Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

venerdì 17 febbraio 2017

Aquaman Vol 8 #16; The Flash Vol 5 #16; Titans Vol 3 #8

La quiete dopo la tempesta. È bello vedere Arthur felice e sereno dopo gli ultimi sacrifici, almeno momentaneamente, con gli atlantidei che aiutano a sistemare le città distrutte.
Da non sottovalutare la confessione di Erika, qui gatta ci cova... Mena potrebbe lasciare il re per paura dell'avverarsi della profezia, dopodiché lui potrebbe iniziare una storia con l'amica d'infanzia. Tutto momentaneo fino a che non faranno tornare di nuovo insieme la coppia storica. Al 99% sono fantasie mie, alla fine il loro dialogo è più per mostrare come sia cambiato il modo di vedere Aquaman da parte di una persona che lo conosce da una vita.
Questo nuovo nemico mi piace. Contrastare l'aquatelepathy dell'uomo che sussurrava ai pesci con una telepatia più classica... vedremo dove porterà.
I disegni di Brad Walker a tratti mi sono piaciuti, in altri un po' meno, delle volte gli vengono fuori dei visi strani.

Per Flash ancora un numero carino, prova che Williamson ci sappia fare più coi Rogues che coi velocisti. Prosegue l'indagine per ritrovare i suoi nemici di vecchia data ed il lato investigativo lo apprezzo sempre. Poi viene svelato qualcosa sul passato di Heatwave (a proposito, questa versione tutta ustionata fa schifo al cazzo, aridatemi il classico!). Infine il bel colpo di scena finale, con Captain Cold un passo davanti gli altri colleghi.
Anche i disegni stanno crescendo, bravo Di Giandomenico.

Per i Titani invece albo sottotono. Sono sicuro che letto di seguito coi successivi è un'altra cosa ma così, uno al mese, fa calare la qualità.
Interessante l'idea della Meta Solutions, a non interessarmi sono i metaumani coinvolti, i due afroamericani di cui non so nulla (lui un ex titano), dove questo mese viene dedicato loro troppo spazio.
Continuo a seguire con interesse l'evolversi della vicenda di Wally ma anche quella tra Roy e Donna.
Il gruppo alla fine lo conosco veramente poco (apparso già in Justice League #8-9 e #10-11), quindi il finale mi ha lasciato del tutto freddo.
Le matite saranno di Booth ma io nei disegni ci ho visto tutto lo stile di Rapmund, che si occupa delle chine.

Nessun commento:

Posta un commento