Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

sabato 16 luglio 2022

Samuel Stern n. 21

Il Demone che Cadde sulla Terra

Soggetto e sceneggiatura: Massimiliano Filadoro, Gianmarco Fumasoli e Marco Savegnago
Disegni: Luigi Zagaria
Copertina: di Maurizio Di Vincenzo, con Valerio Piccioni e colori di Emiliano Tanzillo
Casa: Bugs Comics
Prezzo: € 3,50
Pagine: 96
Data d'uscita: 31 luglio 2021

Per quale motivo un demone esorcizzato non viene richiamato da Legione? Quale terribile minaccia, la razza umana, sta per affrontare?

Nell'editoriale firmato da Gianmarco Fumasoli viene anticipato che nei prossimi 4 numeri che concluderanno il secondo anno del demonologo di Edimburgo, tutti correlati tra loro e che riprenderanno argomenti apparentemente lasciati in sospeso.
Si parte col ventunesimo albo, nel quale una signora chiede aiuto a Samuel, dopo aver perso il padre, al quale dice che in casa si annida un male legato al mondo demoniaco!


In queste pagine torna Gillian, legato a Singularity, l'agenzia che ha provato ad assoldare il rosso, della quale si è letto nei numeri 7, L'Agenzia, e 13, Tra Due Mondi. Ma non è l'unici ritorno e spesso ci sono rimandi a storie precedenti.
Tante cose vengono svelate, per lo più solo accennate a mo' di indizio ma il quadro inizia ad essere chiaro e si inizia a capire qualcosa, soprattutto sul passato del protagonista.
I due, assieme all'agenzia, indagano sul demone che fa da protagonista sia nella storia che nella copertina, che ho trovato ottima anche se la "chiacchierata", ovviamente, non avviene nella libreria.


Ai disegni torna Luigi Zagaria, già visto nel n. 9 Il Mistico e il mio giudizio non cambia. I volti femminili sono quelli più accurati e degni di nota, mentre quelle maschili vanno tra alti e bassi senza colpire. Restano i fondali, spesso assenti e quando si vedono compiono il loro compito, da minimo indispensabile.

Nessun commento:

Posta un commento