Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

lunedì 15 luglio 2019

Oz - Heart of Magic #3 (di 5)

Storia: Dave Franchini e Terry Kavanagh
Testi: Terry Kavanagh
Disegni: Marcelo Mueller

Prezzo: $ 3,99
Data d'uscita: 26 giugno 2019
Acquistabile su sito della Zenescope.

Allerta Spoiler!

Dopo l'attacco del gigante, alcuni provano inutilmente a combatterlo, altri propongono la ritirata ma è il robot dalle ascelle puzzolenti a salvare la situazione, a costo della propria vita… o almeno così pare.
Con un colpo di scena, riemerge dal sottosuolo l'uomo di roccia, il Nome King, salvato dalla piccola figlia prima che il gigante lo schiacciasse.
Nel frattempo, nel regno di Oz, grazie ad un flashback si viene a conoscenza di come il mago che ha preso il posto di Dorotea, sia giunto nelle terre del sud dalle terre del nord, divise da un muro magico e aperto dalle due maghe, Glinda e Adraste (quelle che sta cercando la protagonista), ingannate e intrappolate dal cattivo.
Alla fine il mago trova la fonte della magia verde.
In tutto ciò, lo spaventapasseri ancora non si è accorto del tutto della situazione in cui si trova… gli servirebbe proprio un cervello, come l'opera originale ci insegna.
Dopo le ascelle puzzolenti dell'androide, ecco il culo fetido del gigante di ferro!

Un albo in cui succede poco ma viene aggiunto qualche interessante tassello alla trama.
Per un giudizio è ancora presto ma dopo questo e il numero precedente, propendo per un voto positivo anche se non si va oltre la sufficienza. Sempre escluse le trovate trash dei robot che emanano cattivo odore da parti del corpo che dovrebbero essere prerogativa degli esseri viventi.
Riuscirà questo sequel, in versione variante fantasy de Il Mago di Oz, a conquistare un fan della favola classica come me? Ancora 2 numeri e lo sapremo.

4 commenti:

  1. Per un attimo tutto mi è sembrato simil-MOTU, tra personaggi di pelle blu e l'uomo di latta molto vintage...
    Comunque, terìbbile come opera XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E invece non c'è assolutamente nulla che possa accomunare questa opera ai MotU! 😆
      No, dai, sei ingiusto 😄 Si lascia leggere 😉

      Elimina
  2. Sai bene che con i fumetti Zenescope sono inevitabilmente un poco di parte, ma posso dirti che pur non conoscendo nello specifico l'opera tutta la loro linea ha una fascino particolare in termini di lore.
    Dave Franchini poi di sicuro non è perfetto ma ha scritto alcune delle cose più folli e divertenti su cui mi sia capitato di lavorare... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammetto che avevo rimosso il tuo legame con la Zenescope! 😆
      La loro linea in generale non la conosco ma da non amante delle favole nei fumetti, il Grimm Universe non mi fa impazzire. Mi sono avvicinato a questa mini solo perché adoro il film del '39 e lo riguardo ogni volta che ne ho occasione.
      Voglio però la lista delle storie di Franchini dove sei presente!

      Elimina