Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

lunedì 18 maggio 2020

Clifton e l'Oceano di Luce

Chi è il colonnello Clifton? Prima di questo fumetto, non ne avevo la più pallida idea. Da una fugace ricerca su Google scopro che è stato creato nel 1959 dal belga Raymond Macherot e che le sue avventure sono apparse in Italia su Corrire dei Piccoli. Questa, che è la prima, per l'esattezza sul n. 43 del 1969.

Due gioiellieri subiscono un furto, l'intera cassaforte viene portata via nel breve tempo dallo scatto dell'allarme all'arrivo dei due, che stavano dormendo al piano di sopra.
Dentro la cassaforte avevano riposto l'Oceano di Luce, un grosso diamante di un emiro arabo da incastonare su un anello.
Per non finire sui giornali, far sapere tutto all'emiro e quindi finire in rovina perché non lo avevano assicurato, ingaggiano il protagonista, un investigatore privato.
Un'avventura tutta azione che dà poco spazio all'investigazione. Clifton è forte e capisce tutto subito, inoltre i criminali gli piovono dal cielo, senza doversi sforzare se non per l'ultimo atto di questa storia, dove deduce la prossima mossa ma ci era arrivato anche il capo della polizia.
Probabilmente non è a questo che puntava l'autore, concentrandosi più sul lato comico e devo dire che quello non manca per niente.

Per fortuna che dimentico subito le copertina, perché questa Allerta Spoiler: fa uno spoiler grosso come una casa, rivelando come facesse il ladro a trasportare le pesantissime casseforti.

8 commenti:

  1. Uao! Dovresti fare una rubrica con tutti i fumetti del Corriere dei Piccoli.
    Non lo conoscevo questo Clifton, mi sembra peraltro un fumetto più moderno rispetto alla sua data di uscita.
    Comunque lo spoiler in copertina è tremendo, ahhaha!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che non ho alcun Corriere dei Piccoli. L'edizione che ho io comprende l'intera storia e non suddivisa a puntate come facevano sul vecchio periodico.
      Concordo, non sembra minimamente così vecchio.
      Pessima scelta la copertina, eppure c'erano tante altre scene, anche più interessanti, che si potevano riportare al posto di quella, che sta quasi alla fine.

      Elimina
    2. Beh dai sei un buon cacciatore di fumetti😁

      Elimina
    3. Ho occhio quando mi "propongono" roba che non conosco. Però a dire il vero mi ha colpito più la copertina della seconda avventura, con Clifton su un cornicione di un grattacielo di New York. A questa, con 'sta copertina, non penso avrei dato molta fiducia 😝

      Elimina
  2. E come te lo sei ritrovato??
    Comunque fighi questi fumetti d'annata :)
    Insomma, SPOILER
    SPOILER
    era il gorilla a trasportare i grandi pesi?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeehh spacciatori di fumetti alternativi 😛 mi hanno proposto il secondo (che leggerò presto) e ho voluto prima recuperare questo.
      Se lo story telling invecchia bene, li adoro anche io!

      ***SPOILER***
      In realtà erano 2, ammaestrati da uno dei ladri, ammaestratore di successo ma che aspirava alla ricchezza che il suo lavoro non gli dava. Li faceva girare con calzini e guanti per non lasciare impronte 😅

      Elimina
  3. Devo ammettere che il fumetto non lo conoscevo, ma i disegni hanno proprio il "tratto francese", anche se poi è un fumetto belga, ma ci siamo capiti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensavo che tu lo conoscessi ma in effetti è apparso in vecchissimi Corriere dei Piccoli.
      Se non sbaglio anche i fumetti belga sono chiamati "BD" ma potrei dire una cazzata-
      Io pensavo fosse tedesco anche se era più logico credere che fosse inglese, vista l'ambientazione ma lo stile è più francese, come dici tu.

      Elimina