Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

domenica 27 marzo 2022

Videogiochi in arrivo: Moss II; The Quarry; parkour VR; survival horror e altri indie


Per decidere gli acquisti non leggo recensioni da anni. Non ne perdevo una quando c'erano le riviste cartacee, anche dei giochi che non mi interessavano e non avrei mai avviato neanche se me li avessero regalati o prestati. Al tramonto delle riviste ho iniziato a leggere quelle online, più per avarizia, avendole gratuite.
Col tempo ho smesso di leggere anche quelle. Qualche volta mi affido ai consigli degli amici ma principalmente mi bastano i trailer di lancio (seguo solo il canale YouTube ufficiale della PlayStation). Neanche i gameplay o le videorecensioni che tanto vanno su YouTube, con quei pochi secondi che superano a malapena il minuto riesco a capire se il titolo possa fare per me e anche se mi piacerà. 9 volte su 10 (anche di più ma voglio contenermi) ci azzecco. C'è da dire anche che pagandoli poco (in offerta o dopo qualche anno dall'uscita), mi accontento di poco, deve fare proprio schifo per farmi ammettere che ho sbagliato.
In questa rubrica raccolgo tutti gli ultimi trailer visti di titoli che hanno catturato la mia attenzione e decido se inserirli nella mia lista della spesa o meno.


The Cruel King and the Great Hero è una fiaba interattiva dalla grafica con disegni fatti a mano, un bidimensionale a scorrimento laterale con elementi GdR. Non è proprio il mio genere ma mi ricorda il bellissimo Child of Light, che ho apprezzato nonostante le parti di ruolo, ovvero combattimenti a turni e l'incremento dei punti esperienza.
Lo metto in lista sulla fiducia. Ora sta a 30 euro ma sotto i 5 penso proprio che lo prenderò. Aspetto l'offerta.
Disponibile ora.


Moss: Book II - New Weapon & Enemies è il sequel di Moss (clicca per la recensione), un capolavoro indipendente che era stato regalato lo scorso anno dalla Sony a tutti i possessori della PS4, in una iniziativa per incentivare a stare chiusi in casa, Play at Home, per contrastare la pandemenza.
Con mio sommo stupore ho scoperto il miglior gioco nella realtà virtuale, tra quelli che ho giocato. Di conseguenza questo finisce dritto nella lista della spesa! Anche se ho guardato poco il video di gameplay, non mi serve e la realtà virtuale non rendono senza il visore!
Esce il 31 marzo.


The Quarry, il seguito spirituale di Until Dawn (titolo che ho in lista da molto prima che comprassi la PS4), un survival horror mischiato all'avventura grafica, che vedeva un gruppo di ragazzi statunitensi nella classica situazione degli slasher movie, dagli stessi creatori anche della saga (attualmente in corso) The Dark Pictures Anthology.
Anche stavolta vengono presi attori per interpretare i personaggi e il primo che salta all'occhio è David Arquette (Scream) che torna a interpretare un ufficiale di polizia.
Dritto in lista, a scatola chiusa, a prescindere da come sarà accolto, anche se lo rimando su PS5.
Disponibile dal 10 giugno.


Thunder Kid: Hunt for the Robot Emperor è un action platform tridimensionale a scorrimento verticale, tipo Crash Bandicoot, armi a parte, infatti il termine ufficiale per definire questo genere è "run 'n' gun". Ha attirato la mia attenzione solo per la somiglianza al platform della Naughty Dog ma è un no.
È uscito il 23 marzo.


Fobia St. Dinfna Hotel, si capisce dal trailer, è un survival horror in prima persona ambientato in un hotel. Se non ricordo male mi è capitata una news, della quale ho letto solo il titolo, che lo definiva come ispirato agli ultimi Resident Evil.
È proprio la prima persona, che non sopporto, a bloccarmi. Lo metto tra i forse.
Uscirà quest'anno ma non si ha ancora la data.


