Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

lunedì 26 marzo 2018

Il mio primo computer

Nominato in massa insieme a tutti i colleghi della Geek League dal creatore stesso di questa catena, RedBavon di Pictures of You, ho fatto di nuovo un'eccezione invece di non rispondere come di consueto, giusto perché è a tema "rivangare nel passato", una pratica piacevole e terapeutica.
Sarà sicuramente deludente sapere che uno smanettone come me ha avuto il suo primo aggeggio con schermo e tastiera in età molto avanzata, confronto ai tempi che correvano, nella "recente" prima metà dei 2000.

Da piccolo non mi affascinavano molto, amavo i videogiochi ma ero tipo da console (come oggi). Durante le elementari provai a chiederne un senza alcuna insistenza o convinzione (altrimenti lo avrei ottenuto, da bravo viziato) solo perché in classe girava una leggenda metropolitana di computer che ti facevano i compiti...
che fantasia noi degli anni 80!

Alle medie ci riprovai, per lo stesso motivo, i compiti! Provavo invidia per quegli stronzetti che quando c'era una ricerca, inserivano un CD e premevano il tasto stampa, mentre io con la vecchia enciclopedia cartacea, come un provetto monaco amanuense, dovevo riscrivermi tutto a penna, impiegandoci 2-3 ore, togliendo tempo importante a cartoni e videogiochi.
La mia famiglia attraversava un momentaccio economico, niente da fare neanche stavolta.

Tra la fine delle medie e l'inizio delle superiori mi ero appassionato ai simulatori, che su console giravano di merda, il mio preferito è ancora oggi Roller Coaster Tycoon (il primo), da appassionato di parchi a tema. Mi dovetti accontentare di Theme Hospital per PSX (che ho amato lo stesso) prima e di Theme Park dopo, già era PS2, 'na schifezza che rivendei qualche giorno dopo.
E poi c'era Napster col quale ti potevi scaricare le canzoni, nonostante il 56 kakka, non era lunghissima l'attesa.
Niente da fare, i soldi non c'erano e non era una priorità.
ASUS A2800S Notebook PC
Il mio primo PC arrivò grazie all'università, dove tra orari delle lezioni, locazione delle aule fuori sede (una era dentro un teatro...), annunci dei docenti, calendario esami, prenotazione degli stessi, risultati, ecc. ecc. i miei non potettero dire di no.
Dato che non ci capivo nulla e non mi andava di perdere troppo tempo a scegliere schede madri, schede grafiche e tutto il resto, dato che non conoscevo nessuno che potesse aiutarmi (non mi fidavo degli sconosciuti che lo facevano di mestiere), optai per un notebook perché non era da assemblare. Così mi recai in edicola, presi varie riviste e le studiai per qualche giorno. La scelta ricadde su un ASUS da quasi 1000 euro, invidiato da molti, come fossi un esperto dell'informatica. In verità sapevo appena accenderlo.
Mi servì per l'università? Sicuramente.
Mi servì per il porno? Ovviamente tantissimamente!
Mi servì per i videogiochi? Poco.
Mi servì per scaricare film e musica gratis? All'inizio non tanto.
All'inizio lo usai tanto per chattare, era diventata una droga, tanto da avere una comitiva virtuale. Con le lezioni pomeridiane, ci passavo intere nottate nel più totale del cazzeggio.
Dopo arrivarono i primi forum (PSMania e DC World Forum i primi in assoluto), mi allontanai dalle chat per passare totalmente a questi, altra droga, che risvegliò un'altra mia dipendenza che avevo abbandonato da anni, i fumetti della DC.
In un anno ero diventato talmente bravo a smanettare che mi sono chiesto "ma se lo avessi avuto a 6 anni oggi sarei un haker?". Da autodidatta avevo imparato parecchie cose, compreso l'impossibile linguaggio html e questo blog, nato nel 2006, che non aveva ancora i layout già pronti come qualche anno dopo, nella sua prima versione fu creato quasi da zero.
Caduto in battaglia nell'agosto del 2008, a causa della mia irascibilità. Si impallava spesso e gli ho dato un cazzotto a martello che lo ha ucciso definitivamente, abbiamo smesso di soffrire insieme.
Mi manca soprattutto il suo schermi 4:3 (odio i widescreen di oggi, totalmente inutili se non ci giochi o guardi film). Conservo il suo cadavere con amore necrofilo, magari un giorno proverò a farlo resuscitare.

