Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

giovedì 28 febbraio 2019

Batman Vol 3 #45-47 The Gift

Si continua con il recupero del Batman di King.
RIASSUNTO
Booster Gold, ispirandosi a Mongul (Per l'Uomo Che Ha Tutto, di Moore), come regalo di matrimonio a Batman, cambia il passato salvando gli Wayne. Una volta confessato tutto a Bruce, felice e con i genitori ancora vivi, che questa è stata solo una "occhiatina" (un what if), Attenzione Spoiler: anziché capire la situazione, decide di voler mantenere questa realtà, distruggendo l'unico modo per viaggiare nel tempo, fregandosene dei danni temporali (vedi Flashpoint). Questo crea non pochi problemi al supereroe di cui nessuno ha mai sentito parlare, che crea una reazione a catena, danno dopo danno. Provando a far tornare tutto alla normalità, Attenzione Spoiler: cercando di far rinsavire Bruce, provoca la morte degli Wayne per mano di Catwoman, peggiorando ulteriormente la situazione.
Dopo errori su errori, riesce a far tornare tutto alla normalità e spiega ai promessi sposi le sue buone intenzioni, i quali sembrano capire.

NOTE
- Ho trovato interessante questa realtà alternativa, in cui ad essere Batman è Dick Greyson (che uccide), Jason Todd vende antifurti per i ladri di pneumatici (nella linea temporale classica ha conosciuto Batman mentre cercava di rubare le ruote della Batmobile), chiamati "jokers", molti supereroi sono "jokerizzati" (nel senso che sono matti), mentre molti della Justice League sono morti per l'assenza delle strategie di Bruce.
- Le parti di Jason vengono mostrate in TV, tramite spot e al TG, in cui dicono che è stato assolto dall'accusa della morte di 17 bambini, causata accidentalmente fai suoi antifurti. Decisamente le parti migliori! 
- Alla fine, quando Booster racconta tutto l'accaduto che ricorda solo lui, mi ha sorpreso vedere un Batman calmo. Mi sarei aspettato una strigliata come minimo.

CONSIDERAZIONI
Per la seconda volta consecutiva mi ritrovo un King dalla narrazione impeccabile, che ti incolla alle pagine ma con delle idee che lasciano a desiderare. Booster Gold non è il più genio tra i supereroi ma da qui a fargli commettere un azzardo simile... soprattutto quando il suo ruolo è quello di controllore del tempo! Ma come, sei li a fermare chi lo fa o solo chi mette a rischio il continuum temporale (l'ultima volta sul mio blog si è visto in Booster Shot) e poi tu pecchi per un futile regalo?! Va bene che ha sbagliato anche uno dei migliori, Barry Allen, almeno fin lì, dopo è diventato un emerito imbecille, però non ci siamo proprio, pessima caratterizzazione.
Non aiutano neanche i disegni di Daniel, non sembra neanche lui.
6 politico ma solo per ciò che ho letto nei primi 40 numeri.

10 commenti:

  1. Sempre ottimi i tuoi post, servono a tenermi aggiornato sulla Distinta Concorrenza, molto apprezzati ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio!
      Poi questo omaggia la storia di Moore che hai trattato da poco 😁

      Elimina
  2. Sono sempre affascinanti le storie in cui viene modificato il passato...anche se la morale è sempre quella, alla fine cambiare il passato è dannoso!
    Comunque l'espediente narrativo del regalo di matrimonio è un'idea pessima pessima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine ci si diverte a scoprire il nuovo mondo, con le sue differenze ma poco dopo ci si stanca e si vuole tingere al classico. Ad ogni modo per questo ci sono le storie immaginarie, senza dover scomodare ogni volta il continuum temporale.
      Per il regalo poteva inventarsi qualcos'altro, anche qualcosa legata alla realtà virtuale, dato che BG viene dal 25° secolo. Oppure un classico tagliere per formaggi, come gli consiglia Skeet, il robot che lo accompagna.

      Elimina
  3. Mi sono chiesto anch'io diverse volte cosa sarebbe successo se i genitori di Bruce non fossero stati assassinati.. sicuramente non avremmo avuto Batman, o almeno "quel" Batman.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso più la prima, non lo avremmo avuto proprio.

      Elimina
    2. Si penso anche io così...e questo mi ricorda una parodia di "Batman" nella quale ad introdursi a Wayne Manor rompendo un vetro nel momento in cui il giovane Bruce stava decidendo che Supereroe essere non è stato un pipistrello bensì una ben più prosaica palla da Baseball...col risultato che invece di diventare Batman Bruce Wayne si era trasformato in "BattiMan".
      Era una Parodia idiota, lo so.

      Elimina
    3. Secondo me non è affatto idiota, bat significa sia pipistrello che mazza e in Video Girl Ai, manga di Madakazu Katsura, c'era un film di un supereroe tale e quale a Batman ma con delle mini mazze da baseball al posto delle orecchie a punta 😅

      Elimina
  4. Ecco, fino a che queste stronzatine restano nei what if, ci sta. E me le godo pure: Dick come Batman gà amato in passato -ma nella serie regolare: quanto era stupenda la run PRODIGAL, del dopo Bane?
    Jason che vende antifurti èuna cosa simpatica, così come le linee temporali sconnesse.
    Ecco, basta che cose simili non intacchino troppo il Batman regolare.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sempre apprezzato anche io Dick come Batman, sia negli anni 90 che durante la morte di Bruce ai tempi di Morrison.
      Qui è troppo spietato ma è per accentuare come sarebbe stato senza la guida di Bruce. Anche se uno così, che usa anche le armi, fa più Jason che Dick.
      Peccato la premessa, BG non doveva agire così. Come scritto a Riky, poteva usare una realtà virtuale anziché rischiare così tanto cambiando il passato. L'ultima volta è successo Flashpoint, solo che al posto degli Wayne c'era la signora Allen 😓

      Elimina