mercoledì 27 ottobre 2021

[HALLOWEEN] American Horror Stories: Rubber(wo)Man (prima stagione, ep. 1-2)

Serie televisiva antologica, spin-off di American Horror Story, creata da Ryan Murphy e Brad Falchuk. Ogni episodio una storia a se stante.
La prima stagione è composta da sette episodi, disponibile in Italia su Disney+, dall'8 settembre al 20 ottobre 2021 per un totale di 7 puntate.
Solo la prima storia è composta da due episodi, il primo e il secondo, ed è ambientato nella casa della prima stagione della serie originale.
Ambientata a ridosso di Halloween, quale miglior settimana per parlarne?

L'adolescente Scarlett (dai capelli rossi, nomen omen) si trasferisce alla Murder House insieme ai genitori Michael e Troy, intenzionati a ristrutturarla per trasformarla in un'attrazione, intenzionati a inaugurarla il 31 ottobre.
Neanche il tempo di sistemarsi è la ragazza trova il famoso indumento di gomma, il quale inizia a influire sulla sua personalità.


L'emozione che si ha non appena la famiglia giunge a destinazione è indubbia, con quel pizzico di nostalgia nonostante siano passati solo 10 anni. Tutte le citazioni strappano un sorriso ai più appassionati, come quando uno dei nuovi inquilini/morti/fantasmi dice che la casa è piuttosto affollata o quando una terapeuta parla di concorrenza (la risata è inevitabile).
Nonostante non sia presente neanche uno dei vecchi personaggi (gli attori non avranno accettato o forse chiedevano troppo), basta usare un po' di immaginazione e attingere ai ricordi per vederli lì sullo schermo.
Purtroppo il bello di Rubber(wo)Man finisce qui. Il resto sa tutto di già visto, tra omicidi brutali, spesso scontati, e gente che non potrà più lasciare la residenza.
Qualcuno avrà apprezzato il percorso di formazione della protagonista ma c'è poco altro. Per la precisione due elementi da annotare ma non andate avanti se non avete ancora visto il doppio episodio e intendete farlo.



Se sei appassionato di AHS:

8 commenti:

  1. Non ne ho capito tanto il senso di questa serie spin-off, sembra che Ryan Murphy abbia voluto sfruttare le idee avanzata da AHS, in ogni caso alcuni episodi sono anche divertenti, l’ho seguita meglio malgrado i difetti dell’ultima AHS che mi ha annoiato e basta, malgrado l’ambientazione anni ’80. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O avanzavano le idee o volevano cavalcare l'onda... anche se non conosco il seguito attuale del marchio.
      Ieri ho visto la terza puntata... mamma mia che schifezza! Se ci faccio un post breve come questo è solo per quel poco di anni 80 che c'è nella sigla e nei flashback.
      La quarta è natalizia e la rimando a fine novembre.
      A me 1984 è piaciuta fino a metà, poi si perde ma resta una delle mie preferite solo per l'ambientazione e per come è fatta bene all'inizio. Magari se mi viene voglia di riguardala, mi fermo prima del crollo 😝

      Elimina
  2. Gli episodi dedicati alla Rubber Woman sono quelli che ho gradito di più di questa serie: al di là dell'effetto nostalgia, ho trovato che la McCormick fosse davvero perfetta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il personaggio non mi ha fatto impazzire ma lei è indubbiamente brava.
      Speriamo bene per i prossimi, anche se so che la serie ha deluso. Ho deciso di guardarli a tempo perso e a seconda del periodo in cui sono ambientati.

      Elimina
  3. Non credo che guarderò lo spin-off, ma la decima stagione della serie madre la recupererò come sempre.
    Al netto dei difetti, sicuramente oggettivi, mi diverte sempre un sacco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia moglie sta aspettando che si concluda. Io non lo so se la guarderò, dovrei ancora vedere dalla 4 alla 7.
      Concordo col finale del tuo commento 😉

      Elimina
  4. Sai che non ne ero a conoscenza? Comunque interessante è interessante, poi chissà..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strano perché Disney+ la schiaffa ad ogni riquadro possibile. A me è capitata così, insieme a tutta altra roba per Halloween, altrimenti anche io non ne ero a conoscenza.

      Elimina