Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

lunedì 2 luglio 2018

Evviva le vacanze estive!

Questo post lo volevo pubblicare l'8 giugno, l'ultimo giorno di scuola per gli studenti romani ma per mancanza di tempo e di spazio, ho dovuto rimandare. Era pronto una settimana fa ma poi l'ho lasciato in bozza.
Un altro anno scolastico è finito. ERA ORA! Perché per 12 settimane la scuola sarà solo un brutto ricordo! Il mio compleanno è vicino e spero di ricevere tanti giocattoli, come
ogni anno. Ho finito la terza elementare e sono già pronto per ripeterla a settembre! No, non mi hanno bocciato, semplicemente sono fermo ai miei 8 anni, da buon Peter Pan, e ogni anno ripeto questa classe, nel 199X (la mia età esatta la rivelo a pochi!).
Vivo in un loop temporale!

Durante gli ultimi giorni le maestre ci hanno consegnato il libro delle vacanze e come ogni anno, insieme ai miei compagni, lo abbiamo cominciato in classe, come fosse un gioco... ma tanto sappiamo tutti che farà la fine di quelli degli anni passati, finirà su un mobile a raccogliere polvere per tutta l'estate, preferendolo ai veri giochi. Tanto non ce lo hanno mai controllato.
La priorità verrà data alle partite col Sega Master System e ai cartoni di Bim Bum Bam, Junior TV e T.R.E. (il miglior canale regionale del Lazio!).

E questo è ciò che frulla nella mia testa ogni maledetto maggio e giugno...

RITORNO ALLA REALTÁ
Sarà una comunissima estate di merda da adulto!

29 commenti:

  1. Non credevo che la tua vera età fosse un segreto. Una volta erano le donne a non rivelarla.
    Ma vabbè. Una volta le donne avevano tante esclusive che oggi non possiedono più.. Tipo la depilazione.. 😜😜😜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi depilavo ma poi ho dovuto smettere perché mi venivano i peli incarniti, ora accorcio col rasoio per capelli 😝
      L'età prima la dicevo chiaramente, poi mi sono accorto che quando interloquisco con uno di cui non so l'età, non ho pregiudizi, così ho smesso di dire la mia, è cominciato quando frequentavo un sito romanista, lì ero molto più vago e mi divertivo perché non capivano se fossi adolescente o un sessantenne perché variavo spesso il modo di parlare. Oggi ho ristretto molto di più il campo, almeno tra noi blogger, quindi grosso modo la sapete 😉

      Elimina
    2. Io invece sono proprio senza gusto.
      In home ho piazzato 4 righe inequivocabili di biografia, e tutto il resto l'ho ampliamente raccontato. 😁

      Elimina
    3. Non hai proprio segreti 😁
      Da un po' di anni sono riluttante a mettere cose troppo private in rete, soprattutto le foto, che piano piano ho fatto sparire!

      Elimina
  2. Povero libro delle vacanze abbandonato a se stesso! Comunque sì, la sensazione delle vacanze estive, per il bambino, era qualcosa di meraviglioso. Sì, è il picco della nostalgia-nostalgismo! Era impareggiabile il fatto di non avere l'assillo della sveglia presto, DI POTER FARE I COMPITI DELLA VACANZE la mattina e di avere tutto il resto della giornata per il cazzeggio e il gioco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In 18 anni di scuola, mai fatto i compiti per le vacanze, se proprio rompevano i professori, si copiava tutto il primo giorno dai più diligenti! Ho iniziato a studiare d'estate all'università...
      L'emozione che provi quei giorni da piccolo, poche altre cose te la danno da adulto.
      Vero, è proprio il picco, seguito subito dopo dal Natale.

