi (gli ho fatto scrivere un guest post sulla Fabbrica dei Mostri, anche per quella iniziavo ad essere grande, quindi ho fatto scrivere a lui l'articolo).
      Comunque parli con uno che fa parte della generazione che non aveva un genere per i cartoni, a prescindere dal sesso, guardavamo TUTTO, la femminucce Ken il Guerriero e L'Uomo Tigre, i maschietti tutte le maghette e gli anime tristi (Candy Candy e simili).
      Viva Turbo! D'altronde ho sempre amato i topo bianchi (quelli veri) perché hanno davvero gli occhi rossi.

      Elimina
  15. Mi dividevo tra Michelangelo e Donatello!E ti dirò non ho mai saputo bene chi scegliere, avevano due caratteri che mi piacevano allo stesso modo per cose diverse. E poi è vero, Davide Garbolino si ama e basta <3 XD mi rende irresistibile tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leonardo è stato il mio primo preferito (anche se per pochissimo) e Michelangelo hai letto nel post, quindi ti capisco.
      Viva Garbolino anche se quando faceva i personaggi troppo sfigati non mi faceva impazzire.

      Elimina
  16. Non so proprio chi scegliere, per certi versi ho sempre amato Michelangelo per la sua simpatia, per altri Raffaello per la sua cazzutaggine (anche se poi nelle versioni più moderne finisce con l'essere troppo protagonista per questo motivo mentre all'epoca era sulla falsariga di Mickey)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, giusta osservazione sul Raffaello delle versioni più moderne e forse mi è andato in antipatia per quello, nella vecchia serie erano tutti e 4 alla pari e ognuno aveva una caratteristica che gli altri non avevano.

      Elimina