Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

giovedì 27 settembre 2018

Micro Transformers

Oggi propongo un ibrido tra The Reign of Ema Classic e i flash post! Nei primi blocco i commenti, rimandando al post d'origine ma dato che quello che sto riproponendo non è un vero post ma solo il risultato della mia mania di riportare i commenti che facevo nel web, stavolta li lascio sbloccati, anche perché ho deciso di inserire qualcosa in più. Per i secondi parla da solo il nome.
Non mi hanno mai fatto impazzire i Transformers, né il cartone e né i giocattoli, preferivo i classici robottoni (mecha), però adoravo le Micro Machines, quindi questa
variante l'ho apprezzata un po' di più, giocandoci abbastanza, soprattutto in classe durante le pallosissime lezioni, perché si coprivano facilmente dietro l'astuccio.
Essendo piccolini, le trasformazioni erano limitate, due o tre mosse per completarle, idem per i movimenti del robot in forma antropomorfa ma ci si accontentava.
Fonte: Te lo ricordi mica...
Riporto dal vecchio post:
Ricordo bene l'aereo blu in alto a destra (che dovrei avere ancora in cantina), quella simil Lamborghini blu di sotto e forse il Monster Truck o il furgone ancora sotto. La mia incertezza arriva dal fatto che forse qualcuno era di mio cugino col quale stavo sempre insieme e magari era suo.

17 commenti:

  1. Li adoravo, io avevo i quattro in versione militare, mi piacevano davvero un casino :-D Cheers!

    RispondiElimina
  2. Bellissimi! Io avevo il pack che tu hai messo in copertina, in più avevo due playset: la stazione di benzina blu e il cantiere con la gru (quindi l'Optimus Prime dei microtransformers, quello arancione, lo avevo doppio).

    Un paio di miei amici pure avevano diversi personaggi, l'amico Miky G. aveva la base degli Autobot (fighissima).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I playset non li ho mai visti, però sembravano belli.
      La copertina l'ho scelta perché è stata l'unica immagine che aveva una confezione in italiano (sono nazionalista 😝).

      Forte la base.

      Elimina
  3. Ma sono sul blog giusto? I Transformers qui??? 😛
    Ovviamente li avevo e pure tanti, altrettanto ovviamente sono spariti nel nulla pure loro.
    Nessuno si salverà dall'Ordine 66 (questa la possono capire i fan di Star Wars)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Ordine materno o del coniuge, vorrai dire :D

      Elimina
    2. Ahah sì, il blog è quello giusto e nessun hacker si è impossessato dell'account. Semplicemente non sapevo quale gioco pubblicare e sono andato a pescare da un vecchio post 😁

      Non ho colto la citazione ma sono d'accordo con Fabrizio, che siano tutte maledette! 😠

      Elimina
  4. Mi sembra che mi sia capitato qualcosa del genere tempo fa, dei Transformers microscopici, poi li ho ceduti..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente li avrai almeno visti nei mercatini che frequenti. Nei tuoi post non penso di averli visti però, altrimenti ti avrei rimandato a quello mio vecchio.

      Elimina
  5. Sai che anche io amavo la versione Micromascìn e non tanto i giocattoli in sé?
    Comunque vero: la serie Micro Machine serviva a giocare in classe.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me anche per il Voltron c'era la versione 20 cm (con ogni leone di una decina di cm massimo) che adoravo e quella di 40 che mi pareva una scemenza.
      In classe col righello come rampa e a ricreazione la riga come trampolino 😁

      Elimina
  6. Non le ricordo, però come dici tu le Micro Machines sono fantastiche in ogni loro versione (solo i lego sono più interessanti).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strano, andavano molto nella prima metà degli anni 90.
      Comunque concordo sul fascino delle Micro Machines.

      Elimina
  7. Chissà quanta roba mia anche ci sarà in cantina ahah. Sempre piaciuti i Transformers, invece le micro machines non mi hanno mai entusiasmato. VEdi il bello è che quello che non piaceva a te, piaceva a te e viceversa ahahah, tutt’ora a volte funzioniamo così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che i tuoi hanno buttato tutto, non ci sperare! Ciò che ho io in cantina risale ai primi anni dell'adolescenza, in cui stavamo togliendo tutti i giocattoli molti li ho dati via ma i più importanti li ho fatti inscatolare! Se non ci stai dietro tu ai genitori, aspetta e spera che lo facciano loro per te!
      Non ti entusiasmavano ma avevi circa 4 milioni di set... mentre io, che le adoravo, dovevo venire da te per giocarci... ehhh chi ha il pane...
      Ci completiamo ❤️ e conosciamo/ricordiamo il doppio delle cose di una persona normale 😎

      Elimina
  8. Questi penso di essermeli persi, anche se mi sarebbero piaciuti molti :D
    Gli unici Transformers che ho avuto erano grandi più o meno quanto un bimbo di 1 anno e li ho dovuto montare io...gran bel regalo di Natale :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è roba tra la mia prima e terza elementare, quando tu ancora dovevi nascere o eri appena nato, non sono durati molto.
      Ecco, io invece i Transformers grandi non li ricordo, ero già cresciuto. Quelli standard dei miei tempi erano comunque piccoli, 10-15 cm massimo. E non erano da montare. Meglio piccoli, sono più maneggevoli.

      Elimina