domenica 14 ottobre 2018

Ciao Paole'!

Nel weekend faccio post brevi e leggeri... oggi non me la sento!
Quante volte abbiamo conosciuto virtualmente persone con le quali poi ci si è persi di vista?
A me è capitato tante volte e spesso quando mi si chiedeva di loro, rispondevo "boh, sarà morto!".
Lo facevo con leggerezza e col mio tipico black humor ma mai avrei creduto che la mia riposta potesse essere veritiera.
Dal 2005, quando ho iniziato a usare/abusare di internet, ho fatto la conoscenza di tante persone virtuali, tanto che non potrei ricordarle tutte manco se me le fossi segnate su un taccuino. Alcune però sono riuscite ad entrare fortemente nelle mie simpatie e tra queste c'era Paolo Santillo, nei forum "genzo", che per scherzare scrivevo "gienzo", per ammorbidire la g (in giapponese si pronuncia "ghenzo"),
ragazzo mite e gentilissimo, della mia stessa generazione e che avevo avuto modo di conoscere di persona nelle sue gite a Roma, quando prendeva il treno da Arezzo per fare un salto nelle nostre fumetterie e per venire a chiacchierare coi romani del forum.
Ci eravamo persi di vista, come spesso accade a chiunque, tra la chiusura di MSN, io non avevo FB, lui non aveva Whatsapp, il forum di Mangaforever era in declino (il mio ultimo post è dell'estate 2013, io pubblico una foto dei miei piedi in un'acqua limpida, temendo un feticista, lui fa una battuta sull'aver azzeccato una "e" maiuscola accentata, tutto sparito, i forum non se li incula più nessuno e il sito decide di cancellare anche l'archivio). Per un po' abbiamo continuato a sentirci per SMS, fino a perderci di vista.

Vengo a sapere solo ieri, per puro caso, vagando per internet, che non ci sei più, DA BEN DUE ANNI E MEZZO... una mazzata tra capo e collo che non mi sarei mai aspettato dato che ti conoscevo appena... e non oso immaginare il dolore dei tuoi cari!
La notizia la apprendo del nostro amico comune Roberto Addari, Iceman per chi frequentava il forum del sito, col quale condivido la passione per le Tartarughe Ninja.
Oggi mi chiedo il motivo per il quale non ho ricevuto risposta ai miei ultimi auguri di compleanno, non ricordo l'anno preciso, avevi cambiato numero o te ne eri già andato?

Non riesco a concludere in altro modo il post se non come ha fatto Roberto:
ciao Paole'!

16 commenti:

  1. 😣triste..e triste quella cosa degli auguri a cui non ti è arrivata risposta. Aveva solo 35 anni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li avrebbe avuto oggi, altrimenti se ne è andato qualche giorno prima del suo 33° compleanno ☹️

      Elimina
    2. Si perdonami, volevo dire che era della classe 1983...

      Elimina
    3. Lo avevo immaginato ma ci ho tenuto comunque a precisare 😉

      Elimina
  2. Condoglianze mi spiace tanto per il tuo amico.
    Averlo saputo dopo così tanto tempo ti lascia se possibile ancora di più smarrito e addolorato.
    Massimiliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente. In questi ultimi anni spesso ho avuto il desiderio di risentirlo ma per pigrizia ho sempre rimandato e sapere oggi che i miei tentativi sarebbero stati vani, fa uno stranissimo effetto.
      Ora proverò a ricontattare l'amico in comune, che è ancora attivo come caporedattore di Mangaforever.

      Elimina
  3. Pensa che mi è successa la stessa cosa col papà di un mio caro amico.
    Francesco morì d'incidente stradale dieci anni fa. Da allora, non avevo più avuto notizie dei suoi genitori. Solo un paio di mesi fa ho scoperto che suo padre l'ha raggiunto da due anni e mi son sentita stupida.
    Mi dispiace per Paolo.
    Quanto al taccuino, scrivici i miei dati. Intanto, mi ricorderò di farti avvisare quando mi trasferirò a casa di papà. 😉😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono notizie che ti ci fanno rimanere di merda.

      Elimina
  4. Oddio ed era pure così tanto giovane :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il brutto è che non so manco il motivo ma mi informerò.

      Elimina
  5. Che brutte ste notizie..a me è successo tempo fa, quando ero su FB tempo fa mi scrivevo ogni tanto con uno scrittore della mia zona, che ho fatto pure tempo ad incontrare una volta ad un evento..poi un bel giorno sempre sui social leggo che è morto a causa di un infarto.. sono rimasto veramente di merda :( Ti posso solo dire di tirarti su..la vita continua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi puoi capirmi bene. La morte di un conoscente è sempre brutta ma quando arriva per una persona che eri convinto di ricontattare, prima o poi, fa uno strano effetto.
      Da cinico affronto sempre bene un lutto però è stata comunque una mazzata.
      E non oso immaginare il dolore per i familiari.

      Elimina
  6. Cavolo, mi dispiace, era giovanissimo :(
    Non ho ancora vissuto un'esperienza del genere (non un lutto in generale, ma un lutto di una persona conosciuta virtualmente), ma posso immaginare quanto possa lasciar spiazzati...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La giovane età è un ulteriore aggravante.
      Spiazza parecchio saperlo così tanto dopo, quando hai sempre pensato "va be', appena ho tempo provo a rintracciarlo", rimandi rimandi e poi ti arriva 'sta notizia.

      Elimina
  7. Lo so, posso comprenderlo.
    Hai descritto un mondo che non esiste più, un internet arcaico sebbene sia solo dieci anni fa.
    Conoscere le persone in quel periodo era davvero più che farlo sui social.
    Mi dispiace molto... così giovane.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, però coi blog si respira ancora un po' di quell'atmosfera.

      Elimina