lunedì 1 ottobre 2018

Home Sweet Home e il VR

A breve vorrei prendere la PS4 col visore VR, lo so che siamo al tramonto dell'attuale generazione di console ma non ho fretta, ho ancora valanghe di titoli vecchi da recuperare.
Sono tornato ad informarmi su cosa bolla in pentola e mi è saltato all'occhio un titolo horror molto interessante legato alla realtà virtuale, uscito per PC più di un anno, mentre per PS4 e XBOX ONE sarà disponibile dal prossimo 9 ottobre.
Riporto da everyeye.it:
Uno dei nuovi giochi di ottobre è Home Sweet Home, titolo che mira a rafforzare ulteriormente il buon legame tra l'horror e la realtà virtuale. Nell'ultima fatica di YGGDRAZIL GROUP impersoneremo Tim, un uomo la cui vita cambia drasticamente dopo la misteriosa scomparsa della moglie.

Risvegliatosi in un luogo sconosciuto qualche tempo dopo la tragedia, il protagonista verrà perseguitato da un terrificante spirito dalle fattezze femminili. L'ambientazione e il bestiario di Home Sweet Home sono fortemente influenzati dalla mitologia Thailandese, mentre il fulcro del gameplay sarà un mix tra fasi stealth e di investigazione ad altre in cui prevale il puzzle solving. Home Sweet Home arriverà il 9 ottobre, anche se questa data al momento è certa solo per gli Stati Uniti, sia su PS VR che su PlayStation 4.

In pratica ha le caratteristiche migliori per un titolo horror e col visore penso che la farà fare sotto a parecchi videogiocatori. Per quanto mi riguarda non lo so, è da Dead Space che non mi si stringono le chiappe giocando a qualcosa di spaventoso (e in quel titolo c'era tanta tensione e poco jump scare). Vedremo... ad ogni modo per ora ad interessarmi più di tutti, fatalità, sono due videogames horror, questo e Resident Evil 7 (a cui va il merito della decisione di acquistare il VR, dato che ne sono sempre stato riluttante - sono all'antica, 4 pixel e due zompi e mi fai felice!).

Se cliccate sul link che ho riportato, l'articolo elenca altri titoli VR in uscita questo mese ma nessuno ha attirato la mia attenzione a parte questo. Magari a quelli meno esigenti di me potrebbe attirare anche qualcos'altro.

21 commenti:

  1. Ho provato un visore VR qualche settimana fa, per una visione di un cortometraggio però..comunque è incredibile dove siamo arrivati con la tecnologia! Son sicuro applicata ad un videogioco del genere ti fa cagare sotto.. io ho preso dei spaventi perfino con Quake all'epoca! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io Fabri! D'altra parte Quake era un videogioco innovativo per l'epoca e certi scenari bui invitavano alla paura :D

      Elimina
    2. Ricordo della tua esperienza VR e la tecnologia ha fatto davvero notevoli progressi!
      Quel genere di sparatutto ha fatto spaventare molti videogiocatori! E questa dovrebbe fare altrettanto!

      @Riccardo: concordo, certi scenari erano raccapriccianti!

      Elimina
  2. No Jumpscare, sì tensione! Comunque promette bene questo gioco. Attendiamo il tuo acquisto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il punto di forza di Dead Space era proprio la tensione, eri in un continuo "chi va là"!
      Spero di recensire presto questo titolo!

      Elimina
  3. Oggi non ti faccio la supercazzola, ma ti farò perdere quattro minuti del tuo tempo, cercando di spiegare ad un'ebete come me cose per voi ovvie.
    Cos'è sto visore VR?
    Io ero rimasta al VCR.... :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si tratta di un visore PS4 che ti immerge totalmente nel videogioco. Indossandolo se tu ti volti da qualsiasi parte, sei immerso nel videogioco e guardi ciò che guarderebbe il personaggio che impersoni. Se un fantasma è dietro di te, ti basta voltarti per avvertire la sua presenza.
      Il videoregistratore (VCR) è roba omrmai antica 😁

      Elimina
    2. Figo. Ho capito.
      Un po' come il cinema in 4d.
      Me gusta!

      Elimina
    3. Grosso modo sì. Provoca la stessa nausea ma è fatto molto meglio!

      Elimina
  4. Umh, mai amati i titoli horror, salvo solo Resident Evil che comunque non è che mi abbia mai fatto impazzire.
    Forse in un videogame, specie col VR, qualche jumpscare serve... ma è vero che molto fa l'atmosfera.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la faccio semplice, con RE 1 e 2 te la facevi sotto, con Silent Hill era terrore puro, con Dead Space era continua tensione... con questo VR e RE7, è scacagazzata assicurata!
      Un hunter o un liker nei vecchie RE ti spaventavano (come i semplici corvi o doberman che rompevano i vetri) ma col VR, se te li trovi accanto o di lato, ti avvicini all'infarto!
      Penso che col VR anche un retrogamer come te (e me) potrebbe rivalutare la cosa.

      Elimina
  5. Questo non me lo perdo. Amo i videogiochi horror.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande! Mi auguro di fare una recensione in contemporanea col tuo ottimo blog, che tratta questo tema in modo sublime!

      Elimina
  6. Ne avevo sentito parlare anch'io, ma negli ultimi anni i titoli horror si sono appiattiti sui jump scare (roba da poco, insomma), quindi li ho sempre evitati.
    Tra qualche giorno pubblicherò un articolo di recap dei videogiochi più belli di questa generazione, magari ci inserirò qualcosina in VR per darti qualche idea carina ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pensi come me, sia nei videogiochi che nei film, il jumpscare ha rotto il cazzo ma se si supera questo, magari ne esce fuori qualcosa di buono!
      Attendo il tuo post con molto piacere!

      Elimina
  7. Già, con Dead Space non sai quanti spaventi mi son preso, questo però sarebbe forse troppo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dead Space "ti inculava" perché stavi sul continuo chi va là ma il colpo arrivava quando meno te lo aspettavi. Geniale!
      Col VR in effetti è qualcosa di azzardato, che però forse mi farà tornare ad avere paura, cosa che non accade quasi più con altri videogiochi o coi film.

      Elimina
  8. Cavolo questo titolo non lo conoscevo, checcko subito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è per te, sei troppo cacasotto da quando hai rinunciato di assistermi nel primo Silent Hill! Me lo sono segnato da quel dì, in cui mi hai costretto a giocare a quel capolavoro da solo, in cui al tramonto dovevo spegnere la console perché mi terrorizzava!

      Elimina
  9. grazie per questa informazione

    RispondiElimina