Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

martedì 18 settembre 2018

Better With You (secondo Claudia)

Oggi, con grande onore, vi lascio totalmente in compagnia dell'iperattiva Claudia Turchiarulo di Chi Scrive Non Muore Mai (blog che consiglio caldamente), con questo guest post che ha scritto gentilmente e con tempismo immediato. Anche nei commenti le risposte spetteranno a lei, una cosa insolita dato che io rispondo sempre ad ogni singolo commento, sempre per ultimo.
Per la mia recente rubrica (senza nome) dedicata a quelle serie televisive poco conosciute, passate inosservate o semplicemente dimenticate, ecco:

Qualche giorno fa, ho sfidato il caro Emanuele a riconoscere una delle mie serie TV preferite, raccontandogli solo e brevemente la trama.
Devo dire che si è arreso quasi subito, e che non l’ha riconosciuta neppure quando
gliene ho dichiarato il titolo.
Perciò, mi ha invitata a scrivere due righe in merito alla sitcom, e di fare l’ospite d’onore, per un giorno, del suo blog.
Potevo rifiutare?
Assolutamente no.
Dunque, eccomi qui.
Better With You è una situation comedy statunitense creata da Shana-Goldberg Meehan e prodotta dalla Warner Bros. Television per la ABC, che l’ha mandata in onda a partire dal 22 settembre 2010.
In Italia, invece, è stata trasmessa dal 25 luglio 2011 su Mya di Mediaset Premium (a pagamento), e dal 4 maggio 2013 su Canale 5.
Si tratta di una sola stagione che conta 22 episodi.
Sarà per questo che il buon Ema non la conosce?
Vabbè, che ci importa?! Già che ci siamo, balliamo!

La serie descrive le vicende amorose di tre coppie strettamente legate le une alle altre. Per quale motivo? Perché si tratta di un’unica famiglia. Ma no, non ci saranno incesti alla “Beautiful mode”.
La serie, infatti, narra le avventure di Joel e Vicky Putney, i genitori, nonché della loro primogenita Maddie (donna in carriera, avvocatessa), fidanzata da sempre con Ben (impostato direttore d’albergo), e della sorella minore Mia (irriverente creatrice di un sito web), impegnata con Casey (musicista in una band metal).
Insomma, le due sorelle rappresentano il giorno e la notte, la sobrietà e il disordine. I loro genitori, sposati da 35 anni, cercheranno di tenere sempre unita la famiglia, regalando ai telespettatori simpatiche scenette di vita in cui le medesime esperienze vengono viste con gli occhi delle tre generazioni, risultando, allo stesso tempo, ridicole, profonde e folli.

Insomma, non so perché non abbiano mai prodotto una seconda stagione della serie, ma vi garantisco che sapeva ben tenere compagnia ad una frettolosa come me che non ama seguire sit con trame complicate o decine di personaggi, sapendo che tanto dimenticherebbe tutto dopo due sole puntate..  ;)

16 commenti:

  1. Mi ha ricordato un po' oc anche se l'avvocatone in questa serie era il padre. Beghe di genitori e figli insomma 😁. Carina l'idea delle due sorelle che sono il giorno e la notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa puoi recuperarla facilmente, dato che sono soltanto 22 episodi.
      L'altra, che sai bene, è un tantino più faticosa.......

      Elimina
  2. Ma non vale.
    A casa tua rispondi tu, a casa mia io.
    Poi tanto lo sai che passerei ad ogni mail ricevuta per dir la mia. Ma non puoi e non devi lavarti le mani.
    Quindi beccate sto commentino. Ahahhaha
    Grazie per lo spazio e per aver scritto bene sia il mio nome che quello del blog.. 😜
    Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah e che posso rispondere? "Grazie per essere passato, saluti a presto."? Non so nulla della serie...
      Grazie a te per aver scritto questo bel post. Il cognome ovviamente lo avevo scritto male anche nell'introduzione, non solo nella copertina 😆 così imparo a storpiartelo apposta, alla fine mi sono dato la zappa sui piedi, facendo confusione.
      Più tardi ripasso come commentatore ospite 😁

      Elimina
  3. Insomma, una serie di grande sucCESSO, chiusa dopo venti puntate.
    Mai sentita, solo a Toorkiaroolo poteva piacè :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. muahhaahah, neanche la seconda stagione! :D

      Elimina
    2. Ahahaha
      E figuriamoci se non dovevi far combutta con sti due per percularmi.
      Secondo te, potevo sapere che constava di un'unica stagione? Io la guardavo. Se per un mese o per un anno a ripetizione, chi lo sa.
      Quello passava italia 1.
      C'era anche "The middle" che mi piaceva. Floppissimo pure quella?

      Elimina
    3. In difesa di Claudia, dico che la storia delle serie televisive è ricca di nuove serie validissime, bollate alla prima stagione per scarsi ascolti. Spesso la gente è scema e non capisce, quindi mi fido del giudizio della mia ospite e recupererò con piacere questa unica stagione!

      Elimina
  4. Non la conoscevo nemmeno io, lo ammetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nick per avermi risparmiato.... i complimenti...
      Piacere, Claudia. :P

      Elimina
  5. Sinceramente mai sentita e per fortuna che non l'ho vista..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pietrooooooo
      Ma proprio tu!!!! Non mi maltratti già abbastanza in privato?!
      Il prossimo post che scrivi, commenterò: "Non l'ho visto. Ma tanto so che fa cagare!". Ihihihh

      Elimina
    2. Ma perché "per fortuna"? Claudia non fa che parlarne bene e mi fido più di lei che dell'audience!
      Fai bene a vendicarti così, Claudia 😁

      Elimina
  6. Claudia, mi spiace doverti dire che non l'avevo mai sentita nominare neanche io... anche se effettivamente io non sono una grande esperta di serie tv... anzi i miei amici ancora mi prendono in giro perchè sostengono che sono stata una delle poche spettatrici della serie Summerland (che tra l'altro a distanza di oltre 10 anni ancora mi chiedo perchè l'hanno sospesa).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, almeno l'hai detto con modi gentili. Ahahha
      Dai, quantomeno è valsa la pena per presentarti Emanuele.
      Fa il duro, ma mo fa troppo ridere.
      Potresti pensare di seguirlo. 😉
      Baci

      Elimina
    2. Grazie per essere passata, Natascia!
      Come ho risposto ad altri, gli ascolti non sono sinonimo di qualità e capisco la tua perplessità riguardo Summerland, che però non conosco.
      Più che fare il duro, non impazzisco per i commenti smielati e tu non pare faccia parte di commentatori che ne fanno uso.

      Elimina