venerdì 2 novembre 2018

Un novembre tranquillo

Questo mese ho deciso di darmi allo slow blogging, tenendomi sui 3 post a settimana, massimo 4 in rare eccezioni.
Lo so che è un post lungo stando ai miei standard ma come dico sempre, seguite i grassetti che uso apposta per far leggere più velocemente e saltare i punti che non interessano. E poi domani vi risposate, non ci sarà nessun post!
I motivi sono:
  1. Ultimamente ho abusato di blogging, troppi post che mi portano via tanto tempo (li scrivo in circa 3 ore, nonostante siano quasi sempre brevi), facendo anche tardissimo dato che lo faccio la sera dopo cena e li voglio pronti per il mattino. Il resto del tempo libero lo passo a commentare i blog che seguo, togliendo spazio alle mie più grandi passioni, videogiochi e fumetti! Questo mi ha portato al punto
  2. Ho un po' di scazzo periodico (a differenza del ciclo mestruale, mi viene ogni 3 mesi circa) che mi porta al bloggare controvoglia e quando ricevo i commenti, invece di essere contento, come accadeva prima, penso "che palle, mo mi tocca rispondere". E ultimamente non ne ricevo neanche tanti! Oh, ora però non smettete di commentarmi, eh! La scelta dello slow blogging è anche per farmi tornare l'entusiasmo del ricevere commenti. L'assenza di voglia mi ha portato anche a passare a trovare i blog che seguo a distanza di 2-3 giorni, per i più fortunati, recuperando a raffica tutti o quasi i post che mi ero perso. Dando la precedenza a chi mi commenta, perché per me è una forma d'educazione, trascurando tutti gli altri nonostante ci fossero post che mi interessavano molto. Non è mia consuetudine ignorare chi non mi commenta (se non saltuariamente) e alcuni blogger possono confermarlo (Conte, che ha un problema con Blogspot ma che ultimamente a sua volta ho trascurato anche io, Orso, Johnny), anzi! Cerco di togliermi dal cazzo gli utenti "ti commento se mi commenti", però finito il giro dai miei commentatori abituali, mi ritrovo talmente stremato che non riesco quasi mai a passare dagli altri.
  3. Quando mi sono messo a postare quasi tutti i giorni, non ho avuto la pretesa di ricevere i commenti in tutti i post da parte di tutti, perché avevo studiato di accontentare un po' tutti, "so che posto tanto ma non mi devi seguire in tutto, solo gli argomenti che ti interessano". Questa cosa ha fallito eccezione fatta per RedBavon, quasi sempre presente nei miei "lunedì videogiochi". Mi faceva sorridere che degli utenti a cui avevo pensato scrivendo dei post, non si vedevano ma me li ritrovavo in altri in cui si parlava di argomenti che non erano lontanamente di loro interesse. Chi mi postava sempre ha continuato a farlo quotidianamente (grazie a Moz, Riky e fperale su tutti!), chi passava saltuariamente o per niente ha continuato per lo stesso corso.
  4. Postare quasi tutti i giorni mi ha portato a ritrovarmi spesso senza argomenti, come il lunedì. Se non gioco a nulla per stare dietro al blogging, di che cazzo parlo? O il mercoledì e venerdì. Se non leggo più i fumetti, cosa tratto? Ed ecco post in cui parlavo di notizie di videogiochi e fumetti (una cosa che non è affine a questo blog).
  5. Mi devo ricaricare per Natale, il miglior periodo dell'anno! Quest'anno voglio riuscire nell'impresa in cui avevo fallito nel dicembre del 2010, con la rubrica "un post natalizio al dì", in cui arrivai a 12 e non furono neanche consecutivi. Quest'anno però il mio calendario dell'Avvento sarà completo, ne sono sicuro! Dal primo dicembre al 25! Poi pausa fino al 31.

Cosa cambierà con voi?
  • Postando di meno, passerò di meno e darò la precedenza ai post che mi interessano di più, non solo all'ultimo per farmi vedere da qualche possibile nuovo seguace.
  • Chi fa post quotidiani ma brevi (Moz e fperale), potrebbero continuare a vedermi in ogni post.
  • Chi li fa semi-quotidiani ma lunghi continueranno a vedermi in 3 post a settimana (ma loro lo sanno, ho fatto così da quando ho iniziato a seguirli, senza che li nomino).
  • Chi ne fa da 1 a 3 a settimana (o meno), continueranno a vedermi in tutti i loro post, con la differenza che stavolta sarò puntuale anziché passare a post scaduto ("scaduto" nel senso che arrivando tardi, chi ha già commentato non ripassa più a controllare risposte).
  • Chi non mi commenta o lo fa molto raramente, tornerà ad avere la mia attenzione di un tempo, per i quali partecipo poco ma con l'entusiasmo!