36 commenti:

  1. ahhaah alle medie il pc dalle mie parti era una rarità! Io fui uno dei primi ad averlo, in terza media. E' vero che in quegli anni prendere un computer era una spesa incredibile, capisco la tua famiglia!

    Ma sai che anche il mio primo Notebook è stato un Asus...forse addirittura lo stesso modello tuo.

    Mi piacerebbe commentare di più, ma prima devo uscire anche io con il mio post :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non lo ricordavo molto ma per fortuna è una di quelle cose che ho nella stanza degli impicci (me lo ha mollato mia madre un paio di anni fa, quando hanno fatto i lavori a casa), così ho potuto tirarlo fuori per rinfrescarmi la memoria e fare le foto.

      Ma sì, fai bene, se hai intenzione di rispondere alla catena, non ha senso scrivere un commentone qua 😁

      Elimina
  2. "Si impallava spesso e gli ho dato un cazzotto a martello che lo ha ucciso definitivamente, abbiamo smesso di soffrire insieme."

    Non siamo poi tanto diversi mi sa 😃
    A sto giro invece non partecipo io, ho ben poco da dire sull'argomento, quindi passo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fa benissimo sfogarsi così, soprattutto perché dopo hai lo stimolo per sostituire l'oggetto, anche se fa male al portafogli! 😝

      Elimina
  3. Non sapevo della nomination comune, io comunque del Commodore 16 ho già parlato tempo fa per il nostro oggetto geek :) Il mio primo notebook è stato forse un Acer 8088 che over-sfruttavo :D poi ho avuto un Compaq Pentium 75, poi mi sa che sono passato ai Macintosh..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti capita di passare da Red, avvisalo, magari linka il tuo vecchio articolo.
      Io odio i Mac! Tutto al contrario...

      Elimina
  4. Per fortuna che in qualche modo ho già dato ;)
    Comunque anch'io ho aspettato parecchio per averlo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo totem geek! Ricordo bene e mi sa che ti avevo accennato anche qualcosa che poi avrai ritrovato qui 😉

      Elimina
  5. Il cazzotto alla Fonzie molte volte funziona, il più delle volte determina la morte definitiva ;-) Gran post! Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah cazzotto di Fonzie arma a doppio taglio! Però il suo era più un colpetto 😝
      Comunque grazie!

      Elimina
  6. Ei fu. Siccome impallato,
    Ema gli diede la fatal legnata,
    stette la scocca immemore
    orba di tanto schermo,

    Tale al tonante cazzotto
    Muto sta l'altoparlante interno
    Trema la tastiera e sta.
    Così percossa, attonita
    il notebook al cazzotto sta.

    Grazie per avere risposto al mio invito con questo racconto a tinte bit-pulp, che vado ad aggiungere a Quelli che hanno tirato la catena. post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per la poesia! 😄

      Elimina
    2. Il Fan Club Alessandro Manzoni e l'Associazione "Amici di Renzo&Lucia" hanno messo una taglia su di me: "Vivo, ma possibilmente, morto". ;)

      Elimina
    3. Mi spiace ma non capiscono un cazzo! 😄

      Elimina
    4. Ahimè l'ironia (o i tentativi di essere ironici, come il mio) è morta. Oggi si preferisce essere cinici - se dice culo - sarcastici - se non ti dice culo - acidi, perché attira più "like".
      Peccato che poi se lo stesso che è riuscito a scrivere cose raccapriccianti fosse a tu per tu con la vittima delle sue attenzioni, con tutta probabilità sarebbe colta dalla maledizione di Alex Drastico:
      muto, ma non per sempre, e la voce gli venga sporadicamente e per pochi secondi nei quali spara delle cazzate immani.

