Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

venerdì 24 aprile 2020

Superman of Smallville

Storia: Art Baltazar e Franco
Disegni e copertina: Art Baltazar
Casa: DC Comics
Prezzo: $ 9.99
Pagine: 126
Data d'uscita: 3 settembre 2019
Acquistabile passando per il sito DC Comics

Superman of Smallville presenta un giovanissimo Clark Kent pronto per andare alle scuole medie, che di tanto in tanto indossa i panni del supereroe, non un costume vero e proprio ma con nu jeans e 'na maglietta, con scudo e mantello indistruttibili perché sono arrivati con lui dentro la navicella spaziale che lo ha portato qui da Krypton. La sua fama inizia proprio coi ripetuti salvataggi che si vedono all'inizio della storia.

Diviso in 4 capitoli, ci mostra le prime esperienze da supereroe del krytoniano, tra momenti già visti e nuove situazioni, come l'approccio con le navicelle che hanno portato sulla Terra Kal-El e il suo cane. Non manca il solito racconto su come è stato trovato dai Kent, con un'accennata esasperazione del giovane Clark.
Il cast è quasi tutto quello conosciuto, oltre i genitori ci sono Lana Lang, Pete Ross (afroamericano come nella serie TV Smallville, che non so se sia meglio del ciccione roscio del film di Snyder L'Uomo d'Acciaio), l'asociale Lex Luthor (ancora coi capelli rossi) e il cane Krypto (il nome glielo hanno dato sul pianeta natale). E poi c'è Brad, un bullo che ricorda Flash Thompson (dell'Uomo Ragno).

NOTE
  • Lake Smallville, nome originale per un lago, che prende il nome della cittadina. Così come Beautiful Downtown Smallville. Tutti inventanti per questo fumetto.
  • Ma Kent si è modernizzata, segue le notizie da un computer. Siamo lontani dai ritagli di Byrne.
  • Un professore si chiama Byrne, omaggio al John Byrne che ha riscritto le origini del personaggio nel 1986.
  • Mentre il titolare del negozio di animali si chiama Donner. Servono spiegazioni?
  • Come nella serie TV Smallville, Lana fa scattare un superpotere di Clark, solo che al posto della vista calorifica, è il volo.
  • Lex è fissato coi misteri, oltre che con gli alieni: Nessie, Bigfoot, il mostro della palude e chi altro? Noto una piovra (gigante?) e due isole...

CONSIDERAZIONI
Conosco bene gli autori, ho letto parecchia roba scritta da loro, anche se su questo blog trovate solo Tiny Titans Vol. 1 Welcome to the Treehouse (recensione del 2010 molto acerba e stringatissima, confronto alle odierne) e manco mi aveva fatto impazzire, però ogni volta che mi capita una loro nuova pubblicazione con la DC, non riesco a farne a meno, sono la risposta ai Mini Marvel di Chris Giarruso.
Un volume che si legge in una mezz'ora, un'oretta se siete lenti come me, con dialoghi brevi e semplici anche per chi non è ferratissimo con l'inglese (anche se, purtroppo, c'è una parte con l'alfabeto kryptoniano da decifrare), che strappa qualche risata e più di un sorriso. Nulla di trascendentale, solo una piacevole lettura con disegni buffi o deformed da cartone animato, consigliato a chi ama il personaggio o solo le versioni dai toni leggeri dei supereroi più famosi. Per tutti gli altri, c'è di meglio.
Voto: ★★★/5

10 commenti:

  1. Interessante sì, ma fare a meno si può...

    RispondiElimina
  2. Beh, anche Jon fa il superboy in jeans, no? XD
    Divertente, ma secondo me era meglio Spidey, che aveva gli stessi intenti (forse, meno comici)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima che lo facessero diventare un diciassettenne, sì! Ma hanno rotto, perfino Conner, il clone, ha rimesso il costume col chiodo...
      I Mini Marvel ero più simpatici ma erano strisce, questo invece sembra più una trasposzione di un cartone animato.

      Elimina
    2. No, ma Spidey era proprio un fumetto, non a strisce, e molto cartoonesco ma senza strafare^^

      Moz-

      Elimina
  3. Perché il bullo e Clark Kent hanno la pettorina con la S? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono indumenti della scuola, S sta per Smallville (high).
      Nelle vignette prima il bullo gli dice "chi credi di essere, Superman con quella S?" o qualcosa del genere, e Clark gli risponde con tranquillità che sta semplicemente per Smallville 😅 Per non dirgli "a rincoglionito!", anche perché la porta anche lui 😝
      Poi il bullo replica "lo so, nerd!" (a me non sembrava) e tira quello schiaffo per buttargli i libri a terra.

      Elimina
  4. I disegni non mi piacciono granché, non do perché ma mi ricordano i fantagenitori, di certo vedere un superman ancora acerbo può essere interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi disegni sono leggermente deformed, i Fantagenitori sono ultra-deformed 😝
      C'è di peggio ma capisco, anche a me non fa impazzire il deformed.
      Può essere interessante purché non si ripetano cose già viste e almeno su questo aspetto, sono riusciti nell'impresa.

      Elimina