Famo 'sta prova per novembre, che deciderà le sorti del nuovo anno!
Scusate ancora la lunghezza. Vi auguro un buon fine settimana e appuntamento a domenica mattina con lo spot o pubblicità, a martedì per quello su Barney Stinson/Cobra Kai (se riesco a finire il montaggio) e a giovedì con la seconda parte di "Uno scatolone direttamente dal 1997 (circa)" che doveva essere pubblicato ieri ma essendo festa, ho rimandato!

23 commenti:

  1. "Chi fa post quotidiani ma brevi (Moz e fperale), potrebbero continuare a vedermi in ogni post".

    Ahahha non mi hai citato! (anche se adesso il mio obiettivo è fare 6 post in 7 giorni e magari in futuro farne 5 in 7 giorni).
    A parte il post del martedì dell'amico Claudio e le interviste (che necessariamente sono lunghe, ma sono una tantum) i miei post sono brevi!

    Però ti posso dire che da me puoi fare il giro completo tipo a fine settimana e commentare a raffica ciò che ti piace, io adoro i commenti a raffica!

    Comunque ci possono stare fasi di alti e bassi nel bloggin'. Anche io a fine agosto ero arrivato in crisi perché oramai, dopo il lavoro, la mia occupazione principale era leggere i blog altrui e commentare (e il mio infatti lo aggiornavo due-tre volte a settimana)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma brevi de che? Salvo jukebox e le recensioni del Guerin, fai post lunghi. Nulla in confronto a Cass, Pietro e RedBavon ma non fai più parte della categoria di quelli che fanno solo post brevi 😄 diciamo che sei nella fascia media 😝

      Ma lo so che tu sei sempre e comunque contento ma la maratona settimanale stanca me! Per me è meglio passare tutti i giorni 😉

      Sapevo che mi avresti capito, soprattutto perché sei uno di quelli che commenta immediatamente.

      Fino a che è un piacere, bene ma quando diventa un dovere... vaffanculo!
      Ad esempio domani non pubblico niente è ho tutto il tempo di recuperare, senza dare retta ai commenti da me. Mentre scrivo il post breve per domenica 😎

      Elimina
    2. Anche i post degli spot! Eheh

      Elimina
    3. Giusto, anche quelli! 😁

      Elimina
  2. Mi sembra un ottima strategia, ha ragione Riky, ci sono delle fasi, l'importante è cavalcarle al meglio ;-) Cheers

    RispondiElimina
  3. Ehilà Ema! Non siamo ancora alla fine dell'anno e già sei al "post delle buone intenzioni"? Ahahahah
    Un'analisi della blogosfera che ti circonda niente male e riuscire a conservare l'equilibrio è roba al di sopra delle capacità pure dei funamboli allenati del Cirque du Soleil.
    Per mia esperienza, la blogosfera è parecchio liquida e spesso le visite (e i commenti) hanno un andamento a folate improvvise, picchi di visitatori, entusiasmi intensi che si bruciano velocemente (a volte non durano nemmeno il post seguente, me ne sono capitati diversi casi).
    Nel mio caso specifico, l'anno scorso la mia webbettola ha accolto parecchi rappresentanti di questa altra parrocchia di Blogspot, il che ha portato anche alla nostra reciproca conoscenza. Fatto è che oggi rilevo un abbandono quasi compatto.
    Di ritorno dalle vacanze, ho ridotto il tempo dedicato alla blogosfera: vado sempre lungo con i post, ma sono più rarefatt nella frequenza; commento meno e il criterio è: tema che mi interessa; persona con cui ho un reciproco scambio di opinioni. Non è una regola imposta, ma una naturale "regola" d'ingaggio quando non c'è uno schermo che separa due o più individui.
    Questa disaffezione può accadere anche tra i più affezionati e di lunga data. Ma è la vita: si fa la strada insieme fino a che c'è l'impegno di entrambi.
    Insomma, io ormai la sto prendendo - direbbero i ccciofani - più "easy".
    Tutto ciò sproloquiato - giusto per non farti sentire la mancanza della mia logorrea - per dirti che sei sempre il benvenuto. Indipendentemente dalla frequenza dei commenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Red! Eh, avevo bisogno di questo cambio di rotta, altrimenti a fine anno non ci arrivavo.
      Davvero, roba da funamboli e io ultimamente avevo le vertigini, mi son fermato prima di cadere.
      Noi modesti blogger per la maggiore abbiamo un'utenza di altri blogger, che va coccolata, altrimenti la perdi. Mentre chi non ha nessuna piattaforma, ha una scandenza, prima o poi si stanca e passa ad altro (salvo eccezioni).
      Anche se hai rallentato, non riesco ancora a starti dietro ma per i problemi che ho descritto in questo post 😁
      A me va benissimo come fai tu, passi poco ma quando lo fai compensi con commenti molto interessanti.
      Invece io l'easy del titolo l'ho preso da Hans di Zoolander 😄
      Grazie e il benvenuto è reciproco!

