Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

lunedì 11 febbraio 2019

Diabolik anno LVII - n. 12 Spietati

Si prosegue col recupero, oggi tocca all'ultimo numero del 2018!

Una feroce banda di violenti criminali, un uomo in fuga con un ricco bottino, un’evasione rocambolesca. Diabolik non è assolutamente interessato a queste vicende o, almeno, questo è quello che lui crede.

Titolo forse un po' esagerato perché in passato si sono visti "spietati" ben peggiori, mentre gli antagonisti che appaiono in quest'ultimo numero del 2018 sono comuni opportunisti, come il capo che prima uccide a sangue freddo Attenzione Spoiler: il tizio del portavalori (il quale aveva effettuato la soffiata ma lo fa solo affinché non si risalga a lui), poi un agente di polizia e l'ispettore ma solo perché messo alle strette.
Ho trovato molto più "spietato" il Re del Terrore che fa morire gratuitamente degli agenti di polizia solo per una infrazione di domicilio in uno dei suoi TANTI rifugi...
Mi è piaciuto vedere Diabolik ed Eva durante una serata tranquilla, anziché presi a preparare il prossimo colpo. Il ladro accenna ad un colpo ma proprio in quel momento c'è l'irruzione dei poliziotti nella sua proprietà, che li coinvolge nelle vicende dei rapinatori.
Bello anche il colpo di scena sul travestimento di Eva, Attenzione Spoiler: quando sei convinto che abbia preso il posto della donna della banda, si smaschera dai panni del vecchio ricettatore.

Se lunedì scorso mi ero lamentato per la verbosità causata dagli spiegoni, di questo numero non posso dire nulla, si legge in un attimo, con la totale assenza di momenti lenti, senza manco uno spiegone, c'è solo un flashback ben inserito. Probabilmente è la prima volta da quando leggo Diabolik con semi regolarità.
Un'altra novità che ho notato, almeno per me, sempre nello story telling, è l'iniziare frasi in una vignetta e finirle nella didascalia di quella successiva.
Decisamente un ottimo numero!

6 commenti:

  1. Quando scopri che il travestimento di Eva non era quello pensato..beh direi che la storia allora è scritta veramente bene!
    Spietati mi ha fatto pensare a un western :D.
    Insomma, quel poliziotto è stato cotto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto bene, sì!
      È il titolo è l'unica pecca 😁
      Quei poliziotti stavano seguendo l'evaso della banda degli "spietati", rischiando la vita perché non ci avrebbero pensato 2 volte ad ucciderli, poi crepano così... ma imposta l'elettricità su stordimento, tipo taser!

      Elimina
  2. Sui tanti rifugi di Diabolik ricordo la presa in giro che ne fece Ortolani in Ratolik :D

    RispondiElimina
  3. Sì, episodio che funziona bene, basato tutto sul colpo di scena del travestimento finale.
    Concordo^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Colpo di scena che funzionerebbe anche in un film/serie TV/cartone, media con l'audio, perché Eva usa quel coso per parlare con la gola.

      Elimina