      Elimina
  3. Vorrei anche io un viaggio a ritroso nel tempo . :)) dove a giugno a scuola chiudeva scrive da veramente in vacanza . Ora o ragazzi nemmeno si rilassano più : compiti in ogni materia , impegni campus ...honproibito a mia figlia di aprire in libro per almeno in mese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La colpa però è sia dei genitori che degli insegnanti, i primi per gli impegni sportivi/extrascolastici.
      Quando avrò dei figli non li costringerò a fare i compiti delle vacanze e il primo giorno li accompagnerò io, parlando con gli insegnati, rispondendo loro con "e non gli cacate il cazzo a 'sti poveri cristi!".
      E al costo di lavorare pure la notte, mia moglie la faccio rimanere a casa a crescerli, niente tate o nonni o doposcuola!
      Hai fatto benissimo con tua figlia!

      Elimina
  4. Solo io amavo farlo il libro per le vacanze? :D Lo prendevo per una specie di Settimana enigmistica..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto più di una volta, io mi divertivo all'inizio ma poi me ne dimenticavo, non è che non volessi farlo e mia madre non mi costringeva.

      Elimina
  5. Facendo un breve calcolo la tua reale età non potrà che essere compresa tra... no dai non lo dico 😛

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah puoi anche supporla e secondo me ci andresti molto vicino (grosso modo sai quanta differenza abbiamo), tanto non te la confermo! 😝

      Elimina
  6. Risposte
    1. Non capisco se ridi perché anche tu te ne fregavi (topo "ahahah anche col cavolo che lo facevo!") o perché era divertente... 😁

      Elimina
    2. X me Pietro rideva per il destino a cui andava incontro il TUO libro per le vacanze ahhaha

      Elimina
    3. Ma porello, invece di accende un cero per ognuno dei 5 anni delle elementari... 😆

      Elimina
  7. Ahahahahaah che bello l'ultimo giorno di scuola, 3 mesi di vacanze per pensare solo a divertirsi.
    La mia regola è sempre stata la stessa, niente compiti durante le vacanze!
    Ancora ricordo le urla delle maestre quando tornavo a scuola con il libro dei compiti vuoto...ahhhhh come musica per le mie orecchie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah su questo abbiamo abbiamo avuto entrambi la mamma tosta! E farò lo stesso coi miei figli!
      Se si chiamano vacanze ci sarà un motivo, la parola "compiti" stona con "vacanza", non riescono a capirlo 'sti cerebrolesi di insegnati che li danno solo perché godono nel far soffrire gli studenti e poi rosicano perché loro hanno da fare (vorrebbero passare anche loro 3 mesi a fare nulla ma non possono... hanno scelto 'sto mestiere proprio per questo ma sono rimasti fregati!), allora lo rifilano ai poveri giovani per ripicca!

      Elimina
  8. ma se porto il joypad giochiamo in due al Master System? Porto Monster Boy!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Porta solo il gioco, che a me manca. Nell'era 8 e 16 bit era una cosa normale inserire due controller nella confezione della console, quindi ne ho 2 perfettamente funzionanti! 😁

      Elimina
  9. Anch'io rimpiango un po' le vacanze estive di quando avevo 10 anni in meno (anche se io quei maledetti compiti li facevo XD)... poi mi sveglio e ho 3 esami da preparare in due settimane, quindi apro i libri e studio leggi, sentenze, teorie giuridiche, codici e altre cose che amo alla follia, pur nella loro aura di noia che le circonda XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'estate da universitario è la peggiore delle estati possibili ahaha

      Elimina
    2. Concordo con entrambi, ho iniziato a studiare nei mesi estivi solo da universitario... in compenso mi sono divertito nei 13 anni precedenti (elementari, medie e superiori) non sfogliando manco una pagina di un libro di narrativa dai primi di giugno a metà settembre, a differenza vostra! 😈

      Elimina
  10. Buone vacanze anche se da adulti! Dai un modo per divertirsi lo troviamo lo stesso.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, anche se non è lo stesso, 12 SETTIMANE, ci accontentiamo.
      Quest'anno non mi posso lamentare perché sono stato fermo parecchio e ora spero di rifermarmi da questo venerdì fino a settembre!

      Elimina
  11. Ahaha non credere, anche io ragiono così... ma essendo più speranzoso per il futuro XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma se riuscissi a fare un terzo delle cose che fai tu, forse anche io sarei più speranzoso 😁

      Elimina