      Elimina
    5. Mah, io sono cinico, sarcastico e acido ma l'ironia la adoro! 😁

      Elimina
  7. Agahahaha non avevo dubbi sul fatto che tu POTESSI DAVVERO fare qualcosa che ho rischiato di fare anche io, ossia tirare un pugno al pc XD
    Comunque, anche io chat e forum a gogo^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'altronde sono il tuo gemello cattivo 😆
      Ogni tanto mi mancano le chat di quegli anni, soprattutto quella grafica che frequentavo io.

      Elimina
    2. A me mancano tantissimo i forum...

      Elimina
    3. A chi lo dici... il periodo del DC Forum è irripetibile!
      Va be', consoliamoci con la rinascita dei blog!

      Elimina
    4. E già, i blog sono l'ultimo baluardo del paleointernet^^

      Moz-

      Elimina
    5. Paleointernet è stupendo!
      Grazie al nostro impegno ma soprattutto alla lega, porteremo alla ribalta le mode del paleointernet!

      Elimina
  8. Ahahahahaha che morte orribile il tuo povero Notebook XD

    Io il primo computer che ho avuto è stato uno di quelli giocattolo che vendono da Toys, lo usavo come diario, mi ci appuntavo le cose e spingevo tasti a caso perchè lo vedevo fare agli scienziati nei film XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace pensare che ora sia in un posto migliore 😝

      Ahahah usare un giocattolo con funzioni che non ha, era una dote dei bambini del passato! 😁

      Mi ricordo quando venivo da voi a giocare nella tua vecchia camera con quel PC che andava a pedali. Sempre a qualche simulatore.

      Elimina
  9. Primo Pc solamente negli ultimi mesi del 1998 proprio durante la mia partenza per il servizio militare.
    Acquisto fatto da mio fratello dopo che per mesi aveva collezionato riviste su riviste per poter scegliere ( a suo dire ) il Computer migliore, visto che venivamo da anni di vacche magre dopo la totale scomparsa delle macchine Commodore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pirkaf e benvenuto!
      Tuo fratello ha fatto come me, solo che ci si è impegnato molto di più! 😁

      Elimina
  10. Beh dai, sei stato anche troppo gentile col cazzotto a martello ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per sbatterlo contro una colonna portante e ridurlo in pezzi, deve fare qualcosa di brutto, non solo impallarsi 😝

      Elimina
  11. Il mio primo pc è stato acquistato a rate e comprendeva anche un corso per imparare ad usarlo che mi ha annoiato già alla prima lezione perché in realtà io già da un po’ lo usavo da un amico.
    Anche per me è stato musica, chat, Roller Coster Tycon e Theme Hospital! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio che palle i corsi, ricordo la noia informatica alle medie...
      Per il resto ammazza che coincidenza riguardo i simulatori! 😁

      Elimina
  12. Si è spento con onore :)
    Il mio primo pc è ancora vivo, ma non lo accendo per paura che esploda. E' davvero vecchio XD Scherzi a parte, ha lo schermo rotto, ma il processo funziona ancora.
    Ora uso un Lenovo. Mi sto trovando bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onore e dignità 😄
      A me è venuta voglia di provare a riaccendere questo portatile ma poi ho evitato per non restare deluso.
      Come ho scritto, prima o poi lo farò riparare! Ci sono tante foto che vorrei recuperare, molto le avevo recuperate chiedendo a chi aveva delle copie ma molte altre le avevo solo io.

      Elimina
  13. Buongiorno Emanuele . Anche qui mi ritrovo in un mondo dove riaffiora qualche ricordo e che nella maggior parte non ricordo però mi piace.leggo spesso i post di Ricky e mozy , bravissimi e preparatissimi .complimenti anche a te.:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui da me ci sono spesso ricordi del passato, come da loro.
      Grazie mille, Juliet!

      Elimina
  14. Il mio rapporto con il computer è pessimo , ho da sempre una vecchia agenda incasinata che lo sostituisce per la maggior parte dei miei impegni .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'immortale carta e penna, che io ormai uso davvero poco.

      Elimina