Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

venerdì 17 dicembre 2021

Red Sonja 2021 Holiday Special

Storia: Mirka Andolfo & Luca Blengino
Disegni: Zulema Scotto Lavina, Carmelo Zagaria
Copertina: Mirka Andolfo
Casa: Dynamite Entertainment
Prezzo: $ 4,99
Pagine: 28
Data d'uscita: 1 dicembre 2021

Una nuovissima storia della Diavolessa, dall'attuale architetto di Red Sonja MIRKA ANDOLFO e una sfilza di creatori! La cupa Sonja non è tipa da festività esuberanti. Ma la sua recente "adozione" della misteriosa bambina Sitha ha (temporaneamente) sciolto le sue difese, giusto in tempo per fare baldoria. Ma le forze esterne che mirano a pungolare e saccheggiare metteranno in pausa la festa? Di MIRKA ANDOLFO (Sweet Paprika)!

Sanja's Carol di Andolfo & Blengino e Scotto Lavina
La rossa fa da sicario ad un oscuro signore, Draken, uccidendo senza sapere nulla sulle sue vittime. Ma l'ultima le lancia una maledizione: Presto... molto presto... riceverai un inaspettato visitatore. Che ti costringerà a riconsiderare... le tue... scelte...


Vi ricorda qualcosa? Be', il titolo dice tutto, ancora una volta si attinge da Canto di Natale, con solo un fantasma che però prende varie forme e le mostra passato, presente e futuro. Il particolare preso in prestito da Dickens viene inserito bene nel contesto di questo personaggio, in un racconto breve (10 pagine), illustrato dalla bravissima italiana Zulema, forse con un tratto poco rifinito per i miei gusti.

The Dance of Fire di Andolfo & Blengino e Zagaria
Sonja è in giro per varie località che circondano il suo mondo (non ho idea di dove sia ambientato il fumetto) a caccia dei fratelli Impiccagione, che non sono di origine italiana, è solo il loro soprannome tradotto da me.
In questa seconda storia (18 pagine) viene preso il natale pagano, quello del solstizio d'inverno e legato all'agricoltura, più affine all'ambientazione del fumetto. Infatti alla fine del viaggio, nella seconda metà, la protagonista giunge in un villaggio dove poco fuori stanno compiendo un rito sacrificale, ispirandosi probabilmente al ballo di s. Vito. La sto ridicoleggiando ma non sto scherzando! Non c'entra nulla la corea ma l'ho messa per non fare spoiler.
Molto belli i disegni di Cammelo, leggermente superiori a quelli di Zulema.



Come per Vampirella era il primo fumetto che leggo di Red Songia (come la chiamo io, la J è sempre una jay e non una I lunga). Non è proprio il mio genere e tornerò a non seguirla ma questo speciale si è rivelato una piacevole lettura, nulla di eclatante ma come speciale natalizio ci sta, soprattutto quando l'inserimento della festività viene azzeccato in questo modo. Magari potrei riprovare l'anno prossimo.

Nessun commento:

Posta un commento