Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

martedì 4 gennaio 2022

Hawkeye (prima stagione) - la serie Marvel natalizia

Serie originale Marvel Studios/Disney+ del 2021
Clint Barton, Occhio di Falco fa squadra con Kate Bishop per sgominare una trama criminale.

È il 2012, l'allora bambina Kate assiste alla battaglia tra i supereroi e Loki (che non è l'antinfiammatorio), nei pressi di Nuova York dove vede per la prima volta quello che diventerà il suo preferito, Occhio di Falco!
Passano gli anni e oggi la bambina è una scavezzacollo sulla ventina, col sogno di diventare un supereroe.

Dall'altra parte c'è Clint, che ancora non ha superato la perdita della sua migliore amica, quasi completamente sordo. Vorrebbe solo godersi le feste natalizie coi suoi tre figli. Ma le cose prendono una piega differente, coi fantasmi del passato che riaffiorano, che lo costringono a spedire a casa la prole e a prolungare la sua permanenza nella Grande Mela.

La sua strada si incrocia ben preso con la nuova ragazzina aspirante supereroina in "maschera", finita nei guai durante un'asta clandestina.
Una corsa contro il tempo per tonare a casa in tempo per Natale!

Come sa chi mi conosce bene, mi sono stancato dell'MCU quasi all'inizio, l'ultimo film che ho visto è quello del Capitano. Ho fatto eccezioni per i due Guardiani della Galassia, i due Ant-Man e quella schifezza dell'Uomo Ragno con Holland-- la parodia del personaggio o lo spin-off dei Iron Man, fate voi, festival del politicamente corretto.
Mi sono ritrovato davanti una continuity di cui ignoravo quasi tutto, salvo qualche spoiler che avevo letto in qualche articolo o grazie ad amici e conoscenti che hanno continuato a seguire tutto il filone.
Alcune cose quindi la sapevo, per altre ho chiesto a mio cugino.
Nonostante ciò, anche se non avete voglia di sentire amici o fare ricerche su internet, la trama è facilmente intuibile per tutti e qualche lacuna non impedirà di godersi tutta la storia.



Cosa mi ha spinto a iniziare questa nuova serie? I motivi sono più di uno:
  • per Jeremy Renner che adoro da La Scuola Più Pazza del Mondo (1995) o per Prendimi! (2018);
  • perché il trailer passato in TV faceva ridere, con la leggerezza cinica che adoro;
  • perché il protagonista è doppiato dal mio attuale doppiatore preferito, Christian Iansante;
  • ma soprattutto perché è una serie ambientata nei giorni a ridosso del Natale!
Così  qualche giorno prima dell'Avvento, ho deciso di iniziarla e l'ho divorata in poche ore tra il 20 e il 21 dicembre, arrivando al quinto episodio e restando deluso perché il sesto e ultimo ancora doveva essere rilasciato. Per questo ho dovuto aspettare la sera del 22.

Come le altre serie TV natalizie che ho visto e recensito a dicembre, anche questa può essere presa come un lungo o lunghissimo film, da guardare tutta di seguito e non un episodio alla volta facendo passare troppo tra uno e l'altro.

CONSIDERAZIONI VARIE
  • Il trailer non tradisce le aspettative, le risate sono assicurate grazie alle gag divertenti, uno scambio di battute cinico che fa troppo ridere, senza cadere nel ridicolo o nel comico o parodistico.
  • Il musical Rogers, che narra le vicende dei Vendicatori, ho temuto che esistesse veramente e invece è solo una trovata trash fittizia.
  • Si scherza sui cattivi, chiamati da Occhio di Falco "i mafiosi in tuta", tanto che Kate resta meravigliata dal nome sempliciotto (non lo ricordo in originale ma in italiano è decisamente migliore) e io che mi dico che vorrei una serie a fumetti con questo nome come titolo (se non esiste già).

  • Una scena da incorniciare è quella dell'inseguimento in auto, nel terzo episodio, sempre con battute esilaranti, stavolta legate alle frecce pericolose (mi pare sia presente anche nel trailer), sulle note di Making the Plane (Mamma Ho Perdo l'Aereo) del maestro John Williams è da applausi rivolti al televisore!
  • I protagonisti sono entrambi senza un costume, così la ragazzina si diletta nel disegnarne uno per il suo idolo, mentre mangiano in una tavola calda e tra gli schizzi ne appare uno uguale a quello del fumetto (per me sempre i migliori, 'sta voglia di realismo nei film l'ho sempre trovata rivoltante). Ho letto praticamente zero fumetti del personaggio ma sono quasi certo che quando le consiglia il cappuccio sia una scopiazzata a Freccia Verde della DC (il vero arciere tra i supereroi) ma non lo so... a memoria è roba del 2006 e negli anni a seguire lo stile ha preso piede grazie anche alla serie di videogiochi Assassin's Creed. Infine e purtroppo, come nella maggior parte dei film e, ultimamente, anche in molti fumetti, l'identità segreta non viene più considerata molto e ci ritroviamo supereroi senza una maschera. Per questo ho trovato Civil War (nei fumetti) una "cagata pazzesca"! 
  • Non manca, ovviamente, la gnocca! Infatti oltre alla bellissima Kate, che ha 9 anni (stando a quanto dice ironicamente Clint, c'è la sorella di Vedova Nera (Florence Pugh) o la sorda (e priva di una gamba) Maya Lopez (Alaqua Cox).
  • Piccola discrepanza temporale: il flashback con la sorella di Vedova Nera parte nel 2018, poi quando ha il blackout e si "risveglia", scrivono "5 anni dopo". Quindi questa serie è ambientata nel 2023... o c'è un errore? Oppure manca un pezzo?
  • Fantastici i personaggi nerd che fanno giochi di ruolo, LARP (Live Action Role Play), delle spalle che meriterebbero di essere una squadra di supporto ufficiale. Non so se lo sono nei fumetti ma spero di sì.
  • Totalmente ignorante sul personaggio di Kate Bishop dei fumetti, sono andato a leggermi la biografia su Wikipedia. Non c'entra un cazzo! Allerta Spoiler! A morire è la madre, il padre si risposa, ha una sorella, viene stuprata, è snob... strano che non l'abbiano fatta diventare afro o asiatica...

Una miniserie da 10 e lode, apprezzabile anche da chi non impazzisce per l'MCU, basta apprezzare il genere supereroistico e il Natale. E ovviamente le ottime sceneggiature.
🎅🎅🎅🎅🎅/5

4 commenti:

  1. A me è piaciuta molto, a mia moglie un pò me, direi che non è il suo genere :D Comunque il "presente" dell'MCU è il 2023, visto che c'è stato il fattaccio di Thanos che ha fatto andare avanti di 5 anni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per una volta che l'hai accontentata con qualcosa di natalizio, le ha detto male 😝
      Aaah ecco, mo tornano i conti sugli anni. Quel rincoglionito di mio cugino non mi ha saputo rispondere. Ecco allora perché giravano in metro senza mascherina, hanno superato il covid, a patto che nell'universo Marvel sia mai arrivato 🤣

      Elimina
  2. Il gioco di ruolo è divertente subito, poi stanca un po' però tutto sommato come operazione leggere e pre Natalizia fa davvero bene il suo dovere, puntualissimi quelli della Marvel ad organizzare la loro scaletta ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sull'intera scena concordo. Però è il dopo, il ruolo che hanno quei personaggi, ad avermi colpito in modo positivo. Tra il surreale e il comico.
      La Marvel coi tempi, la tempestività, è impeccabile. E lo dico rosicando un po', da fan DC che si vede 1-2 film l'anno in una gestione di merda.

      Elimina