Comunicazione di servizio

Dal 2 aprile 2022 non faccio più recensioni su fumetti, serie TV e film (salvo eccezioni). Non vengo pagato e non ricevo nulla in cambio, quindi torno alle origini, commenti da forum o da bar su ciò che ho letto o guardato, fregandomene del lato tecnico e obbiettivo o cercando di far capire qualcosa anche a chi non conosce l'argomento trattato.

martedì 26 maggio 2020

The Walking Dead Volume 13 Il Confine Superato

Storia: Robert Kirkman
Disegni: Charlie Adlard
Casa: Image Comics (SaldaPress per l'Italia)
Prezzo: € 13,50
Pagine: 144
Data d'uscita: ottobre 2012
Acquistabile sul sito SaldaPress

Alexandria. Una nuova vita e nuove regole. Tutto farebbe credere che si tratta di un primo passo verso il ritorno di un mondo che sembrava finito per sempre, ma cambiare non è mai facile. Dopo essere vissuti tanto a lungo in mezzo alla morte, è difficile per Rick e i suoi rilassarsi e godersi le piccole cose della vita. Anche perché abbassare la guardia, anche solo per un istante, ha finora significato una morte sicura.


GIUDIZIO (senza spoiler)
Non succede tantissimo nell'apparente tranquillità della cittadina ma quel poco è ricco di spunti. Il prete infame, l'adrenalina che c'è fuori quando si va a cercare qualcosa, Rick che perde la testa, il marito violento che la perde ancora di più e causa una morte inaspettata e, per finire, qualche straniero bastardo che non guasta mai, giusto per non far dimenticare che il pericolo maggiore che c'è all'esterno non sono i morti viventi.
Un altro buonissimo volume, non dico ottimo solo perché i momenti più salienti sono stati riportati anche nella serie TV, quindi li conoscevo o comunque li sospettavo.

Soliti errori qua e là anche se stavolta con mio stupore c'è stato un plurale azzeccato con "loro" anziché "gli". Poi qualche discorso poco chiaro come quello che dice a Maggine a Glenn prima di uscire, il sermone del prete e quando Rick si chiarisce con Douglas dice che Shane aveva una storia con Lori già prima dell'apocalisse... non se se si tratta di una traduzione fatta male.

DIFFERENZE CON LA SERIE TV (con spoiler)
Le situazioni di questo volume, le potete ritrovare in tutta la seconda metà della quinta stagione.
  • La scena nel cantiere è simile ma c'era la pala di una ruspa di mezzo, usata da Abrham per salvarsi. Anche in TV veniva accentuata la vigliaccheria degli abitanti di Alexandria.
  • Ad uscire col figlio di Douglas non è Andrea, già morta in TV ma Rosita, da poco lasciata da Abrham (per la sorella di Tyreese, inesistente nel fumetto).
  • Gabriel è un pezzo di merda tale e quale in entrambe le versioni, uno dei personaggi rimasti più fedeli nella trasposizione, mi ha solo ricordato quanto mi stesse sulle palle nel telefilm.
  • La scena in cui Pete (un chirurgo in TV) viene giustiziato è simile, solo che i ruoli di Douglas e Regina (Deanna in TV) restano invertiti ed è in questo momento che Morgan si riunisce al gruppo (quando Rick era andato a trovarlo dopo tanto tempo, aveva deciso di non unirsi al gruppo), trovandosi davanti il vecchio amico impazzito. Le due situazioni del fumetto venivano unite in una, se ricordo bene.
  • Non ricordo questi assalitori, ricordo solo quelli con la W in fronte ma non credo siano gli stessi. Verificherò poi.

2 commenti:

  1. Pete come viene giustiziato da Rick? Con un banale colpo di pistola? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, semplice colpo alla testa.
      Ma non c'erano alternative, stava in mezzo ad altri cittadini comuni e comunque non era un pazzo come i cannibali di un paio di volumi fa, che meritavano una morte atroce.

      Elimina