Richy's Nightmares già si capisce che è l'ennesimo capolavoro indie. Un puzzle platform bidimensionale a scorrimento laterale che ricorda quel gioiello di Limbo.
Non ho capito quando esce ma va dritto nella lista!


Aeterna Noctis è un metroidvania. Non amando la troppa azione nei bidimensionali a scorrimento laterale, lo avrei scartato subito ma quell'aspetto platform dove bisogna usare la giusta combinazione di mosse per raggiungere un punto o sfruttare gravità e portali di teletrasporto, me lo fa mettere tra i forse.
Disponibile ora.


Non tollero molto la prima persona ma adoro il parkour, un bel conflitto che però ogni tanto riesco a superare, come per Mirror's Edge (il mio primo gioco PS3, del quale ho comprato anche la riedizione per PS4, Catalyst - ancora sigillata) o Dying Light (che ho quasi finito).
Stride però è in VR e tutti quei movimenti mi fanno temere a un bel po' di nausea che crea il visore con alcuni titoli. Lo metto tra i forse.
Disponibile ora.


Per oggi è tutto. Alla prossima e buona domenica!

6 commenti:

  1. Moss sembra molto bello, anche se continuo a preferire la visuale da dietro il personaggio, non in prima persona ma da dietro.
    Anche Richy's nightmares sembra affascinante anche se forse un po' scuretto? L'altro giorno mi ero rimessa a giocare a Tomb Raider 4, dopo eoni, ma ho dovuto interrompere perché era tutto troppo scuro, non so come mai, le impostazioni di luminosità dello schermo sono quasi al massimo e da dentro il gioco non si può impostare una fava. Sarà per emulare il buio delle cripte, ma veramente troppo oscuro, mi fa venire mal di testa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dato che il giocatore è uno spettatore esterno (con visore VR), che interagisce aiutando la topolina, tipo un piccolo teatrino per marionette o burattini), non si poteva mettere la telecamera dietro. La tridimensionalità della realtà virtuale viene resa in modo eccellente e sembra quasi di toccare gli ambienti.
      Richy ha una grafica a silhouette, proprio come Limbo, però in effetti i fondali sono scuretti. Sarà per rendere il senso di incubo 🤔
      Tomb Raider 4 non mi ricordo se l'ho giocato, mi sa che dal 3 sono passato a quelli della generazione seguente. Comunque odio i giochi (ma anche i film) al buio. Se i personaggi si muovono al buio, non sta scritto da nessuna parte che anche gli spettatori/giocatori non debbano vedere un cavolo.

      Elimina
  2. Tanti titoli interessanti questa volta, soprattutto per le mie esigenze e capacità, tra survival horror ed avventure, e Richy's Nightmares non sembra male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male, stavolta ho contribuito ad arricchire la tua lista, in attesa che te li regalino o scendano di prezzo 👍
      Per te che non hai problemi con la prima persona, penso che Fobia potrebbe essere molto succulento, non è neanche troppo frenetico, quasi rilassante (che è un paradosso dato che è un horror 😆).
      Anche Richy's, conoscendo i tuoi gusti, penso farebbe al caso tuo, in un certo senso ricorda anche Little Nightmares.
      The Quarry dovrebbe essere multipiattaforma, a differenza di Until Dawn che era esclusiva PS4. Dato che ti piacciono i film di quel genere, potrebbe piacerti anche questo survival horror interattivo.

      Elimina
  3. Ma un bel giocone slasher normale no? sempre o avventure grafiche o multiplayer; vorrei qualcosa tipo Oulast con le armi però

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente qualcosa c'è tra quelli usciti in passato, oltre a Outlast (del quale ho l'edizione Trinity ancora sigillata 😅🤦‍♂️).
      Anche se non sono slasher, tra quelli che ho (il primo ancora sigillato) potrebbero piacerti i due The Evil Within, dal creatore di Resident Evil ma è più un horror psicologico, anche se non mancano i matti di turno degli slasher.

      Elimina