lunedì 27 settembre 2021

[VIDEOGIOCHI] Season After Fall (PS4)

Acquistato lo scorso gennaio all'esigua cifra di € 1,99, scontato dell'80% (era € 9,99), sono riuscito a giocarci, a finirlo e platinarlo in 2 giorni, il  16 e il 17 luglio. Per la pigrizia e per la precedenza che ho voluto dare ad altri titoli, riesco a recensirlo solo oggi.

Sviluppato da Swing Swing Submarine e pubblicato da Focus Home Interactive, rilasciato il 2 settembre 2016 per Windows e il 16 maggio 2017 per PS4 e Xbox One, Season After Fall è un puzzle-platform bidimensionale a scorrimento orizzontate.

Una voce narrante giovanile accompagna l'inizio del gioco, introducendo un piccolo seme, chiamato da questa "semino", mentre risale fino alla superficie, per poi prendere possesso di una volpe morta.
Nei panni di questa volpe rossa si devono cercare e risvegliare quattro guardiani, un animale per ogni stagione, assorbire il loro potere al fine di compiere un rituale che ripristinerà il naturale ciclo climatico.

Gioco, difficoltà e giocabilità: 4/5
Oltre a saltare da una piattaforma all'altra, si ha la possibilità di alterare, a seconda della necessità del momento, la stagione che più ci è utile per superare il percorso, modificando l'ambiente. Ad esempio, se per raggiungere un punto alto bisogna avere l'acqua ghiacciata, basta selezionare la temperatura invernale per rendere solida una piattaforma dalla quale si può raggiungere un punto più alto! Grazie a queste strategie, si riesce a superare il livello e a procedere con l'avventura.
Nonostante il titolo faccia pensare all'invero (stagione dopo l'autunno), le stagioni riprese durante il gioco sono tutte e quattro, anche se quella che si usa maggiormente è l'autunno.
Gli enigmi sono tutti basati sul cambio della stagione, in qualche caso anche creando una combo di 3 nell'ordine giusto, altrimenti non si va avanti.
Escluso un livello all'interno di un albero, in cui bisogna farsi seguire da uno sciame di lucciole che volano in fila indiana e far emettere loro la giusta luce a seconda del simbolo che serve, non ci sono altre difficoltà, non si precipita e non ci sono nemici, quindi non si muore mai, con un risultato piuttosto semplice.
Dopo un inizio guidato, si dà totale libertà al giocatore che può decidere dove andare, nei quattro angoli della bidimensionalità dello scenario, con qualche sentiero nascosto che va scoperto non solo per potare a termine l'avventura ma anche per ottenere tutti i trofei.
Ah, signora mia, non ci sono più le mezze stagioni.
SAF è anche educativo sensibilizzando verso la natura, con una storia di formazione che va verso un pizzico di tristezza.

Grafica: 5/5
Un dipinto. Ma di quelli belli, puliti e chiari.


Sonoro: 4/5
Ottima colonna sonora originale, di impatto e ben inserita a seconda del contesto, quasi a prendere il posto anche degli effetti, quasi del tutto assenti.
Il doppiaggio in inglese, nonostante conta solo due voci, quella narrante e quella dell'orso, guardiano dell'inverno, è rilassante e accompagna bene la storia fiabesca. Peccato non sia stato doppiato anche in italiano ed è questo a non farmi dare il massimo del voto.

Longevità: 5/5
Non ho contato i minuti che ho impiegato per concluderlo, né quelli per platinarlo ma il tempo totale è intorno alle 6 ore. Una miseria per quelli che esigono una durata eccessiva, invece ottima per quelli che come me sono convinti che il troppo stroppi! 6 ore sono più che sufficienti sia per chi lo compra a prezzo pieno ma ancora di più per chi lo prende scontato. Per quanto mi riguarda € 1,99 per 6 ore sono più che sufficienti!



IN BREVE
Un racconto educativo, tra salti su piattaforme e puzzle semplici che non rallentano mai il procedere del gioco. Facile, anche per la mancanza della morte, tiene comunque incollati fino alla fine
Accompagnato da una grafica deliziosa e un'ottima colonna sonora, assieme alle voci narranti che rilassano nelle non troppe ore di gioco.
Imperdibile, soprattutto se lo si trova scontato!


Videogiochi simili che potrebbero interessarti:

2 commenti:

  1. La longevità in base al prezzo? Ci sta, ed è giusto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che per 60 euro oggi sarebbe impensabile una durata così. Mentre in passato, nell'era8/16-bit costavano tra le 80 e le 100 mila lire e la durata era quella. Anche se io 20 euro per una copia fisica ce li spenderei volentieri (quanto spendo per tutti gli altri giochi dalle decine e decine di ore).

      Elimina