Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

giovedì 9 febbraio 2017

Superwoman #6; Supergirl Vol 7 #5

Per Superwoman numero decisamente pesantissimo, veramente pregno di parole, ho faticato ad arrivare alla fine e l'ho fatto anche con qualche crisi. Non riesco a decidermi se la noia sia dovuta alla verbosità o ai contenuti. Anche momenti interessanti come i flashback che svelano il passato di Lex e la sorella, sono riusciti ad annoiarmi.
Continua a non piacermi questo Lex meno intelligente di Lena, parliamo del nemico numero uno dell'Azzurrone, nonché la più grande mente criminale di questi tempi e oltre.
Per fortuna i disegni sono sempre ottimi, questo mese con layout di Jimenez e rifiniture di Matt Santorelli.

Ci siamo quasi, questo strazio sta per finire, ancora un numero con Supergirl ed il padre e poi toccherà alla Legione... intanto parlando di questo, che è come i precedenti, mi vengono da dire solamente due cose:
1) spero che i discorsi senza senso di Jor-El, l'unica parte interessante dell'albo (e ho detto tutto) siano dovuti alla kryptonite rossa, perché altrimenti o è scemo lui (quindi totalmente fuori personaggio) o è scemo quello che lo scrive (Orlando).
2) nei numeri scorsi mi ero perso questa chicca, il ginocchio meccanico del Cyborg Superman, ha la rotula a forma di diamante... dopo questa credo di aver visto tutte le possibili parti del corpo dove mettere la sagoma della famosa S.

Nessun commento:

Posta un commento