      Elimina
  4. Anche io in passato ho applicato lo slow-blogging (vedi ad esempio il mio ultimo agosto), ma ci sta: anche io ho bisogno di ricaricarmi, anche io ho bisogno di fare altro, di riprendere per avere sempre l'entusiasmo alle stelle affinché gli articoli siano sempre al top^^
    Dunque, ci leggiamo quando e come vorrai, tanto ci si sente al di là del blog :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad agosto sei andato un po' troppo slow! Ma si è capito che ne avevi bisogno e hai fatto benissimo.
      Ovvio, in qualche modo ci si sente sempre! Ma da te sono certo che non salterò molto per i motivi che ho descritto 😉

      Elimina
  5. L'importante è non stressarsi, perciò hai fatto bene ;)

    RispondiElimina
  6. Non ti puoi lamentare di me, a parte le interviste e reportage il resto è pure troppo breve :D Comunque ti capisco, anch'io sono preso dopo cena a fare i post e che però pubblico subito.. la lettura dei post degli altri riesco a farla a volte in pausa pranzo in ufficio o alla sera prima di cena.. la lettura dei fumetti avviene a letto prima della nanna :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti ci ho tenuto a nominare te e Moz, dato che vi si gestisce facilmente 😉
      Fino a primavera anche io facevo come te, recuperavo i post mentre ero a fare mille file di mattina, mentre leggevo qualche fumetto su treno o autobus, a casa potevo iniziare il post, giocare un po', guardare un film e concludere il post. Diciamo che il cambio di routine mi ha scombussolato.

      Elimina
  7. Ottime contromisure! Non si può correre all'infinito, bisogna riprendere fiato ogni tanto XD
    Io sono il meno regolare di tutti, mi sa XD ci sono momenti in cui pubblico ogni giorno e momenti in cui pubblico 2 volte a settimana, non voglio darmi regole, scrivo quando mi sento di farlo. Nessuna rubrica fissa, nessun appuntamento prefissato (tranne il podcast, ma registro molte puntate in una volta e ho già molti argomenti pronti).

    PS: ti prego, metti l'HTTPS sull'indirizzo del blog, sennò ti segna come "non sicuro" e fa brutto XD puoi farlo dalle impostazioni di blogger premendo un tasto XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PPS: ora mi segna l'HTTPS sul tuo indirizzo, prima no D:

      Elimina
    2. Il blogging anarchico è il migliore, infatti mi gestivo meglio quando lo praticavo anche io.

      Riguardo l'HTTPS fa tutto Blogspot di sua iniziativa, non ho mai toccato nulla 😱

      Elimina
    3. Dovresti selezionare tu l'https dalle impostazioni, sennò non va in automatico ;)

      Elimina
    4. Non lo sapevo. Appena ho tempo do un'occhiata.
      Ho notato che anche altri di Blogspot hanno questo problema.

      Elimina
  8. Ti capisco benissimo. Ci sono passato anche io. Se ci fai caso anche io vado a periodi, in questo momento sono poco presente nella blogosfera perché preferisco applicare la regola del fare quello che si può quando si può. L' importante è vivere tutto come un gran divertimento il resto viene sempre da se.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, tu sei un esempio, ultimamente non sono passato da te e mi dispiace. Recupererò con lo slow blogging!

      Elimina
  9. Interessante leggere questo tuo post proprio oggi che ho deciso di commentare un po' di post arretrati! XP
    Sono rimasto un po' indietro con le letture per un periodo per via del poco tempo che ho dedicato tutto alla scrittura sul blog e a fumetti e libri, ora sto cercando di recuperare tutti i post (non solo i tuoi) per mettermi in pari.
    Ho ancora qualche problema con blogspot ogni tanto ma vorrei provare a leggere e commentare nell'immediato.
    Tutto questo non come scusa ma per dirti che ho fatto anche io dei ragionamenti in questi giorni per tornare a un... fast reading! XP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah quando ho visto tutte le notifiche mi sono chiesto subito se lo avessi fatto apposta 😆 ma già sto riprendendo le energie e non avendo pubblicato nuovi post, ho ricevuto quasi solo tuoi commenti, quindi non è stato stressante 😝
      Tu hai avuto un percorso inverso e per me migliore, almeno non hai trascurato i tuoi interessi.
      Maledetti problemi multipiattaforma! Secondo abusate di dispositivi mobili, da PC non se ne hanno di questi problemi 😜

      Elimina